Ritratto di un banchiere del Rinascimento
Ritratto di un banchiere del Rinascimento

Ritratto di un banchiere del Rinascimento

Bindo Altoviti tra Raffaello e Cellini

Translated by M. Zizi, V. Palombi, S. Salpietro, Curated by Dimitrios Zikos, D. Pegazzano, A. Chong

( )( )( )( )( )(0)

0Reviews0Quotations0Notes

Description

Il volume illustra la biografia e il ruolo di mecenate di Bindo Altoviti (1491-1556), un banchiere dei papi che divise le sue attività tra Roma e Firenze. La sua collezione, per quanto non vastissima, includeva innovativi capolavori di Raffaello, Michelangelo, Benvenuto Cellini, Francesco Salviati, Jacopo Sansovino e Giorgio Vasari. Inoltre Bindo condusse degli scavi a Villa Adriana alla ricerca di sculture antiche, e fu un importante protettore della musica. Altrettanto affascinante è l'attività di banchiere di Bindo Altoviti per il suo stretto intreccio con la politica papale, il controllo delle forniture di materie prime a Roma, l'importazione di merci esotiche e il movimento dei fuoriusciti repubblicani che miravano a cacciare i Medici da Firenze. Come mecenate, la figura di Bindo è particolarmente interessante in quanto egli non era né un sovrano né un potente prelato, né era direttamente imparentato con le più importanti dinastie italiane, ma era piuttosto un mecenate privato, tipologia raramente studiata. Il libro affronta una vasta gamma di tematiche. Alcuni saggi analizzano i ritratti di Bindo eseguiti da Raffaello (National Gallery of Art, Washington) e da Cellini (Isabella Stewart Gardner Museum, Boston), e ricostruiscono le vicende del patrimonio Altoviti nel XIX secolo. Corredano il volume un catalogo completo delle opere che erano in possesso di Bindo Altoviti o furono da lui commissionate, nonché di altre opere storicamente collegate, e le trascrizioni di diversi inventari della collezione Altoviti. Per la prima volta viene presentata altresì una significativa quantità di nuove testimonianze documentarie relative alla biografia e all'attività di banchiere e di collezionista di Bindo. Numerosi, insigni autori hanno contribuito con i loro saggi a questo studio innovativo e completo su un mecenate rinascimentale. Il libro accompagna la mostra tenuta all'Isabella Stewart Gardner Museum di Boston, e al Museo Nazionale del Bargello di Firenze.
Loading...