Dodici racconti di Natale
by Jeanette Winterson
(*)(*)(*)(*)( )(36)
Fantasmi irriverenti e spiriti del Natale; incontri d'amore e trabocchetti; ghiaccioli e slitte e rane d'argento; case stregate e mamme di neve; zuppa inglese allo sherry di papà Winterson e ravioli della «Shakespeare and Company». Dodici racconti e dodici ricette natalizie di Jeanette Winterson.

All Reviews

5
NashFriedrichNashFriedrich wrote a review
(*)(*)( )( )( )
Il Natale che non c'è...
Ho letto questo libro con la magia nel cuore, cercando quel po’ di Natale che ho perso diversi anni fa. L’ho letto prima di sapere che questa autrice, Jeanette Winterson, nel 2014 è stata al centro di molte polemiche per “aver catturato un coniglio nel proprio giardino, averlo ucciso, averlo scuoiato postando le foto su Twitter ed infine averlo mangiato”. Se lo avessi saputo prima, non avrei nemmeno aperto il volume. Non amo le persone incoerenti, da sempre. In alcuni racconti scrive tante belle cose riguardanti il rispetto della Terra, dell’ambiente, del clima e degli altri animali… Dimostrando quanto di torbido ci sia in alcune persone che non conosciamo. Non trovo corretto professare qualcosa che si discosta dalle nostre azioni quotidiane, pertanto sono rimasto allibito. Parlando del libro in sé, alcuni racconti non sono male, mentre altri sono qualunquisti e non hanno davvero a che fare con il Natale, nonostante il titolo del libro. Ho trovato anche poco gradevole l’inserire figure paranormali e inquietanti in un’opera che si professa natalizia. Troverete anche 12 ricette, la maggior parte -a mio avviso- rasenta il ridicolo. Insomma: se cercate un libro che vi avvolga nell’incanto e nel mistero del Natale, vi sconsiglio di acquistare questo.
RaflesiaRaflesia wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Non dubitavo del tuo ritorno. L’amore torna sempre”
Raccolta che alterna racconti letterari e aneddoti personali legati alla vita della scrittrice, ricette natalizie comprese. Tutto sommato non è poi così male ma in alcuni casi la lettura è pesante e tediosa, mi sono piaciuti soprattutto i racconti in salsa “gotica”, con ambientazioni spettrali e popolati da fantasmi(per me sono senza alcun dubbio quelli scritti meglio e credo che la Winterson debba puntare di più su questo campo), gli altri un po’ meno ma alla fine è una lettura piacevole da leggere durante il periodo natalizio. “Siamo fortunati, anche i più sfortunati tra noi, perché la luce del giorno arriva sempre”
SmillaSmilla wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Perfetto per entrare nell'atmosfera natalizia. Dalla copertina che luccica per le feste, dai disegni di agrifoglio e di dolcetti e pudding natalizi all'interno, dalle stelline, dalle atmosfere rassicuranti, attenzione! Non solo! Ci sono natali così e natali cosà. Un racconto è delizioso per chi crede nella bontà del Natale e per chi no. Per i primi consiglio di leggere subito Natale a New York. Per gli altri, beh, immergetevi tra ricette di dolci, tra appuntamenti mancati, cupezza e delizie del Natale quindi. Ce n'è per tutti. Il libro è dell'anno scorso, ma rileggerli fa sempre piacere e soprattutto leggetevi la prefazione. Molto interessante.
LjubaLjuba wrote a review
(*)(*)( )( )( )
Racconti molto carini non stereotipati, lettura gradevole se si escludono le ricette di cucina anglosassone che inducono al vomito (almeno per me)😂
FefiFefi wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Alcuni racconti dedicati a fantasmi non mi sono sembrati molto natalizi, ma altri sono veramente carini e l'ultimo mi ha fatto luccicare gli occhi. Tra una storia e l'altra ci sono ricettine curiose e aneddoti a tema natalizio. La scrittrice è sposata con una donna e alcune storie sono con rapporti m/m e donna con donna, ebbene sono le storie che più mi hanno scaldato il cuore. "Come scrittrice so che viviamo male se nelle nostre vite non c'è spazio per l'immaginazione e la riflessione. Le feste religiose volevano essere un tempo fuori dal tempo.Un tempo in cui il tempo normale lasciava il posto a un tempo carico di significati.Ciò che ricordiamo,ciò che inventiamo. Così, accendete una candela per i morti. E accendete una candela per i miracoli,anche se improbabili,e pregate di saper riconoscere il vostro. E accendete una candela per i vivi,per il mondo dell'amicizia e della famiglia,che significano tanto. E accendete una candela per il futuro,perché si possa compiere e non venga inghiottito dall'oscurità. E accendete una candela per l'amore.Per la fortuna in amore."