Cambiare l'acqua ai fiori
by Valérie Perrin
(*)(*)(*)(*)( )(2,792)
Violette Toussaint è guardiana di un cimitero di una cittadina della Borgogna. Ricorda un po’ Renée, la protagonista dell’Eleganza del riccio, perché come lei nasconde dietro un’apparenza sciatta una grande personalità e una storia piena di misteri. Durante le visite ai loro cari, tante persone vengono a trovare nella sua casetta questa bella donna, solare, dal cuore grande, che ha sempre una parola gentile per tutti, è sempre pronta a offrire un caffè caldo o un cordiale. Un giorno un poliziotto arrivato da Marsiglia si presenta con una strana richiesta: sua madre, recentemente scomparsa, ha espresso la volontà di essere sepolta in quel lontano paesino nella tomba di uno sconosciuto signore del posto. Da quel momento le cose prendono una piega inattesa, emergono legami fino allora taciuti tra vivi e morti e certe anime che parevano nere si rivelano luminose.

Laura Mars's Review

Laura MarsLaura Mars wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Fenomeno letterario dell'anno?!?
L'ambientazione del libro merita un elogio, è infatti particolare e presagio di una trama differente dal solito.
E infatti così è, almeno per alcuni aspetti; una storia che mischia di vari generi letterari, carica di emozioni, purtroppo per la maggior parte negative; leggendo si sperimenta un ampio spettro della tristezza e, solo raramente, anche un profondo senso di pace. La capacità dell'autrice di trasmettere le emozioni della protagonista al lettore è forse il suo punto forte. La storia alla base non peculiare come si penserebbe inizialmente. La narrazione è scorrevole anche se procede calma, a tratti quasi lenta.
Ho trovato la prima parte del libro intrigante, peccato che nella seconda metà il tutto diventi inverosimile e un po' fine a sé stesso. La conclusione poi è raffazzonata nelle ultime pagine rovinando, a parere mio, un libro che per alcuni aspetti merita di essere letto.
Complessivamente nulla di eccezionale, può rivelarsi comunque una lettura scorrevole e un po' diversa dal solito anche se non comprendo come abbia fatto a risultare addirittura il fenomeno letterario dell'anno.
Laura MarsLaura Mars wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Fenomeno letterario dell'anno?!?
L'ambientazione del libro merita un elogio, è infatti particolare e presagio di una trama differente dal solito.
E infatti così è, almeno per alcuni aspetti; una storia che mischia di vari generi letterari, carica di emozioni, purtroppo per la maggior parte negative; leggendo si sperimenta un ampio spettro della tristezza e, solo raramente, anche un profondo senso di pace. La capacità dell'autrice di trasmettere le emozioni della protagonista al lettore è forse il suo punto forte. La storia alla base non peculiare come si penserebbe inizialmente. La narrazione è scorrevole anche se procede calma, a tratti quasi lenta.
Ho trovato la prima parte del libro intrigante, peccato che nella seconda metà il tutto diventi inverosimile e un po' fine a sé stesso. La conclusione poi è raffazzonata nelle ultime pagine rovinando, a parere mio, un libro che per alcuni aspetti merita di essere letto.
Complessivamente nulla di eccezionale, può rivelarsi comunque una lettura scorrevole e un po' diversa dal solito anche se non comprendo come abbia fatto a risultare addirittura il fenomeno letterario dell'anno.

Comments

Fenomeno letterario: la dimostrazione di come sia stata affinata l'arte di dare al pubblico ciò che vuole.
Un romanzo imbarazzante( se progetti per 500 pagine, è preferibile tu sia Tolstoi) abbandonato dopo 270 pagine: il cervello non ne poteva più e di uno stile povero e di una trama monocorde, ripetitiva.
Fenomeno letterario: la dimostrazione di come sia stata affinata l'arte di dare al pubblico ciò che vuole.
Un romanzo imbarazzante( se progetti per 500 pagine, è preferibile tu sia Tolstoi) abbandonato dopo 270 pagine: il cervello non ne poteva più e di uno stile povero e di una trama monocorde, ripetitiva.