I figli di Medusa by Theodore Sturgeon
I figli di Medusa by Theodore Sturgeon

I figli di Medusa

Urania Collezione 018
by Theodore Sturgeon

Translated by Marzio Tosello, Series edited by Giuseppe Lippi, Jacket design or artwork by Franco Brambilla, Preface by Piero Colaprico
(*)(*)(*)(*)( )(151)
25Reviews4Quotations0Notes
Description
Raramente le guerre hanno cause nobili, ma non tutte le invasioni sono obbligatoriamente assassine. E' un concetto che sembriamo aver dimenticato in questo 2004 di guerra asimmetrica, di eserciti e di terroristi, di informazioni negate e pilotate... Ci sono state, nella storia, anche invasioni buone. Anche idee che, in un lampo, hanno migliorato tutte le vite (o il maggior numero possibile). Sturgeon voleva essere di questa partita: il mondo è difficile, non è un pranzo di gala, ma se cerchi il bene, se vuoi il riscatto, puoi trovarlo. Spesso, grazie ai più derelitti.

dall'introduzione di Piero Colaprico

Dallo spazio profondo arriva Medusa, creatura di cui nessuno conosce gli scopi. Nata su altri mondi, avida di vita, capace di nutrirsi di interi pianeti e di intere razze, si avvicina alla Terra... Ma Sturgeon non è un autore catastrofico: al contrario, è un romanziere sottile e imprevedibile. Quello che prende vita nei Figli di Medusa è dunque il dramma di un rinnovamento, una "prova del fuoco" per tutta l'umanità che sta per diventare, a sua volta, figlia di Medusa.
Loading...