Dracula
by Bram Stoker
(*)(*)(*)(*)(*)(14,099)
Scritto da Bram Stoker nel 1897, fin dal suo primo apparire Dracula ha fornito l'archetipo alle numerose storie di vampiri che si sono succedute nella letteratura e nel cinema. Ispirato alle figure storiche del principe romeno Vlad II detto Dracul («il diavolo») e di suo figlio Vlad III, l'Impalatore, Dracula-Nosferatu (colui che non muore, il morto vivente) è un personaggio più che mai inquietante. Nel tratteggiarlo Bram Stoker ha dato fondo a tutte le risorse della sua fantasia e a tutti gli espedienti di un calibratissimo mestiere. Da queste pagine si sprigiona così una magia che giunge fino alle soglie dell'incubo. Dracula rappresenta infatti in modo del tutto originale l'eterna vicenda della lotta tra il Bene e il Male, sullo sfondo di una storia che scaturisce direttamente dall'inconscio e, come tale, parla in termini che si impongono immediatamente alla fantasia di ciascuno di noi, per entrare nei nostri sogni più spaventosi. Né bastano esorcismi razionalistici a toglierle l'irresistibile suggestione, la possente ossessività che la pervade.

All Quotations

84 + 9 in other languages
AnshinAnshin added a quotation
Ancora una volta ho provato quell'orrido senso della realtà delle cose, in cui ogni sforzo dell'immaginazione sembrava fuori luogo.
AnshinAnshin added a quotation
Ancora una volta ho provato quell'orrido senso della realtà delle cose, in cui ogni sforzo dell'immaginazione sembrava fuori luogo.
AnshinAnshin added a quotation
[...] anche se l'affetto non basta a cambiare la realtà, almeno aiuta a renderla più sopportabile.
AnshinAnshin added a quotation
[...] anche se l'affetto non basta a cambiare la realtà, almeno aiuta a renderla più sopportabile.
Antonella IulianoAntonella Iuliano added a quotation
Deve passare attraverso le acque amare per giungere alle dolci.
Antonella IulianoAntonella Iuliano added a quotation
Deve passare attraverso le acque amare per giungere alle dolci.
Antonella IulianoAntonella Iuliano added a quotation
Perché la vita in fondo cos'è? Solo l'attesa di qualcos'altro, no? E la morte è l'unica cosa che possiamo essere sicuri che viene.
Antonella IulianoAntonella Iuliano added a quotation
Perché la vita in fondo cos'è? Solo l'attesa di qualcos'altro, no? E la morte è l'unica cosa che possiamo essere sicuri che viene.
Antonio Cat.Antonio Cat. added a quotation
Nessun uomo sa, finchè non trascorre una notte di dolore, quanto sia dolce e caro al suo cuore e ai suoi occhi il mattino
Antonio Cat.Antonio Cat. added a quotation
Nessun uomo sa, finchè non trascorre una notte di dolore, quanto sia dolce e caro al suo cuore e ai suoi occhi il mattino
Antonio Cat.Antonio Cat. added a quotation
...poichè se il cuore di una donna è libero, allora un uomo può ancora nutrire qualche speranza.
Antonio Cat.Antonio Cat. added a quotation
...poichè se il cuore di una donna è libero, allora un uomo può ancora nutrire qualche speranza.
Antonio Cat.Antonio Cat. added a quotation
Quanti di noi cominciano una pagina nuova ogni singolo giorno della loro vita?
Antonio Cat.Antonio Cat. added a quotation
Quanti di noi cominciano una pagina nuova ogni singolo giorno della loro vita?
FeniciFenici added a quotation
«Vieni, sorella. Vieni a noi. Su, vieni, vieni!» Impaurito io mi volgo a mia povera Madam Mina, e il mio cuore per felicità è balzato come fiamma; perché, oh, il terrore in suoi dolci occhi, la repulsione, l'orrore! E la convinzione, per me, che era ancora speranza. Dio sia ringraziato, non era ancora, non ancora, di quelle. Ho preso un pezzo dell'ostia avanzando verso di loro e il fuoco. Esse arretrano davanti a me, ridendo il loro basso, orrido riso. Io attizzo il fuoco e più non temo loro, perché sapevo che dietro nostre protezioni siamo sani e salvi. Esse non potevano accostare me mentre così armato, né Madam Mina mentre che rimaneva dentro il cerchio, che essa non poteva lasciare non più che quelle potevano entrare. I cavalli avevano cessato di gemere, e ancora giacevano a terra; la neve cadeva soffice su di essi, ed essi diventavano più bianchi e più bianchi. Sapevo che per le povere bestie era finito il terrore. E così siamo rimasti finché il rosso dell'alba è filtrato tra il biancore di neve. Ero desolato e intimorito, e pieno di tristi presentimenti; ma quando il bel sole ha cominciato a salire sull'orizzonte, la vita è in me tornata. Al primo venire dell'alba, le orride figure dissolvono nel turbine di nebbia e neve, spire di trasparente tenebra che va via verso il castello e sono perdute.
FeniciFenici added a quotation
«Vieni, sorella. Vieni a noi. Su, vieni, vieni!» Impaurito io mi volgo a mia povera Madam Mina, e il mio cuore per felicità è balzato come fiamma; perché, oh, il terrore in suoi dolci occhi, la repulsione, l'orrore! E la convinzione, per me, che era ancora speranza. Dio sia ringraziato, non era ancora, non ancora, di quelle. Ho preso un pezzo dell'ostia avanzando verso di loro e il fuoco. Esse arretrano davanti a me, ridendo il loro basso, orrido riso. Io attizzo il fuoco e più non temo loro, perché sapevo che dietro nostre protezioni siamo sani e salvi. Esse non potevano accostare me mentre così armato, né Madam Mina mentre che rimaneva dentro il cerchio, che essa non poteva lasciare non più che quelle potevano entrare. I cavalli avevano cessato di gemere, e ancora giacevano a terra; la neve cadeva soffice su di essi, ed essi diventavano più bianchi e più bianchi. Sapevo che per le povere bestie era finito il terrore. E così siamo rimasti finché il rosso dell'alba è filtrato tra il biancore di neve. Ero desolato e intimorito, e pieno di tristi presentimenti; ma quando il bel sole ha cominciato a salire sull'orizzonte, la vita è in me tornata. Al primo venire dell'alba, le orride figure dissolvono nel turbine di nebbia e neve, spire di trasparente tenebra che va via verso il castello e sono perdute.
MirandolinaMirandolina added a quotation
"Nessuno può sapere, se non dopo una notte di patimenti, quanto dolce e prezioso al cuore e agli occhi possa essere il mattino." Bram Stoker
MirandolinaMirandolina added a quotation
"Nessuno può sapere, se non dopo una notte di patimenti, quanto dolce e prezioso al cuore e agli occhi possa essere il mattino." Bram Stoker
Alessandro D'AgostinoAlessandro D'Agostino added a quotation
Noi impariamo da fallimenti, non da successi
Alessandro D'AgostinoAlessandro D'Agostino added a quotation
Noi impariamo da fallimenti, non da successi