Gaia D
5

Reviews

31

Quotations

0

Notes

Gaia D

Always believe in yourself and remember "don't worry, be happy"

Apr 27, 2007

Engaged

Anobian since Dec 30, 2021

1Following0Followers

Gaia D's Activity

Gaia D
Gaia D rated
(*)(*)(*)(*)(*)
Assassinio sul Nilo
by Agatha Christie
(*)(*)(*)(*)(*)(3,240)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Gaia D
Gaia D wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Libro molto attuale
Grande classico senza fine. Mai come ora avrei potuto trovare sensati certi ragionamenti e certe affermazioni dette dai protagonisti di questo magnifico racconto. Devo infatti ammettere che alcuni pensieri dei personaggi del romanzo si rifanno alla società odierna in maniera eccellente. Trovo quindi che questa storia, nonostante sia stata scritta più di cinquanta anni fa, sia molto contemporanea. Difatti dimostra come a volte certi percorsi portino le persone a sviluppare comportamenti che non si rifanno alla cultura, andando ad escludere grandi privilegi della vita. Tralasciando la maestosità e l’originalità attorno a cui la trama si sviluppa, trovo che le scelte fatte dall’autore non siano mai scontate o banali e ciò porta il libro a diventare uno tra i miei classici preferiti. Non merita, personalmente, 5 stelle solo perché è molto fuori dal mio genere e ci sono alcune parti in cui magari mi bloccavo di più o trovavo meno voglia di leggerle, alcune parti più lente. Ma, in generale, la trama è uno spettacolo, e ha uno sviluppo invidiabile, molto ben costruito. Per poi non parlare del finale, il quale a colpi di citazioni e frasi memorabili, dove  si alternano sequenze che portano il lettore a riflettere molto su ciò a cui gli umani stanno andando incontro. Sì, in fondo tutto il libro è un viaggio verso un universo distopico però non troppo lontano da quello attuale, in qualità di pensieri e ragionamenti. I personaggi li ho in generale amati e le loro descrizioni sono parecchio accurate e si sviluppano rigorosamente rispetto al resto della trama. In più, di costoro è parecchio di nota la parte introspettiva che porta tutti noi lettori a porci domande e a riflettere riuscendo meglio a empatizzare con le varie personalità affidate ad ognuno di loro. Quindi, questo libro porta con sé un ottima lista di pregi. Tra il quale, non dimentichiamo, si tratti di un libro apparentemente “corto” e di poco impegno; infatti è molto scorrevole e in men che non si dica lo hai finito, divorato. È parecchio accattivante e rapisce il lettore, intrappolandolo nel fantastico mondo di Bradbury, facendogli perdere la cognizione del tempo. Complimenti all’autore per il suo bel lavoro. Quindi, a parte certe sezioni più lente, come quella iniziale che ho faticato maggiormente a leggere, per il resto è molto apprezzabile da grandi e adolescenti, permettendoti di capire quanto a volte la cultura sia essenziale per affrontare la vita quotidiana e quanto certi errori, inconsciamente , ti possono rovinare, ma allo stesso tempo salvare la vita. Ho adorato anche molto il modo alternativo con cui la relazione d’amore è vista. Più come un obbligo che ti lega insieme che un qualcosa di affettivo o come un amore ad unico senso o come un'abitudine quotidiana a cui non puoi rinunciare. Ecco, anche ciò lo trovo alternativo per l’epoca, adattabile ai giorni nostri. Concludendo, non sto qui neanche a dire che chi cercasse un romanzo semplice, accattivante, leggero, ma comunque introspettivo; beh, lo potrebbe ritrovare in Fahrenheit 451. Ma questa è anche una lettura quasi obbligatoria nella vita, perché ti schiarisce seriamente la vista su alcuni aspetti che una persona ha sempre giudicato superficiali e poco attraenti.
Gaia D
Gaia D rated
(*)(*)(*)(*)( )
Fahrenheit 451
by Ray Bradbury
(*)(*)(*)(*)(*)(19,727)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Gaia D
Gaia D added to library
Fahrenheit 451
by Ray Bradbury
(*)(*)(*)(*)(*)(19,727)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Gaia D
Gaia D wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Spoiler Alert
Avventura nella guerra fredda
Quando mai sei stato catapultato nel mondo selvaggio della guerra fredda, dove a raccontare la vicenda troveremo una donna? Per giunta con uno sviluppo eccellente? Beh, complimenti, hai trovato ora il libro giusto con cui potrai appassionarti al genere. Difatti qui vediamo una bellissima Isabella Courtney, la nostra protagonista del racconto, che si ritroverà accidentalmente in un enorme sistema di spionaggio russo, a causa del suo amore per il potente e affascinante Ramon. Però, anche se all’inizio troveremo una ragazza passabile per viziata e superficiale, essa poi avrà una sua trasformazione che la porterà a diventare forte e indipendente. Un personaggio di tutta nota, quindi. Ma l’eccellente caratterizzazione dei personaggi di Smith, già si conosceva. A dar maggior nota, invece, riscontriamo quanto a volte possa il racconto essere introspettivo e profondo e quanto a volte possa dar voce ai pensieri dei personaggi facendoci capire le loro sofferenze e le loro forze. Beh, in questo, individuiamo di certo un ottimo lavoro. Tuttavia, il romanzo, almeno per me, è stato in parte una delusione, questo dato portato principalmente dal finale voluto e dovuto, ma raccontato in maniera affrettata. Sinceramente, avrei preferito saltare parecchie descrizioni e/o scene inutili ai fini della trama per poter avere maggiore avventura nel finale stesso. Ciò che principalmente per me è stata una delusione, è stato il modo con cui la famiglia Courteney è entrata a conoscenza del tradimento di Bella. Personalmente, dopo tutta la trama che Wilbur è riuscito a costruirci dietro, mi aspettavo un colpo di scena migliore, un vero plot twist. Invece, mi sembrerebbe un po’ troppo scontata come cosa, il fatto che uno abbia parlato troppo rispetto a ciò che avrebbe dovuto. Ma come vorrei ricordare, le mie sono soprattutto impressioni soggettive. Detto ciò, ho trovato anche leggermente scontato il finale, riferito a ciò che ho letto in precedenza, molto ben scritto. Ma questo lo trovo anche giustificabile, dato che “La Volpe Dorata” è solo il primo libro di una delle tante serie d’avventura di Wilbur. Non so e non credo neanche che, per ora, continuerò a leggere quest’autore; dato che mi sono dovuta fermare molte volte e mi ha portato a tratti al blocco del lettore. Tuttavia credo che sia inceppata in questo contrattempo principalmente perché la mia età non è delle più adatte per la lettura di romanzi molto descrittivi o anche perché, semplicemente, non sono attratta dal genere delle avventure che trattano particolari periodi storici. Ma sinceramente, credo che sia uno tra i libri con le migliori descrizioni mai lette. Ho amato e adorato con tutto il cuore le vicende che si sono svolte nelle foreste africane, sia per gli sviluppi tra Shasa e la donna italiana (di cui, scusatemi, ma non ricordo il nome), sia per il bellissimo paesaggio descritto eccellentemente che mi ha permesso di viaggiare col pensiero in quelle terre lontane, selvagge e desolate; caratterizzate dalla natura in tutto il suo vigore. Diciamo che Wilbur Smith bisognerebbe provarlo nella vita solo e soltanto per le sue descrizioni sopraffine che ti trasportano davanti a questi paesaggi meravigliosi. Quindi, finirei col dire che non consiglierei il libro alle persone che amano trame veloci piene di azione (a parte per il finale e i vari combattimenti), ma a coloro che vogliono sperimentare e lasciarsi trasportare dall’immaginazione verso nuovi mondi, per staccarsi dalla realtà. Non è affatto un libro semplice, ma ciò non toglie che anche un qualsiasi adolescente lo possa amare; in fondo sono sempre pareri personali. Perciò, se voleste comunque provarci, chi sono io per fermarvi? In questo caso, buona avventura!
Gaia D
Gaia D rated
(*)(*)(*)(*)( )
La Volpe dorata
by Wilbur Smith
(*)(*)(*)(*)( )(1)

Has it in their library

0

Are reading it right now

Review

Has it in their library

0

Are reading it right now

Review

Gaia D
Gaia D added to library
La Volpe dorata
by Wilbur Smith
(*)(*)(*)(*)( )(1)

Has it in their library

0

Are reading it right now

Review

Has it in their library

0

Are reading it right now

Review

Gaia D
Gaia D added to library
Assassinio sul Nilo
by Agatha Christie
(*)(*)(*)(*)(*)(3,240)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Gaia D
Gaia D wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Un finale spettacolare
Una scrittura semplice, scorrevole e divertente, in un libro semplicemente mitologico. Beh, che dire cari lettori? Avete mai letto l’ultimo libro di una saga imponente che racchiude in sé tutto lo spirito e la simpatia dei precedenti, senza mai rendersi inferiore a quelli prima? Cari fan del mondo di Percy Jackson, credo proprio che zio Rick abbia creato una delle migliori conclusioni di una saga che mi ha personalmente accompagnato per lunghi mesi. Dalla prima all’ultima riga di questa storia, il nostro zio preferito non si smentisce mai. Infatti, in ogni singola parola del racconto è possibile individuare il suo stile di scrittura semplice e lineare, senza grandi paroloni, ma soprattutto che trasmette allegria e felicità. Senza enormi giri di parole e aggiungendo qualche battutina qua o là, Rick Riordan riesce a dare degna fine ad una lunga serie di avventure che ha accompagnato noi cari lettori nel mondo della mitologia greco-romana. Quindi, grazie al suo stile inconfondibile per noi semidei è più facile apprezzare il mondo e le avventure in cui ritroviamo i protagonisti delle varie storie. Devo ammettere, non è il mio libro preferito della saga. Ma lo sappiamo tutti che è molto complicato scrivere un libro perfetto che possa racchiudere tutti i sentimenti e dare una degna conclusione a tutte le storie trattate, ma è comunque un romanzo che affronta nel migliore dei modi gli ostacoli posti dal fatto che non ci sarà un ulteriore libro a conclusione delle varie problematiche. Questo spunto viene anche reso gradevole dalla presenza di un narratore interno alla storia, con una focalizzazione che vede come protagonista i pensieri di Lester o Apollo (come dir si voglia). Attraverso le sue idee e le sue emozioni sarà più agevole quindi empatizzare non solo con il protagonista, ma anche con gli altri personaggi circostanti; i quali, comunque, presentano una caratterizzazione molto approfondita e ben trattata. A parte ciò, trovo solo che come unici aspetti negativi ci siano quello di presentare troppe avventure che, sovrapponendosi l’una all’altra, trovino come soluzioni episodi a tratti scontati o banali o scelte un po’ troppo superficiali. Trovo comunque che il ritmo incalzante presente in tutta la vicenda, faccia sì che il lettore non si concentri sulle vicende una ad una, ma gli permetta di osservare la storia in generale, così da avere quasi un punto di vista esterno. Per di più, il libro non punta a focalizzare l’attenzione sulle singole vicende, ma per lo più fa sì che ci siano sensazioni legate ai vari personaggi, presentati sia nelle loro forze che nelle loro debolezze. Credo infatti sia una delle migliori saghe adolescenziali a esporti il mondo della mitologia in chiave moderna, facendoti imparare aneddoti e curiosità molto singolari e interessanti riguardanti questo campo. In più, esprimendo un giudizio personale, trovo questa storia molto particolare e ci sono anche parecchio legata. In generale, la saga di zio Rick mi ha fatto ridere, mi ha fatto piangere, mi ha reso le giornate migliori; mi ha legato ai personaggi. Infatti, in questi libri, ho trovato pure il mio personaggio maschile preferito: Leo Valdez. Non dico che sia la vicenda più originale al mondo, ma trovo che sia comunque una di quelle storie che ogni adolescente innamorato del fantasy dovrebbe leggere. Concludo dicendo che ovviamente, se siete amanti di pj, questo libro è d’obbligo leggerlo; così come lo consiglio agli amanti del fantasy e dei retelling di mitologia. Tuttavia, considero che la saga della sfide di Apollo non sia del tutto indispensabile al mondo presentato da Riordan. Ergo, solo se le vicende vi hanno appassionato parecchio, beh, troverete che comunque questo libro non sarà solo la conclusione delle storie dei nostri personaggi preferiti, ma anche un grande addio a quel mondo che ormai chiamiamo “casa”. Un grande addio a delle avventure che, come a me, hanno caratterizzato parte dell’adolescenza.