Una spia nella casa dell'amore
by Anais Nin
(*)(*)(*)(*)( )(149)

All Quotations

1
Antonio Di LetaAntonio Di Leta added a quotation
00
"Guardò l'estraneo nudo al suo fianco e lo vide come una statua che non voleva toccare di nuovo. Come una statua egli giaceva lontano da lei, a lei estraneo, e in lei scaturì qualcosa di simile alla rabbia, al rimpianto, quasi il desiderio di riprendersi il dono che aveva fatto di sé, di cancellarne ogni traccia. Di bandirlo dal suo corpo. Voleva staccarsi da lui in modo rapido e netto, districare e separare quello che per un attimo era stato fuso, i loro fiati, le loro pelli, gli umori e i profumi del corpo.
Scivolò giù dal letto dolcemente, si vestì senza far rumore mentre lui dormiva. Andò in bagno in punta di piedi.
Su una mensola trovò cipria, pettine, rossetto in un involucro rosa conchiglia. Sorrise vedendo quegli oggetti. Moglie? Amante? Com'era bello poterli contemplare senza il più lieve tremito di rimpianto, invidia o gelosia. Questo era il significato della libertà. Libertà dall'attaccamento, dalla dipendenza e dalla possibilità del dolore. Respirò a fondo e sentì di aver scoperto questa fonte di piacere una volta per sempre. Come mai era stato tanto difficile? Così difficile che era spesso stata costretta a simulare il piacere?"
(Anaïs Nin, "Una spia nella casa dell'amore", ed. Club degli editori)
Antonio Di LetaAntonio Di Leta added a quotation
00
"Guardò l'estraneo nudo al suo fianco e lo vide come una statua che non voleva toccare di nuovo. Come una statua egli giaceva lontano da lei, a lei estraneo, e in lei scaturì qualcosa di simile alla rabbia, al rimpianto, quasi il desiderio di riprendersi il dono che aveva fatto di sé, di cancellarne More