Aut-aut
by Søren Kierkegaard
(*)(*)(*)(*)( )(400)

All Quotations

5
GuGoGuGo added a quotation
In questo infatti sta l'eterna dignità dell'uomo, che egli può avere una storia; in ciò sta il divino in lui, che egli stesso, se vuole, può dare continuità a questa storia: continuità essa l'acquista soltanto quando non è la somma di quanto mi è successo o accaduto, ma la mia propria azione, così che perfino quello che mi è casualmente accaduto, in me è trasformato e trasportato dalla necessità alla libertà. Questo è quello che vi è di invidiabile nella vita dell'uomo, che si possa venire in aiuto alla divinità, la si possa capire; ed è ancora l'unico modo degno dell'uomo di capirla, quello di appropriarsi in libertà di tutto quello in cui si imbatte, sian gioie o dolori. O non ti pare così? A me pare così e mi pare perfino che occorra solo dirlo ad alta voce ad un uomo per renderlo invidioso di se stesso.
GuGoGuGo added a quotation
In questo infatti sta l'eterna dignità dell'uomo, che egli può avere una storia; in ciò sta il divino in lui, che egli stesso, se vuole, può dare continuità a questa storia: continuità essa l'acquista soltanto quando non è la somma di quanto mi è successo o accaduto, ma la mia propria azione, così che perfino quello che mi è casualmente accaduto, in me è trasformato e trasportato dalla necessità alla libertà. Questo è quello che vi è di invidiabile nella vita dell'uomo, che si possa venire in aiuto alla divinità, la si possa capire; ed è ancora l'unico modo degno dell'uomo di capirla, quello di appropriarsi in libertà di tutto quello in cui si imbatte, sian gioie o dolori. O non ti pare così? A me pare così e mi pare perfino che occorra solo dirlo ad alta voce ad un uomo per renderlo invidioso di se stesso.
GuGoGuGo added a quotation
D'altra parte è altrettanto certo che l'esistenza del poeta come tale trascorre nelle tenebre, questa è la conseguenza di una disperazione, non portata fino in fondo, di uno spirito che non può raggiungere la sua vera trasfigurazione. L'ideale poetico è sempre un falso ideale, poichè il vero ideale è sempre quello reale. [...] L'esistenza del poeta è perciò un'esistenza infelice; è più alta delle cose finite, eppure non si eleva all'infinito. Il poeta vede gli ideali ma deve fuggire lungi dal mondo per gioirne; non può portare le divine figure che ha in sè nel mezzo dello scompiglio della vita, non può andar tranquillo per il suo cammino senza turbarsi delle caricature che lo scherniscono; e tanto meno ha la forza di realizzare nella sua vita l'ideale. La vita dello scrittore perciò è spesso oggetto della meschina compassione di coloro che credono di essere al sicuro perchè sono rimasti nelle cose finite.
GuGoGuGo added a quotation
D'altra parte è altrettanto certo che l'esistenza del poeta come tale trascorre nelle tenebre, questa è la conseguenza di una disperazione, non portata fino in fondo, di uno spirito che non può raggiungere la sua vera trasfigurazione. L'ideale poetico è sempre un falso ideale, poichè il vero ideale è sempre quello reale. [...] L'esistenza del poeta è perciò un'esistenza infelice; è più alta delle cose finite, eppure non si eleva all'infinito. Il poeta vede gli ideali ma deve fuggire lungi dal mondo per gioirne; non può portare le divine figure che ha in sè nel mezzo dello scompiglio della vita, non può andar tranquillo per il suo cammino senza turbarsi delle caricature che lo scherniscono; e tanto meno ha la forza di realizzare nella sua vita l'ideale. La vita dello scrittore perciò è spesso oggetto della meschina compassione di coloro che credono di essere al sicuro perchè sono rimasti nelle cose finite.
GuGoGuGo added a quotation
Non sai che giungerà l'ora della mezzanotte in cui ognuno dovrà smascherarsi? Credi che si possa sempre scherzare con la vita? Credi che si possa di nascosto sgattaiolar via un po' prima della mezzanotte per sfuggirla? Non inorridisci a questo pensiero?
GuGoGuGo added a quotation
Non sai che giungerà l'ora della mezzanotte in cui ognuno dovrà smascherarsi? Credi che si possa sempre scherzare con la vita? Credi che si possa di nascosto sgattaiolar via un po' prima della mezzanotte per sfuggirla? Non inorridisci a questo pensiero?
GuGoGuGo added a quotation
La vita è una maschera, tu dici, e questo per te è fonte inesauribile di divertimento, e sei così abile che ancora non è riuscito a nessuno di smascherarti: poichè ogni manifestazione tua è sempre un inganno; solo in questo modo tu puoi respirare e far sì che la gente non si serri intorno a te e ostacoli la tua respirazione. In questo sta la tua attività, nel mantenere il tuo nascondiglio, e questo ti riesce, perchè la tua maschera è la più misteriosa di tutte; infatti non sei nulla, e sei sempre soltanto in relazione con gli altri, e ciò che tu sei, lo sei per questa relazione.
GuGoGuGo added a quotation
La vita è una maschera, tu dici, e questo per te è fonte inesauribile di divertimento, e sei così abile che ancora non è riuscito a nessuno di smascherarti: poichè ogni manifestazione tua è sempre un inganno; solo in questo modo tu puoi respirare e far sì che la gente non si serri intorno a te e ostacoli la tua respirazione. In questo sta la tua attività, nel mantenere il tuo nascondiglio, e questo ti riesce, perchè la tua maschera è la più misteriosa di tutte; infatti non sei nulla, e sei sempre soltanto in relazione con gli altri, e ciò che tu sei, lo sei per questa relazione.
Davide GiandonatoDavide Giandonato added a quotation
O puoi pensare qualcosa di più terribile di ciò, che alla fine il tuo essere si disfi in una molteplicità, che tu veramente divenga più esseri, divenga una legione come gli infelici esseri demoniaci, e che così tu persa ciò che è più intimo, più sacro nell’uomo, il potere che lega insieme la personalità? Ignori gli uomini, li schernisci, e sei diventato ciò che tu disprezzi più di ogni altra cosa, un critico, un critico universale, di tutto. Nello scegliere non importa tanto lo scegliere quanto l’energia, la serietà ed il pathos col quale si sceglie. Forse conquisterai tutto, ma perderai te stesso. Ed è assai triste, quando si considera la vita degli uomini, che tanti trascorrano la loro vita in tranquilla perdizione, ma finiscono col vivere quasi fuori di sé, scompaiono come ombre, la loro anima immortale vien dissipata e non si spaventano al problema della sua immortalità, poiché sono già disciolti prima di morire. Io mi rivolgo con ogni referenza ai signori filosofi per poter sapere ciò che devo fare. Però non ricevo alcuna risposta; poiché il filosofo media il passato e permane in esso. La grandezza non consiste nell’essere questo o quello, ma nell’essere se stesso, e questo ciascuno lo può se lo vuole. Egli avrebbe permesso che un bambino fosse trucidato davanti agli occhi della madre per vedere se essa, colla sua disperazione, riuscisse a dare una nuova espressione al dolore. Chi non abbia assaporato l’amarezza della disperazione, non ha compreso il significato della vita, anche se la sua vita è stata quanto mai belle e quanto mai ricca di gioie. L’arte di signoreggiare il piacere non sta tanto nel distruggerlo o nel rinunziarvi completamente, quanto nel determinare il momento. La lotta per il sostentamento materiale ha questo di sommamente educativo, che la ricompensa è assai meschina, anzi, non esiste; si lotta per procurarsi la possibilità di poter continuare a lottare. Era una donna piuttosto anziana, sembrava avesse circa sessant’anni, ma era ancora bella; i suoi lineamenti erano nobili, la sua espressione piena di una umile dignità, il suo aspetto era l’espressione della femminile costumatezza, pura e profonda. Si capiva che doveva aver passato molte traversi, forse non avvenimenti tempestosi, ma come una madre, che ha sopportato i pesi della vita e che pure ha mantenuto e conquistato la gioia di vivere.
Davide GiandonatoDavide Giandonato added a quotation
O puoi pensare qualcosa di più terribile di ciò, che alla fine il tuo essere si disfi in una molteplicità, che tu veramente divenga più esseri, divenga una legione come gli infelici esseri demoniaci, e che così tu persa ciò che è più intimo, più sacro nell’uomo, il potere che lega insieme la personalità? Ignori gli uomini, li schernisci, e sei diventato ciò che tu disprezzi più di ogni altra cosa, un critico, un critico universale, di tutto. Nello scegliere non importa tanto lo scegliere quanto l’energia, la serietà ed il pathos col quale si sceglie. Forse conquisterai tutto, ma perderai te stesso. Ed è assai triste, quando si considera la vita degli uomini, che tanti trascorrano la loro vita in tranquilla perdizione, ma finiscono col vivere quasi fuori di sé, scompaiono come ombre, la loro anima immortale vien dissipata e non si spaventano al problema della sua immortalità, poiché sono già disciolti prima di morire. Io mi rivolgo con ogni referenza ai signori filosofi per poter sapere ciò che devo fare. Però non ricevo alcuna risposta; poiché il filosofo media il passato e permane in esso. La grandezza non consiste nell’essere questo o quello, ma nell’essere se stesso, e questo ciascuno lo può se lo vuole. Egli avrebbe permesso che un bambino fosse trucidato davanti agli occhi della madre per vedere se essa, colla sua disperazione, riuscisse a dare una nuova espressione al dolore. Chi non abbia assaporato l’amarezza della disperazione, non ha compreso il significato della vita, anche se la sua vita è stata quanto mai belle e quanto mai ricca di gioie. L’arte di signoreggiare il piacere non sta tanto nel distruggerlo o nel rinunziarvi completamente, quanto nel determinare il momento. La lotta per il sostentamento materiale ha questo di sommamente educativo, che la ricompensa è assai meschina, anzi, non esiste; si lotta per procurarsi la possibilità di poter continuare a lottare. Era una donna piuttosto anziana, sembrava avesse circa sessant’anni, ma era ancora bella; i suoi lineamenti erano nobili, la sua espressione piena di una umile dignità, il suo aspetto era l’espressione della femminile costumatezza, pura e profonda. Si capiva che doveva aver passato molte traversi, forse non avvenimenti tempestosi, ma come una madre, che ha sopportato i pesi della vita e che pure ha mantenuto e conquistato la gioia di vivere.