banana snapple
32

Reviews

8

Quotations

0

Notes

banana snapple

Ciao! Vieni a trovarmi anche sul mio blog! ilviaggioneilibri.blog

Aug 21, 1989

Italy

Anobian since Feb 1, 2010

9Following20Followers

banana snapple's Activity

banana snapple
banana snapple rated
(*)(*)(*)(*)(*)
Putin
by Nicolai Lilin
(*)(*)(*)(*)( )(7)

Have it in their library

Is reading it right now

0

Reviews

Have it in their library

Is reading it right now

0

Reviews

banana snapple
banana snapple rated
(*)(*)(*)(*)(*)
Putin
by Nicolai Lilin
(*)(*)(*)(*)( )(7)

Have it in their library

Is reading it right now

0

Reviews

Have it in their library

Is reading it right now

0

Reviews

banana snapple
banana snapple added to library
Putin
by Nicolai Lilin
(*)(*)(*)(*)( )(7)

Have it in their library

Is reading it right now

0

Reviews

Have it in their library

Is reading it right now

0

Reviews

banana snapple
banana snapple added to library

Have it in their library

Is reading it right now

Reviews

banana snapple
banana snapple rated
(*)(*)(*)(*)(*)
La Russia di Putin
by Anna Politkovskaja
(*)(*)(*)(*)(*)(11)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

banana snapple
banana snapple added to library
La Russia di Putin
by Anna Politkovskaja
(*)(*)(*)(*)(*)(11)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

banana snapple
banana snapple rated
(*)(*)(*)(*)(*)
Destinazione inferno
by Lee Child
(*)(*)(*)(*)( )(390)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

banana snapple
banana snapple wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Reacher, l'eroe di cui tutti avremmo bisogno
Benvenuti a Margrave, GA, circa 1200 abitanti dove tutto è perfetto. Finanche alberi con i tronchi lisci e lucidi, come se la corteccia fosse stata levigata a mano. Tutto grazie alla generosità della Fondazione Kliner: è evidente, qui i soldi non sono un problema. Dopo aver vissuto in ogni angolo del mondo, Jack Reacher girovaga per gli Stati Uniti, finalmente libero e per la prima volta nella sua vita non più proprietà dell’esercito. Dopo aver parlato con suo fratello del cantante blues americano Blind Blake, Reacher prende un autobus per Margrave, per visitare il luogo della morte della leggenda della musica. Ma per l’ex maggiore e investigatore dell’esercito Jack Reacher il benvenuto in città sarà del tutto particolare: appena arrivato, viene subito sospettato di omicidio e arrestato dalla polizia locale. Scoprirà presto di essere collegato all’omicidio e farà di tutto per scoprire chi c’è dietro. Ho letto Zona pericolosa dopo aver visto una pubblicità sulla serie tv Reacher di Amazon: non potevo esimermi, viene paragonata a Jack Ryan, una serie tv che amo. E fin qui, la pubblicità ha fatto il suo lavoro anche stavolta. Ora, da qui al libro il passo è stato dettato dalla curiosità: dopo i primi quattro episodi, metà stagione, in cui ad ogni inizio veniva citato il libro da cui è stata tratta, ho deciso di cimentarmi anche nella lettura. È stato divertente, ho potuto confrontare quanto la serie tv sia stata fedele al libro. Inevitabilmente mi ha influenzato, visualizzavo dialoghi e personaggi per come li ho visti in video. Ad ogni modo, il libro è stato scritto nel 1997 da un autore di programmi televisivi: di entrambe le cose il libro ne risente. Da un lato abbiamo descrizioni di luoghi e personaggi dettagliate, ma non eccessivamente prolisse (la lettura non mi è stata pesante), e dialoghi scritti come per essere recitati che tengono un buon ritmo. Dall’altro lato ho proprio mal digerito il cliché della storia d’amore tra Reacher e Roscoe: lui arriva, subito capiscono che è amore ed è sempre un baci e fare l’amore. Nella serie tv Roscoe è una donna più forte e autonoma: non sta lì a piangere di paura e a farsi chiamare bambina da Reacher e impiegano quattro episodi per passare la notte insieme, non quattro pagine. Di qui le quattro stelle per la recensione invece di cinque. Cliché a parte, la trama è ben congegnata: Lee Child ogni tanto scopre delle carte, avanza in un’intrigante storia e ci fa seguire ipotesi e ragionamenti di Reacher. Mi è piaciuto molto sotto questo aspetto. Jack Reacher è quel tipo di uomo, enorme, buono e con senso di giustizia, di cui tutti vorremmo sapere l’esistenza, perché ci farebbe sentire più sicuri. One last thing: Margrave non esiste nella realtà. Buona lettura a tutti.
banana snapple
banana snapple added to library
Destinazione inferno
by Lee Child
(*)(*)(*)(*)( )(390)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

banana snapple
banana snapple rated
(*)(*)(*)(*)( )
Zona pericolosa
by Lee Child
(*)(*)(*)(*)( )(584)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

banana snapple
banana snapple added to library
Zona pericolosa
by Lee Child
(*)(*)(*)(*)( )(584)

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

Are reading it right now

Reviews

banana snapple
banana snapple wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
L'uovo di Natale: una piacevole lettura invernale
Una principessa russa morta, con un baule pieno di tesori. Un poliziotto perso nella neve. Una bellissima descrizione della Londra di metà del secolo scorso e un grande personaggio nel sarcastico sergente Beddoes. Pubblicato nella serie Crime Classics della British Library, Intrigo a Londra di Mary Kelly non assomiglia molto a opere di artisti del calibro di Agatha Christie e Dorothy Sayers. Sebbene scritto nel 1958, il romanzo è più nella vena dei polizieschi procedurali di oggi e ha forti elementi di un thriller d’azione. Mary Kelly utilizza un vocabolario raffinato, allo stesso tempo antiquato e sofisticato. Il libro è ben strutturato e scritto, anche se in certi punti un po’ troppo prolisso. Non voglio nascondere il fatto che alcune volte sono tornato a ritroso con la lettura per riprendere il filo. L’autrice plasma il protagonista, l’ispettore capo Brett Nightingale, rendendolo un personaggio di spessore, senza fantasiose esagerazioni che lo restituirebbero poco credibile. Si diletta con la musica, una passione che gli sarà utile nel corso delle indagini, e se la cava piuttosto bene nei rapporti con il gioielliere Majendie. Conosce il latino e in un momento di necessità ricorderà anche qualche parola in russo. La nota finale, per questo romanzo brillante e ingegnoso, è riservata alla traduzione italiana del titolo: l’originale The Christmass Egg, L’uovo di Natale, è effettivamente il titolo più attinente al libro e al suo finale. Da leggere al caldo e quando fuori nevica, il libro mi è piaciuto molto e sicuramente lo consiglio.
banana snapple
banana snapple added to library
L’amnistia Togliatti
by Mimmo Franzinelli
( )( )( )( )( )(0)

Have it in their library

Is reading it right now

0

Reviews

Have it in their library

Is reading it right now

0

Reviews

banana snapple
banana snapple rated
(*)(*)(*)(*)(*)
Intrigo a Londra
by Mary Kelly
(*)(*)(*)(*)( )(2)

Have it in their library

0

Are reading it right now

Review

Have it in their library

0

Are reading it right now

Review

banana snapple
banana snapple added to library
Intrigo a Londra
by Mary Kelly
(*)(*)(*)(*)( )(2)

Have it in their library

0

Are reading it right now

Review

Have it in their library

0

Are reading it right now

Review

banana snapple
banana snapple rated
(*)(*)(*)(*)( )
La cancelliera
by Ursula Weidenfeld
(*)(*)(*)(*)( )(1)

Have it in their library

0

Are reading it right now

0

Reviews

Have it in their library

0

Are reading it right now

0

Reviews

banana snapple
banana snapple added to library
La vita in alto
by Erika Fatland
(*)(*)(*)(*)(*)(15)

Have it in their library

0

Are reading it right now

Reviews

Have it in their library

0

Are reading it right now

Reviews

banana snapple
banana snapple wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
La passione per i libri
Ho letto un libro scritto con passione. Non ero a conoscenza del “processo alla letteratura” avvenuto in epoca sovietica e nemmeno conoscevo i nomi dei due scrittori: Andrej Donatovič Sinjavskij e Julij Markovič Daniel’. Ezio Mauro nel suo libro non ci racconta di un mero processo: ci riporta in un luogo, l’Unione Sovietica, e in un tempo, gli anni 60’, che non sono poi così distanti da noi. E nel farlo ci mostra cosa era il regime sovietico. Lo scrittore senza nome è la storia di un’amicizia e dell’aspirazione a veder realizzare il fine per cui si scrivono libri: vederli pubblicati. Potrà succedere soltanto all’estero, nella consapevolezza che il potere non avrebbe consentito la pubblicazione in patria. Al processo, sono i libri ad essere imputati e gli scrittori ad essere puniti. I personaggi dei romanzi esprimono sentimenti antisovietici: Sinjavskij e Daniel’ si dichiareranno fino alla fine non colpevoli, ma per il potere tutto ciò è incongruente e inammissibile. L’esito del processo era già deciso, ma prende pieghe del tutto inaspettate per chi controlla tutto: dalla vicenda nascono le prime manifestazioni di dissenso, anche nel lager gli altri condannati solidarizzano con Julij Daniel’. È una storia di sofferenza e coerenza personale. Di un Kgb che, una volta individuati gli autori dei libri pubblicati all’estero, non li lascia più andare. Anche dopo il lager e il confino, per oltre vent’anni Julij Daniel’ continuerà ad essere seguito e chi lo circonda ad essere interrogato. Resta tuttavia coerente con sé stesso, non chiederà perdono: non aveva intenti politici, voleva soltanto scrivere. Tornato in libertà, il Kgb lo priva anche del nome per il suo ritorno al lavoro da traduttore, imponendo uno pseudonimo per favorirne l’oblio. Il nome gli verrà restituito, rendendosi Daniel’ conto che il potere lo ritiene prossimo alla fine. Bravo Ezio Mauro per il suo libro Lo scrittore senza nome, per aver trasmesso quanto vissuto dai due scrittori e da Julij Markovič Daniel’ in particolare. L’ho letto con tanta voglia di sapere cosa è accaduto ai due scrittori: una storia che deve continuare ad essere ricordata.
banana snapple
banana snapple rated
(*)(*)(*)(*)(*)
Lo scrittore senza nome
by Ezio Mauro
(*)(*)(*)(*)(*)(7)

Have it in their library

Is reading it right now

Reviews

Have it in their library

Is reading it right now

Reviews

banana snapple
banana snapple added to library
La cancelliera
by Ursula Weidenfeld
(*)(*)(*)(*)( )(1)

Have it in their library

0

Are reading it right now

0

Reviews

Have it in their library

0

Are reading it right now

0

Reviews

banana snapple
banana snapple added to library
Lo scrittore senza nome
by Ezio Mauro
(*)(*)(*)(*)(*)(7)

Have it in their library

Is reading it right now

Reviews

Have it in their library

Is reading it right now

Reviews