Vento & Flipper
by Haruki Murakami
(*)(*)(*)(*)( )(396)

All Reviews

62 + 7 in other languages
PelloPello wrote a review
02
(*)(*)( )( )( )
UomopietraUomopietra wrote a review
01
(*)(*)(*)(*)( )
SuniSuni wrote a review
03
(*)(*)(*)( )( )
SoulMeetsBodySoulMeetsBody wrote a review
02
(*)(*)(*)(*)( )
«Siamo tutti sullo stesso aereo male in arnese. Naturalmente c'è chi è fortunato e chi non lo è. Ci sono i forti e ci sono i deboli, quelli che hanno i soldi e quelli che non ne hanno. Ma nessuno ha delle provviste di forza superiori alla media. Più o meno siamo tutti uguali. Chi ha qualcosa ha sempre paura di perderla, e chi non ha niente ha paura di restare in eterno senza nulla. Funziona così per tutti. Di conseguenza, chi se ne rende conto per tempo dovrebbe sforzarsi di diventare un poco più forte. Anche solo fare finta. Non trovi? Non esistono le persone forti. Esistono solo le persone che riescono a fingere di esserlo.»
I primi due romanzi di Murakami ("Ascolta la canzone del vento" e "Flipper, 1973"), pur nella loro acerbità giovanile, contengono già gran parte dell'universo dell'autore giapponese: la solitudine, la nostalgia del passato, la ricerca di un'assoluzione dal grigiore delle nostre vite, l'amore come metafora del nostro io interiore. Due romanzi brevi che lasciano sottopelle un incantevole senso di dolce malinconia.