Una specie di solitudine
by John Cheever
(*)(*)(*)(*)(*)(131)
John Cheever era un uomo pieno di contraddizioni: amava la moglie e i figli, ma si sentiva profondamente solo; amava le donne, ma amava anche gli uomini; si odiava perché aveva il vizio di bere, ma per gran parte della vita non riuscì a smettere; era un grande scrittore, ma la sua sensibilità era così pronunciata da limitarlo come persona. In queste pagine ci è data la possibilità di seguirlo in un dialogo serrato con se stesso, di starlo ad ascoltare mentre cerca di capire e registrare le infinite variazioni della luce e del suo intimo sentire. Qui la scrittura di Cheever è totalmente libera, olgorante, una fonte di infinita poesia e struggenti considerazioni sulla natura dell’amore, del sesso, del desiderio e della vita.

Louise Brookszowyc's Quote

Louise BrookszowycLouise Brookszowyc added a quotation
00
Non possiamo affrontare da soli il diavolo; non possiamo pulire il nostro cuore e la nostra mente con i nostri soli mezzi. Quando pecchiamo, e io ho peccato – ho assecondato le mie fantasie oscene e letto la scritta sul muro dei bagni pubblici – non sono la nostra carne e il nostro sangue che deturpiamo né la nostra possibilità di accedere all’immortalità che danneggiamo, ma è proprio tutta l’immagine della vita, splendente o scura a seconda dei casi, che sembra essere offesa dal nostro errore.
Louise BrookszowycLouise Brookszowyc added a quotation
00
Non possiamo affrontare da soli il diavolo; non possiamo pulire il nostro cuore e la nostra mente con i nostri soli mezzi. Quando pecchiamo, e io ho peccato – ho assecondato le mie fantasie oscene e letto la scritta sul muro dei bagni pubblici – non sono la nostra carne e il nostro sangue che deturpiamo More