Wallpaper Girl 2
by Silvia May
(*)(*)(*)(*)( )(1)
Sulla spiaggia di St. Christofer Eleanor è assorta nei suoi pensieri… i ricordi la sommergono e rivive i diversi momenti in cui Simon è tornato ad essere protagonista di ogni suo respiro… Per lui ha mandato all’aria la sua vita e le sue scelte, per lui ha rinunciato a tutto buttandosi a capofitto in... More

All Reviews

1
00
(*)(*)(*)(*)( )

Maria Antonietta - per RFS

.

Care Fenici, nel secondo volume di Wallpaper girl continua la storia d’amore travagliata tra Simon ed Eleanor.


 Nel primo volume, attraverso i ricordi, abbiamo assistito alla loro conoscenza e alla nascita prima dell’amicizia tra i banchi di scuola e poi di un amore unico e speciale.


In questo secondo libro ho trovato la narrazione più scorrevole e seppur siano presenti alcuni flashback, questi non risultano eccessivi come nel primo volume, anzi rendono la trama appassionante e molto coinvolgente.


Ritroviamo i protagonisti al presente e nel momento esatto in cui li abbiamo conosciuti, cioè al fatidico terzo matrimonio della simpaticissima sorella di Eleanor.


L’ambiente esotico dell’isola tropicale dove si svolge la cerimonia, la magia dei falò sulla spiaggia e il ritrovarsi così vicina a Simon dopo tanto tempo fanno rivivere a Eleanor tutti i momenti salienti vissuti insieme a lui.


Al lettore sono finalmente chiari la loro situazione amorosa e gli errori fatti in passato, ma ciò che emerge maggiormente è il grande amore che provano l’uno per l’altra perché, a dispetto di tutto, non riescono a costruirsi una vita familiare con altre persone e tornano a distanza di anni sempre insieme.


Entrambi sono i testimoni degli sposi e così sono costretti a un approccio di convivialità che da parte di lui è spontaneo e fonte di felicità, mentre per lei è un problema perché si è creata una corazza per non soffrire più a causa sua.


Sono entrambi molto impegnati lavorativamente ed è evidente che hanno anteposto la carriera e l’ambizione all’amore.


Finché erano giovani questa scelta era necessaria e assolutamente condivisa ma, a lungo andare, è diventata sempre più difficile e hanno fallito miseramente, soffrendo molto per la lontananza.


Mi sono trovata a prendere le difese prima di uno e poi dell’altro, ma a conclusione i due fanno sempre gli stessi errori.


Lui è un traditore seriale, anche se in modo bonario e lei è poco comunicativa e troppo impostata e quindi non vanno da nessuna parte.


Sono due testoni sicuramente e i silenzi di lei e le convinzioni di lui hanno un ruolo importante nel causare incomprensioni perennemente.


L’unica nota stonata sono i tempi, perché è un po’ surreale che ogni volta passano anche due anni fra un incontro e un altro e poi va come se niente fosse.


Gli errori sono sempre gli stessi e alla fine la storia risulta un po’ ripetitiva.


Simon rimane il mio preferito perché ha un carattere gioviale e semplice. Lui è un veterinario affermato e produce documentari in giro per il mondo, avendo così poco tempo per gli affetti. I suoi obiettivi e la voglia di viaggiare sono sempre stati predominanti nella sua vita pur provando un grande sentimento per Eleanor.


Lei invece è il Primo Ministro Inglese, è sempre stata dedita alla politica e la sua vita è molto impegnata e blindata. Non ha un attimo di tempo libero e la privacy è un optional essendo tartassata dai giornalisti e avendo una squadra di guardie del corpo alle calcagna.


Ho trovato molto originale questo quadretto amoroso anche se male assortito. In generale è il protagonista maschile a essere più rigido e qui invece abbiamo una donna alfa molto particolare che da essere una ragazzetta insulsa e modesta è diventata un leader a tutti gli effetti.


Anche questa volta il finale lascia a bocca asciutta e con la voglia di sapere come andrà a finire.


Buona lettura fenicette!