Abdurebecca's Reviews134

AbdurebeccaAbdurebecca wrote a review
La vita ombre(molte) ,luci (poche )
Tre brevi e perfetti racconti di un maestro della letteratura Russa( la maiuscola e' doppiamente meritata). Le misconosciute e profonde tragedie del quotidiano, quello di persone dal nome dimenticabile e dimenticato,quelle che ,descritte dai Grandi Autori,spiegano chi siamo più di tanti saggi prodotti da mediocri Saggi. Stretta continuità con Checov,stretta al cuore per tre volte.Tre racconti.Fortissimi.
La cagnetta
by Vasilij Grossman
(*)(*)(*)(*)( )(83)
AbdurebeccaAbdurebecca wrote a review
Home coming
La memoria e le emozioni ,l'Occidente e l'Oriente,religioni e appartenenze tribali.Come non riconoscere la tragedia del Libano in questo colto e commovente romanzo? Ricco di spunti per riflettere lo consiglio vivamente per capire ,quanto meno ,come tutti nati sotto lo stesso cielo,intrecciando le nostre vite diventiamo "Noi",al di la' delle barriere .Lo consiglio agli ottusi xenofobi,a chi pensa che esista un solo mondo "civile", a chi non sa e a chi ha voglia di sapere.
I disorientati
by Amin Maalouf
(*)(*)(*)(*)( )(135)
AbdurebeccaAbdurebecca wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Grande romanzo,ricco di emozioni capaci ,come nel caso del segreto di Coleman Silk, di emergere improvvisamente e di avvilupparti come un serpente.Torrenziali,minuziose e chiarissime le descrizioni dei sentimenti,degli stati d'animo.L'ebreo Roth entra nel cuore afro con un'empatia che pochi possono avere. "La tua faccia bianca come un giglio".una frase,una pugnalata che lascia il segno e riemerge decenni dopo,a tradimento. Roth e' potente,immenso e,per la seconda volta dopo Nemesi,un po' meno fallocentrico del solito. Aver visto il film anni fa mi ha alleggerita dallo shock che provoca in me,figlia di un africano,la scelta del professor Silk.Straziante.
La macchia umana
by Philip Roth
(*)(*)(*)(*)(*)(3,609)
AbdurebeccaAbdurebecca wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Scovato,come altri,dormiente tra altri libri arrivati chissà come tra i miei scaffali.Lasciato li coperto da un velo di avversione per il paranormale e per l'aura new age che la quarta di copertina ispirava.Dopo una rilettura di Gramsci concedo una chance all'autrice. Non mi sono pentita,certo non un capolavoro,ma la descrizione convincente e commossa del disfacimento di una famiglia dopo la tragica perdita di una figlia. Poco spazio all'ultraterreno e al buonismo ,sempre tanto per me ma tollerabile.Indimenticabile il segreto e sordo dolore della sorella,conosco bene la misconosciuta disperazione dei fratelli dello scomparso,i fratelli quasi coetanei il cui dispiacere incancellabile viene oscurato da quello dei genitori .La perdita di se' stesso del padre,da roccia trasformato in ciottolo,irriducibile nella sua ricerca del vero fino a cadere nell'umiliazione,nell'isolamento.Abigail la madre fugge all'innominabile,la realtà che MAI donna può confessare: non aver realmente voluto essere mamma e subire il peggiore dei contrappassi .Finale con qualche pecca ma reale:la vita continua.Purtroppo.
Amabili resti
by Alice Sebold
(*)(*)(*)(*)( )(9,717)
AbdurebeccaAbdurebecca wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Notevole e sintetica descrizione dei grandi turbamenti che attraversano le quattordicenni,rammento ancora i miei.Ho trovato eccessiva la rigidità del rapporto madre/figlia,ma forse ho bisogno di decantare.Originale l'idea della quasi casuale"vendetta"di Antoinette,straniata dalle sue suggestioni puberali.La smania di accettazione sociale è ben rappresentata ma la grande letteratura francese (Balzac,per fare un nome)mi ha viziata.No,non mi ha tolto il respiro questo primo incontro con l'autrice,mi ricorda Berberova e confesso che questi ricchi russi scappati dall'Ottobre 17 con le tasche piene di diamanti,per vivere da privilegiati a Parigi,mi trovano armata dal pregiudio,se poi aggiungo la conversione al cattolicesimo di I.N. e un suo certo accanirsi contro gli ebrei...La fine è nota,ebrei si nasce e si muore.Perdonate la digressione,magari ritento,sarò più fortunata?
Il ballo
by Irène Némirovsky
(*)(*)(*)(*)( )(4,585)
AbdurebeccaAbdurebecca wrote a review
(*)( )( )( )( )
Noioso datato presuntuoso e "maschio"!
Sulla Strada
by Jack Kerouac
(*)(*)(*)(*)( )(13,846)
AbdurebeccaAbdurebecca wrote a review
(*)( )( )( )( )
Questo autore odia il Vietnam e i vietnamiti.Mi ha fatto innervosire come pochi!
Farfalle sul Mekong
by Corrado Ruggeri
(*)(*)(*)(*)( )(199)
AbdurebeccaAbdurebecca wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
frizzante,divertente,"diverso"...
Un' americana a Parigi
by Elinor Rigby
(*)(*)(*)(*)( )(69)
AbdurebeccaAbdurebecca wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Forse avrebbe dovuto pubblicarlo sotto pseudonimo.Siamo onesti,c'è di peggio, ma sparare su Faletti è un piacere che fa salire di un gradino,Sic!
Io uccido
by Giorgio Faletti
(*)(*)(*)(*)( )(15,475)
AbdurebeccaAbdurebecca wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Regalo di mio padre,"pigiama"per troppi anni,ritrovarlo stasera mi provoca un'infinita tristezza anche perchè io sono rimasta qui senza di lui indossando un camice,seppur da infermiera.