Floffj-La biblioteca del libraio
788

Reviews

13

Quotations

0

Notes

Floffj-La biblioteca del libraio

Jan 20, 1973

Trani, Italy

Anobian since Feb 15, 2011

264Following183Followers

Floffj-La biblioteca del libraio's Activity

Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio added to library
L'ultimo battito d'ali
by Paola Gianinetto
(*)(*)(*)(*)( )(9)

Have it in their library

0

Are reading it right now

Review

Have it in their library

0

Are reading it right now

Review

Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
bellino
labibliotecadellibraio.blogspot.com/2022/04/rubriche-ci-provo-con-26.html Dominant è il primo libro di una trilogia distopica. In questo periodo alterno letture che sono un po' fuori dal mio ordinario per poi tornare a immergermi in quei libri che amo e che non mi deludono quasi mai. Il distopico è un genere letterario molto particolare, perché si parla di una realtà immaginaria portata all'estremo, a conseguenze che si possono prospettare, ma non è detto che si avverino. In questo romanzo, la realtà è un mondo che vive una fase che noi chiameremo glaciazione e dove una folta popolazione ha trovato riparo all'interno della Terra e precisamente ha creato un sistema chiamato Cupola e ciò che è esterno è chiamato Mondo di Fuori. Claire è la protagoinista, è una giovane ragazza in gamba, intelligente e molto ligia al sistema che la Cupola ha organizzato. Un sistema che non permette sbagli e che ha diviso le persone secondo un criterio genetico che vede da una parte i Dominanti e dell'altra i Recessivi. Bene, penso sia ben chiaro chi sia uno e chi sia l'altro, ma cosa li distingue: il colore della pelle, degli occhi e dei capelli e così i Dominanti avranno occhi e capelli scuri, i Recessivi occhi e capelli chiari. In un sistema rigido e basato su regole, i Dominanti eseguono come burattini tutte le istruzioni del loro presidente, vivono in una sorta di "cupola dorata", dove chi è fuori è il nemico che cerca di introdursi nel loro territorio per rubare, ed è proprio in una delle tante incursioni che una Recessiva chiede aiuto a Claire che decide inconsapevole delle conseguenze di proteggerla. Da questo punto il romanzo si costruisce da solo, pagina dopo pagina scopri la vita dentro e fuori della Cupola, tutti i meccanismi che ci sono dietro e soprattutto cosa ha portato a tutto ciò. Tempo fa, l'autrice, Irene Grazzini, mi ha dato la possibilità di leggere la sua trilogia, le sono grata, anche se ho cominciato solo ora, ma sono contenta, perché mi ha trasportato in un mondo parallelo, a metà strada tra i reale e l'immaginario. Claire ha sedici anni, l'impatto con la fuggiasca e la conoscenza del mondo di fuori, la porterà a vedere oltre la Cupola e a capire cosa si celi dietro una storia falsata da un regime che ha creato falsi miti. Dominant è un romanzo ben scritto, lineare, con buone caratterizzazioni e ottime descrizioni, la Cupola è un sistema di ingranaggi costruito per creare una simulazione della Terra che dopo un evento catastrofico sembra essere tornata al periodo della glaciazione dove invece vivono coloro che non possono accedere perché non hanno le caratteristiche richieste. Ma cosa si nasconde dietro tutto questo? Claire scoprirà una rete di menzogne, verità che le sono stare nascoste e in questo sistema così intricato lei avrà modo di scegliere da quale parte stare. La serie è composta: #1 Dominant #2 Recessive #3 Crossing over
Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio rated
(*)(*)(*)(*)( )
Dominant
by Irene Grazzini
(*)(*)(*)(*)( )(8)

Have it in their library

0

Are reading it right now

Review

Have it in their library

0

Are reading it right now

Review

Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
mmmm
labibliotecadellibraio.blogspot.com/2022/04/rubriche-questa-volta-leggo-15.html Ennesima serie che si è persa nei meandri di scelte editoriali discutibili. Gioco senza regole è il secondo romanzo della serie Play by Play di Jaci Burton, serie che si ferma proprio qui e che non è stata ripresa dal lontano 2015, a oggi conclusasi nel 2018 con la pubblicazione in America di 14 libri. Prima di cominciare la mia recensione sono andata a rileggermi quella scritta nel 2014, quando ho letto il primo libro della serie, Il gioco perfetto, per capire se le mie impressioni fossero le stesse di otto anni fa. Ebbene non è cambiato di una vigola. In Gioco senza regole cambiano i personaggi ma non la sostanza che è sempre la stessa, sesso, sesso, sesso, tanto sesso a volontà... Penso che sia una fortuna non aver proseguito la serie, io sicuramente mi fermo qui. Protagonisti sono Gavin, fratello di Micky, e Liz, manager inizialmente di entrambi i fratelli, ma dopo un errore commesso dalla stessa, è stata abbandonata dal fratello maggiore, tantoché teme che anche il giovane Gavin sia in procinto di lasciarla. La storia riprende da dove era stata interrotta, certo a distanza di tempo, ricordare tutti i passaggi non è stato facile, ma rileggendo la recensione precedente, un paio di cose mi sono tornate in mente. In questo secondo romanzo ci si ritrova a paragonare i due fratelli, diversi per tante cose, il modo di affrontare i problemi o di fuggire davanti a questi, e qui Gavin non eccelle per niente, anzi è un insicuro, in costante lotta con se stesso e ciò di cui è stato capace di costruire il fratello, una costante che a volte è risultata pesante. Liz, invece, è stata una scoperta, donna d'affari, sempre impeccabile nei suoi tailleur e tacchi a spillo, con Gavin seppur mantenendo una certa distanza per timore di cadere in un baratro senza uscita, per i suoi sentimenti ben nascosti, abbandona la sua confort zone per scoprirsi una donna dalle mille risorse e idee. Sinceramente il libro non è male, ben scritto, una buona analisi dei personaggi e dei loro sentimenti, vengono riprese anche le problematiche che hanno visto scontrarsi Liz e Micky, però in ogni incontro tra Gavin e la donna, si finisce "a tarallucci e vino", se si fossero limitate tutte "le scopate" probabilmente il romanzo sarebbe stato meno noioso e più coinvolgente. Ancora un'altra piccola osservazione che naturalmente in questo momento ha poco valore visto che la serie è stata interrotta, la copertina che non rispecchia per niente quelle americane che sono molto goduriose.
Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio rated
(*)(*)(*)(*)( )
Gioco senza regole
by Jaci Burton
(*)(*)(*)(*)( )(49)

Have it in their library

Is reading it right now

Reviews

Have it in their library

Is reading it right now

Reviews

Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio rated
(*)(*)(*)( )( )
Gioco senza regole
by Jaci Burton
(*)(*)(*)(*)( )(49)

Have it in their library

Is reading it right now

Reviews

Have it in their library

Is reading it right now

Reviews

Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio added to library
Il priorato dell'albero delle arance
by Samantha Shannon
(*)(*)(*)(*)( )(158)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
un degno finale
Frammenti di teoria Grisha mi riempirono la testa. Odinakovost. Ciò che rendeva una cosa uguale a ogni altra. Etovost. Ciò che la rendeva diversa da ogni altra. Era tutto confuso. Ma le parole che mi tornarono con più forza furono quelle scarabocchiate febbrilmente da Morozova: "Non siamo noi tutte le cose?". Atto finale di una serie che non mi è dispiaciuta. Il fantasy è un genere un po' lontano dalla mia confort zone, però quando trovo qualcosa che mi attrae e coinvolge come questa serie, non desisto a pensare di leggere altro. Alina e altri Grisha, insieme con l'inseparabile "amico" Mal è nascosta nelle viscere della terra, sede indiscussa dell'Apparat che la protegge in una forzata convalescenza. Il terzo amplificatore non sono ancora riusciti a trovarlo e quando ricominciano la ricerca scoprono un paesaggio nuovo, un posto dove la vita è fuggita e tutto ciò che resta è solo cenere. Alina sente su di sè il pesante compito, un macigno che le grava sulle spalle, perché deve fare delle scelte che non vuole fare, e la più importante è quella di lasciare Mal. L'Oscuro con forza cerca di attirare nella sua rete la ragazza, ma lei riesce a sfuggirgli. Si avvicina la fatidica guerra che vedrà l'Oscuro combattere, alla ricerca di quel potere che solo la giovane Evocaluce può dargli... Rovina e ascesa è l'ultimo libro di una serie che ho cominciato a leggere per caso, ma che mi ha dato modo di conoscere una nuova autrice, il mondo da lei costruito si alterna tra le brutture di montagne aride, territori arsi e alberi che sembrano soldati in fila pronti al combattimento a serre con germogli profumati, piccoli mondi creati per accrescere le contraddizioni di popoli e uomini che combattono non per sopravvivere ma per aumentare il proprio potere. Ho più volte detto che la Bardugo è molto brava a caratterizzare i suoi personaggi, qui mi sono piaciute anche le descrizioni dei luoghi, che attraverso gli occhi dei protagonisti sembrano immensi, fanno paura o meraviglia, un contrapporsi di buio e luce, laddove è la stessa Alina a incarnarli. Il finale è stato sorprendende, uno di quei finali che non ti aspetti, perché non pensi che chi ami possa sparire e chi non sopprti possa rimanere. Forse l'amore era una superstizione, una preghiera che recitavamo per tenere lontana l'inesorabile solitudine. Inclinai indietro la testa. Le stelle sembravano vicine tra loro, ma in realtà erano a milioni di chilometri di distanza l'una dall'altra. Forse amare significava solo avere nostalgia di qualcosa di impossibilmente luminoso e per sempre inafferrabile. Vi ricordo che la serie è composta da tre romanzi, più due spin off. The Shadow and Bone Trilogy o GrishaVerse #0,5 The Demon in the Wood #1 Shadow and Bone - Tenebre e Ossa -recensione #1,5 The Tailor #2 Siege and Storm - Assedio e Tempesta - recensione #3 Ruin and Rising - Rovina e Ascesa labibliotecadellibraio.blogspot.com/2022/04/rubriche-tu-leggi-io-scelgo-35.html
Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio rated
(*)(*)(*)(*)( )
Rovina e ascesa
by Leigh Bardugo
(*)(*)(*)(*)( )(174)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio added to library
Rovina e ascesa
by Leigh Bardugo
(*)(*)(*)(*)( )(174)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio added to library
Gioco senza regole
by Jaci Burton
(*)(*)(*)(*)( )(49)

Have it in their library

Is reading it right now

Reviews

Have it in their library

Is reading it right now

Reviews

Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio wrote a review
(*)(*)( )( )( )
no
labibliotecadellibraio.blogspot.com/2022/03/rubriche-tu-leggi-io-scelgo-34.html Mi dispiace ma questo libro non mi è per niente piaciuto. Ho faticato a entrare nella storia... Con te fino alla fine del mondo è il primo romanzo che leggo di Barreau, una storia che per molti aspetti potrebbe essere incantevole, con quel velo di mistero che si cela dietro l'enigmatica figura della Principessa, ma che io non ho apprezzato. Jean-Luc è un gallerista, ama l'arte in tutti i suoi aspetti, vive assaparando ciò che la vita gli offre, donne, buona cucina, amici, serate in compagnia, insomma non si fa mancare nulla, e come potrebbe, tra l'altro è single! Le cose però cambiano quando inaspettatamente gli giunge una lettera Quella che tenevo tra le mani tremanti era una bellissima lettera d'amore. Era diretta a me, non c'era dubbio. Sembrava arrivare direttamente dal Diciottesimo secolo. Jean-Luc è incuriosito e soprattutto meravigliato, mai si sarebbe aspettato di ricevere una lettera vergata in una grafia elegante, con parole che in pochi utilizzerebbero per esprimere dolci sentimenti d'amore. Ecco, fin qui la storia non mi ha sconvolta però era comunque una bella storia, le cose sono cambiate quando lo scambio epistolare (ho sperato in questo) non è avvenuto secondo i canoni classici della lettera scritta a mano, ma attraverso il fantastico pc, non mi è piaicuto per nulla. Non sono una grande amante dei romanzi scritti attraverso scambi di email, per quanto l'autore non usi questa forma in tutto il libro, per fortuna. Certo, incuriosisce voler conoscere chi si celi dietro La Principessa, però non sono riuscita a entrare in empatia con il protagonista. L'arte di sedurre una donna consiste essenzialmente nel non accettare un no, non abbassare mai la guardia e corteggiarla come fosse una regina. In questo senso, ogni donna è una principessa, ormai l'avevo capito. Ognuna è un piccolo miracolo e ognuna ha le proprie fissazioni, che è meglio assecondare.
Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio rated
(*)(*)( )( )( )
Con te fino alla fine del mondo
by Nicolas Barreau
(*)(*)(*)(*)( )(861)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
bello
labibliotecadellibraio.blogspot.com/2022/03/rubriche-questa-volta-leggo-14.html Anche in questa rubrica sono alle prese con un romanzo storico, ma con secoli distanti l'uno dall'altro. La rosa selvatica è il terzo e conclusivo romanzo della serie The tea rose, una trilogia pubblicata dalla Sonzogno nel 2013 e che finalmente porto a compimento io nella mia lettura. Intano devo precisarvi che tutti e tre i libri si possono leggere singolarmente, le storie narrate seppur legate da legami familiari non influiscono all'interno delle trame. Il primo libro I giorni del te e delle rose l'ho letto senza recensirlo, mentre il secondo, Come una rosa d'inverno, se vi avrò incuriositi, troverete la mia recensione sul blog. I protagonisti di questo romanzo sono Willa e Seamus, ma anche questa volta l'autrice non si è fatta mancare nulla e all'interno della storia ha inserito un corollario non indifferente di personaggi che con le loro storie, oltre a incrociarsi, creano la trama corposa e soprattutto avvincente, piena di colpi di scena, affascinante e coinvolgente, in particolare nelle descrizioni di scenari come le alte montagne dell'Himalya o le vaste aree del deserto con le loro dune. Willa è una giovane donna emancipata, ama viaggiare, scoprire e scovare i più remoti angoli della terra, una passione che coinvolge anche Seamus Finnegan, ed è proprio durante una delle loro scalate che accade l'inevitabile, una caduta che mette a repentaglio la stessa vita di Willa e una scelta da parte di Seamus che cambierà il destino delle loro vite. La separazione seppur dolorosa, il rimorso e la convinzione di aver fatto il bene e il meglio per Willa, porta Seamus a cercare di dimenticarla, ma il suo cuore va oltre la ragione e quando eventi inaspettati riportano in patria la giovane esploratrice, tutto cambia e soprattutto entrambi scoprono che i sentimenti tra loro non sono mai mutati. In questo romanzo ancora una volta la Donnelly ha inserito una molteplicità di eventi, innanzitutto il contesto storico, il 1914 è l'anno dello scoppio della Prima guerra mondiale, l'autrice intesse intorno a esso una serie di avvenimenti, come la doppia vita di Max Von Brandt, un giovane tedesco che riesce attraverso intrighi e colpi di scena a raggirare gli inglesi e ancora tornano sulla scena, i protagonisti dei libri precedenti, come Fiona e Sid, entrambi fratelli di Seamus. Albie lo guardò. "Ho sempre pensato che tu e Willa vi sareste fatti fuori a vicenda.  Quando eravamo bambini sulla barca di mio padre.  A Cambridge, quando scalavate le chiese.  Ci siete andati terribilmente vicini sul Kilimangiaro.  E poi a Londra ho pensato che lo avreste fatto spezzandovi il cuore a vicenda.  Potreste ancora farlo.  Quello che c'è tra voi non è amore.  Ha quasi distrutto Willa in Africa.  E poi di nuovo a Londra.  Probabilmente lei è morta, Seami.  Io lo so e lo sai anche tu, ma non riesci ad accettarlo.  E ora vuoi distruggere te stesso con questa missione impossibile.  Se vieni catturato dal nemico, be', sai cosa succederà..."  La sua voce si spense gradualmente. "Albie" rispose Seamie, "non ho scelta. Non lo capisci? Lei è il mio cuore e la mia anima. Esiste una possibilità, per quanto remota, che sia ancora viva, e finché esiste non posso abbandonalra. Non posso." La guerra è il contesto storico in primis, ma all'interno l'autrice parla anche della famosa influenza spagnola che coinvolge e miete vittime. Un libro anche questa volta corposo, più di 500 pagine, narrate con dovizia di particolari, di eventi, introducendo anche personaggi che già la storia ci ha riportato nei libri, come Lawrence d'Arabia.  Una trama che ti incolla ad ogni singola pagina, per le avventure della giovane Willa e del bel Seamus che cercano in tutti i modi di continuare e imperterriti costruire il loro amore in modo disperato e attraente. La trilogia The tea rose: #1 I giorni del te e delle rose #2 Come una rosa d'inverno - recensione #3 La rosa selvatica 
Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio rated
(*)(*)(*)(*)(*)
La rosa selvatica
by Jennifer Donnelly
(*)(*)(*)(*)( )(97)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio added to library
Con te fino alla fine del mondo
by Nicolas Barreau
(*)(*)(*)(*)( )(861)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
bello
labibliotecadellibraio.blogspot.com/2022/03/rubriche-langolo-vintage-20-11.html Riprendere in mano serie lasciate tempo fa non è facile, perché ritornare con la memoria ai precedenti, soprattutto quando sono passati diversi anni, ci vuole uno sforzo mnemonico non indifferente. Ho ripreso in mano un libro di un'autrice che adoro e che tutte le volte non mi delude, quindi quando ho cominciato a leggere Il leone di Roma sono andata sul sicuro. Messalla e Ottavia sono i protagonisti di questo quarto volume della serie Roma Caput Mundi di Adele Vieri Castellano, al momento risultano essere pubblicati solo sei e non sono a conoscenza di altre stesure, ma torniamo al fantastico mondo di eroi ed eroine romane. Messalla è un facoltoso uomo che ha scelto la vita militare a quella della quiete romana, in compagnia del suo vigile amico Raganhar è sempre impegnato in campagne che lo portano fuori dai confini e in particolare in Egitto. Ottavia Lenate è una donna fuori dal comune, in una società patriarcale è costretta a reprimere la voglia di curiosità che è insita nel suo essere. Una giovane che ama la scienza, la matematica, l'astronomia non è ammissibile, così deve nascondere la propria fame di conoscenza, la voglia di leggere e divorare libri a lei proibiti, ed è proprio in una delle sue uscite, nascoste, che si scontra proprio con Messalla, in una disputa verbale che lascia perplesso lo stesso romano. Un incontro che non dovrebbe avere futuro, se non fosse per un unico problema, l'anziano padre del giovane ha deciso e stabilito che dovrà sposarsi quanto prima, per poter dare un futuro alla dinastia dei Valeri, ma Massimo non è molto d'accordo, sono altri i suoi progetti, come quello che lo vede coinvolto in campagne militari proprio nella terra che lui ama, l'Egitto. Anche Ottavia è costretta a sottostare alle decisioni paterne che in accordo con il "vecchio patriarca Messalla", hanno organizzato il matrimonio tra i due giovani. "Lo so. Ma è dalla paura che prende il coraggio." Ottavia non avrebbe mai dimenticato quella frase. Un matrimonio che entrambi non vogliono, Massimo e Ottavia scopriranno una convivenza tacita di accordi e poche parole, ma qualcosa cambia quando Massimo rivede e scopre una Ottavia completamente diversa, più donna, non più la fanciulla acerba, che ha lasciato a Roma ad accudire il vecchio padre e qualcosa scatta e per un uomo che si rifiuta di legarsi e che ha accettato il compromesso non è facile, tantomeno semplice. Il leone di Roma è un romanzo storico, la ricerca dell'autrice conferma ancora una volta i miei innumerevoli pensieri. La sapienza di saper mescolare storia e romance, rendere uno storico romanzato leggibile, senza mai appesantirlo è importante per chi si approccia a questo genere letterario, l'autrice sa dosare bene tutti i momenti, da quelli descrittivi a quelli sentimentali senza mai cadere nel finto e nel superficiale. Sicuramente cercherò di rimediare e di proseguire nella lettura di questa serie che per chi ama la Roma antica sono convinta che ne resterà affascinato. La serie Roma Caput Mundi è composta da: #0,1 Roma 39 D.C. Marco Quinto Rufo - recensione #1 Roma 40 D.C. Destino d'amore - recensione #2 Roma 42 D.C. Cuore nemico - recensione #3 Roma 46 D.C Vendetta - recensione #4 I leone di Roma #5 Il barbaro di Roma #6 Figlia di Roma
Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio rated
(*)(*)(*)(*)(*)
Il leone di Roma
by Adele Vieri Castellano
(*)(*)(*)(*)(*)(19)

Have it in their library

Is reading it right now

Reviews

Have it in their library

Is reading it right now

Reviews

Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
carino
labibliotecadellibraio.blogspot.com/2022/02/rubriche-ci-provo-con-25.html Ho praticamente guardato tutta la serie Montalbano e tante volte mi sono detta che avrei voluto leggere un libro scritto da Camilleri. Un paio di anni fa, in un mercatino di provincia, che io adoro, ho trovato questo libro, diciamo che come al solito non ho letto la trama, l'ho acquistato e basta, riponendolo in quella libreria che chiede pietà tutte le volte che appoggio un libro con la convinzione che lo leggerò a breve. Comunque alla fine il tempo per I tacchini non ringraziano è arrivato, solo che invece che leggere una storia poliziesca, avvincente, seriale, ho letto una storia che parlava di animali, dal punto di vista dell'autore. I tacchini non ringraziano è un insieme di storie, molte delle quali narrate dalla stesso Camilleri che si racconta, parlando di esperienze giovanili a contatto con la natura, andando a caccia, scoprendo aspetti e storie che ha poi raccontato. I protagonisti sono gli animali e ce ne sono davvero tanti, e ogni storia viene presentata e illustrata (perché ci sono delle illustrazioni) come se fosse una favola, ma non è una favola perchè non sempre c'è il lieto fine. Ho scopreto un libro insolito, adatto ai più piccoli, però la penna dello scrittore è stata capace comunque di catturarmi, certo mi sono mancate le sue chiacchiere che un po' annunciano gli eventi, un po' come ci ha abituati tutte le volte che stiamo per guardare uno dei suoi film, come mi è mancato magari un po' di investigazione che tanto mi sarebbe piaciuto leggere. Pazienza mi rifarò sicuramente in un altro dei suoi libri, solo che la prossima volta leggerò prima la trama e poi magari lo acquisterò.
Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
una conferma
labibliotecadellibraio.blogspot.com/2022/02/rubriche-questa-volta-leggo-13.html Febbraio è il mese dell'amore, frase fatta..., io febbraio lo vedo come il mese più corto dell'anno, dove si festeggia il Carnevale e per ultimo San Valentino, con tutti i suoi cuoricini che svolazzano per il web.  E la rubrica non poteva farsi mancare un legame e lo ha trovato con la parola COPPIA. Non è stato difficile trovare il libro adatto, la copertina del romanzo scelto era giusta ma anche l'autrice, la White ha sempre creato delle ottime storie e i suoi personaggi hanno sempre catturato la mia attenzione. Il principe del vento è un bellissimo romanzo che mette in evidenzia quanto due persone distanti fra loro, chiuse nei loro preconcetti, scoprono quanto si siano sbagliate l'uno verso l'altra. Partiamo da Esmeralda, da adolescente è sempre stata chiusa in un suo guscio, non ha creato intorno a sé quella cerchia di amicizie con cui svelare segreti, raccontare di cotte e amori, ora è una giovane che ha realizzato parte dei suoi sogni, ma soprattutto è una donna con dei principi che la portano in molti momenti a sembrare più bacchettona di quanto lo voglia davvero essere. Jackson era ed è il belloccio che crescendo non ha perso il suo sex appeal, anzi, è diventato il suo status di vita, è un uomo dedito al lavoro, la sua azienda ereditata dal padre è il suo unico scopo, il resto è solo puro divertimento, il suo cuore è chiuso in uno scrigno senza la possibilità di essere aperto. Esmeralda e Jackson sono molto lontani, due stili diversi, due vite diverse, hanno però una persona in comune che adorano e a cui darebbero la vita se potessero o se dovessero, Crystal, sorella di lui e cara amica di lei. Però Esmeralda e Jackson si conoscono da molto tempo, non si sono mai sopportati ma sarà la verità? Esme ha sempre avuto una forte attrazione verso Jackson, ma Jackson cosa ha provato dopo quel fugace bacio, scambiato nei bagni della scuola? Questa serie quando è nata, se non ricordo male, doveva fermarsi a soli tre libri, poi come spesso accade, ci sono personaggi che vogliono essere raccontati, e la penna dell'autore non può fare altro che creargli una storia a tutto tondo. Il principe del vento parla di una coppia che ha scoperto di provare un forte sentimento da troppo tempo ma la testardaggine di entrambi non ha permesso che questo amore nascesse e si evolvesse, è bastata una notte a Las Vegas, una notte di bagordi per cambiare completamente la vita di entrambi e a poco serve cercare di essere freddi, di non comprendersi, Jackson prima o poi dovrà aprire quello scrigno e l'unica che potrà farlo, l'unica ad avere quella chiave è Esme, perché è colei che capisce che comprende quanto il cuore di quell'uomo sia indurito dalle paure, dalla voglia di emergere da qualcosa che non gli è stato donato ma che ha dovuto prenderselo con tutte le sue forze. Questo romanzo parla di emozioni, grandi emozioni, che sono la paura di essere mediocri, la voglia di emergere e di sconfiggere quel malessere come la competizione, il primeggiare, Jackson dovrà mettere da parte tutto ciò se vorrà costruire qualcosa con Esme, Esme dovrà lasciarsi andare, combattere per quell'amore che continua ad allontanarsi tutte le volte che lo ha quasi afferrato. La serie degli angeli caduti è composta da 5 libri: #1 Buonanotte a chi non c'è -  recensione #2 E' subito l'alba - recensione #3 Come il sole e la luna -recensione #4 Il principe del vento #5 Fiore di cristallo
Floffj-La biblioteca del libraio
Floffj-La biblioteca del libraio added to library
Il leone di Roma
by Adele Vieri Castellano
(*)(*)(*)(*)(*)(19)

Have it in their library

Is reading it right now

Reviews

Have it in their library

Is reading it right now

Reviews