Una donna in guerra
by Roberto Costantini
(*)(*)(*)(*)( )(96)

All Reviews

11
00
(*)(*)(*)(*)(*)

Dory - per RFS

.

Il secondo volume che narra la storia di Aba Abate termina, come il primo, in medias res e, quindi, questo mi fa pensare che ci sarà un seguito.

Una continuazione che aspetto con trepidazione perché se il primo tomo mi era piaciuto, il secondo mi ha davvero catturato e spiazzato: Aba ha deciso di divorziare dal marito e di lasciargli i figli per proseguire indisturbata la sua carriera da spia, con il nome in codice di Ice. La caratteristica di freddezza e precisione di Ice, da questo momento in poi, sarà preponderante e guiderà la protagonista in numerose avventure.

La cosa nuova è che nel secondo volume ci sono diversi filoni narrativi: la storia di Aba con la sua famiglia disfunzionale e le beghe con gli avvocati per la separazione, la vicenda del principe libico Fast, che sta tentando di togliere dal potere il cugino Tarek e trama nell’ombra, e, infine, la continuazione dell’episodio del primo capitolo, con le indagini per scoprire chi abbia incaricato Little Boy, alias Paul Eully, di farsi esplodere in Italia.

Torna dirompente la figura del professor Jazir che sembra nascondere molto più di quello che si possa pensare e, soprattutto, un passato con Ice di cui ancora non si è capito molto, ma che verrà sicuramente narrato nel prossimo libro.

L’ultimo filone narrativo, nonché il più drammatico, è quello che vede Ice, sei mesi dopo le vicende dell’attacco terroristico sventato, catturata dagli americani e pronta per un processo per alto tradimento.

Interrogata dalla spia filo-americana Jane, Ice è costretta a raccontare tutto del suo passato, anche se, al termine di questo capitolo, deve ancora cominciare a tirare fuori i segreti dei suoi trascorsi.

Era da tanto che non trovavo un romanzo così denso di accadimenti, così complesso e avvincente: la narrazione a più filoni incuriosisce e obbliga a continuare la lettura, inoltre, i protagonisti che già mi erano piaciuti nel primo volume, come Jazir e Ice, qui ottengono più spazio e ancora maggiore introspezione psicologica.

Non voglio spoilerare nulla, ma posso dirvi che il racconto termina in un modo sconvolgente e drammatico che lascia veramente a bocca aperta.

Lo stile è sempre misurato, complesso ma godibile: immergersi in questo romanzo è una prova di concentrazione vera e propria.

Sono oltremodo contenta che Ice tralasci Aba e decida di diventare una persona sola, seguendo quelle che sono le sue vere aspirazioni, e sono anche felice di aver scoperto che c’è qualcosa sotto al suo legame così strano con il professor Jazir. Sinceramente, non vedo l’ora di capirne di più.

Non avevo mai letto niente di Costantini, ma questi due romanzi mi hanno davvero conquistata perché uniscono una trama avvincente e mai scontata a concetti importanti e quanto mai attuali.

Ora, aspetterò con ansia la prosecuzione delle avventure di Aba/Ice, nella speranza che tutto possa risolversi per il meglio per la povera protagonista.

Adestefano567Adestefano567 wrote a review
03
(*)(*)(*)(*)( )
Una donna in guerra, seconda puntata di una trilogia iniziata con “Una donna normale”, è la nuova storia di Aba Abate alias Ice, una donna comune ed eccezionale allo stesso tempo, con un segreto che non può rivelare nemmeno ai suoi cari. E’ una funzionaria dei Servizi Segreti italiani che è in guerra sia per salvare l’Italia da possibili attentati terroristici, dai little boy che viaggiano sui barconi, sia per salvare la propria vita coniugale che è in frantumi con il marito che la tradisce (forse) e i due figli in piena crisi adolescenziale.
Il romanzo è un mix di emozioni, raccontato, su un doppio piano temporale: da una parte si segue l’evoluzione della storia che vede la protagonista a processo per alto tradimento e dall’altra si ripercorrono a ritroso i fatti accaduti, le strategie utilizzate per risolvere il rebus tra sospetti, interrogatori disumani e spie che fanno il doppio gioco.
Ancora una volta Costantini narra con coinvolgimento emotivo il dramma della travagliata convivenza del mondo occidentale con il mondo medio-orientale, raccontandoci i retroscena di conflitti militari e crimini terroristici la cui natura è spesso difficile da comprendere, oltre ai delicati equilibri tra Servizi segreti italiani e internazionali necessari per far fronte alle minacce del nuovo millennio.
Consigliato per gli amanti del genere.
“Nessun gran maestro può vincere molte partite in contemporanea con altri maestri. È inevitabile che ne perda una. E quella sconfitta distrugge tutto il resto.”
61PAT61PAT wrote a review
10
(*)(*)(*)( )( )