A capo coperto
by Maria Giuseppina Muzzarelli
(*)(*)(*)(*)( )(7)
Parliamo di donne velate e subito pensiamo allo hijab o agli altri tipi di copertura del capo, o del volto, o dell'intero corpo della donna che sono in uso nel mondo islamico e che, non senza originare polemiche, molte islamiche indossano anche nei paesi occidentali. Ma la prescrizione alle donne di coprirsi il capo appartiene in pieno anche alla storia dell'Occidente. Proviamo allora a riscoprire un costume millenario, documentato dalla Bibbia e dalle statue dell'antica Grecia, dai Padri della Chiesa, dalle normative medievali, da innumerevoli testimonianze artistiche e letterarie. Il capo coperto era prerogativa delle donne sposate, era la divisa delle religiose, così come ogni vedova era tenuta a portare il velo del lutto. Segno di verecondia e modestia, il velo, leggero quanto simbolicamente carico, era però anche un accessorio alla moda, il complemento fondamentale nello sfoggio di lusso ed eleganza, come ancora oggi può essere il foulard griffato.

Athena's Review

AthenaAthena wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Spoiler Alert
libro molto interessante sulle coperture per il capo. Analizza il tema più dal profilo sociologico e simbolico che non da quello prettamente storico, ma è interessante per vedere le motivazioni e i risvolti sociali del "coprirsi" per le donne, dagli albori della società indicati nella Bibbia fino a Dolce e Gabbana nei paesi arabi di oggi. Ha molte immagini di accompagnamento e la lettura è scorrevole e gradevole
AthenaAthena wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Spoiler Alert
libro molto interessante sulle coperture per il capo. Analizza il tema più dal profilo sociologico e simbolico che non da quello prettamente storico, ma è interessante per vedere le motivazioni e i risvolti sociali del "coprirsi" per le donne, dagli albori della società indicati nella Bibbia fino a Dolce e Gabbana nei paesi arabi di oggi. Ha molte immagini di accompagnamento e la lettura è scorrevole e gradevole