Un' improvvisa felicità
by Guus Kuijer
(*)(*)(*)(*)( )(23)
L'estate è finita, Polleke ha compiuto dodici anni e a scuola c'è una nuova compagna di classe, Consuelo, che viene dal Messico ed è di origine india. Polleke capisce che Consuelo nasconde un segreto doloroso e decide di aiutarla ad ambientarsi e a imparare la nuova lingua. Presto inizia a provare per la compagna un sentimento di vera amicizia e si attacca sempre di più a lei, soprattutto quando si sente tradita da Caro e Mimun, che sorprende a baciarsi nel parco. Ma Polleke deve affrontare ben altri problemi, come il brutto incontro con uno sconosciuto, che si risolve nel migliore dei modi, ma lascia ricordi fastidiosi, e i preparativi del matrimonio della madre con il maestro. All'appello manca solo uno degli invitati: Spik, il padre di Polleke. La ragazzina riceve una lettera dal Nepal, in cui lui le assicura che sta finalmente guarendo e promette di tornare presto a casa. Polleke però stavolta non gli crede. In questo nuovo capitolo delle sue avventure, l'ottimismo della nostra eroina è messo a dura prova dagli eventi della vita e dai primi sintomi dell'adolescenza, in una girandola impazzita di desideri e di paure. Ma alla fine Polleke capirà che crescere non significa rinunciare ai propri sogni, che si possono ancora abbracciare i pupazzi di peluche e che si può essere poeti anche se si lavora in una fattoria. Età di lettura: da 9 anni.

Isabella's Review

IsabellaIsabella wrote a review
01
(*)(*)(*)( )( )
In questa nuova avventura Polleke subisce il tradimento dell'eterno fidanzato e della migliore amica, ma nel frattempo se ne fa una nuova, una ragazza speciale che ha sofferto tanto, con cui è difficile comunicare per via della barriera della lingua, ma che impara a conoscere piano piano; e chi ha sofferto molto, in genere ha un grande rispetto per gli altri. Per questo Consuelo, così dolce e fragile, quasi un po' infantile, è davvero l'amica perfetta per lei. Infine, per fortuna, ogni tanto nella vita capitano anche le belle sorprese...proprio da parte di qualcuno da cui hai imparato a non aspettarti nulla, ma che ti ha lasciato tanto.

Apprezzo le storie di Kuijer perché sono sempre carine e lievi, non banali, e trattano spesso temi scomodi. Però sono così belle che vorrei che non si fermassero così in superficie...