Favole al telefono
by Gianni Rodari
(*)(*)(*)(*)(*)(3,510)
Le "Favole al telefono" di Gianni Rodari non conoscono il passare del tempo: i paesi visitati da Giovannino Perdigiorno, imprevedibile viaggiatore, la minuscola Alice Cascherina, i personaggi anticonformisti e gli eventi imprevisti, le dolcissime strade di cioccolato e i saporitissimi palazzi di gelato, i numeri paradossali e le domande assurde capaci di far riflettere il lettore costituiscono i punti di forza di quella inesauribile capacità di invenzione, che Gianni Rodari coniugava con la puntuale osservazione della realtà contemporanea all'insegna dell'eleganza, dell'ironia, della freschezza. Età di lettura: da 6 anni.

All Reviews

413 + 21 in other languages
SUN50SUN50 wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Drindrin … come ogni sera, alle nove in punto, non un minuto di più né uno di meno, squilla il telefono. È il ragionier Bianchi che mantiene la sua promessa: quando il lavoro lo porta lontano, chiama sua figlia per raccontarle una storia della buonanotte.
Bisognerebbe leggere Gianni Rodari alla Camera dei deputati e al Senato, nelle stazioni, una favoletta prima del lavoro, nelle metropolitane forse in una piazza di sera, per insegnarci cos’è la libertà. Marco Missiroli. Favole al telefono è stato dato alla stampa per la prima volta da Einaudi nel 1962 e rieditato molte volte, con centinaia di migliaia di copie stampate in Italia, moltissime traduzioni in lingua straniera, che ancora oggi dopo quasi 60 anni esercita il suo fascino e risulta estremamente attuale. Un classico della letteratura per bambini e ragazzi, raccoglie 70 favole ironiche, spiritose, divertenti e fantasiose. Sono favole indimenticabili, con cui sono cresciute tanti generazioni di bambini, animate da personaggi stravaganti e fantasiosi, impressi nella memoria come Giovannino Perdigiorno, imprevedibile viaggiatore e Alice Cascherina, piccolissima e che cade sempre dappertutto. Con paesaggi fantastici e golosi come ne Il palazzo di gelato, ricche di giochi di parole, controsensi e parole inventate, come in A inventare i numeri, o Brif Bruf Braf.  Mai banali: il risvolto comico che strappa un sorriso è sempre accompagnato ad una lettura più profonda da un messaggio serio, come solo Rodari sapeva fare e rivela il suo profondo impegno sociale. Osservando puntualmente la realtà sociale, ma sempre con freschezza, ironia ed eleganza, per portare il lettore a sorridere, ma nel contempo a riflettere. 
Omar MariottiOmar Mariotti wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
un approfondimento
Favole al telefono sono una raccolta di favole che un padre racconta alla sera , da lontano , alla propria figlia. Dopo la grammatica della fantasia , non potevo che fare approfondimento con questa piccola raccolta. Qui si ritrovano tutti quei meccanismi che Gianni Rodari descrive nella Grammatica della Fantasia. Sono favole molto divertenti , che per chi ha un figlio/a potrebbero benissimo divertire prima di andare a dormire. Una maestra potrebbe leggerle o fare dettato durante una lezione. Leggerle come ho fatto io in poco tempo , potrebbe essere una focalizzazione di quello che si è appreso durante la Grammatica della Fantasia. Lo consiglio anche per avere delle favole pronte per far fantasticare i bambini , che ne hanno tanto bisogno...
Andrea MazzoleniAndrea Mazzoleni wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Le favole di Gianni Rodari fanno riflettere e dare spunti educativi sia ai piccoli che agli adulti. Tutte corte e di veloce lettura, ma ricche di significato. Da leggere una o due al giorno, non di più, per poterle assaporare al meglio!
CocòCocò wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Indubbiamente queste favole sono adatte sia a un pubblico di bambini che di adulti. In particolare, per citarne una "certi tesori esistono soltanto per chi batte per primo una strada nuova e il primo era stato Martino Testadura". Beh credo che queste poche righe esprimano al meglio l'ironia dello scrittore che ha riscritto in chiave moderna il genere della favola in maniera davvero unica oltre che superlativa.
Maurovezzani Maurovezzani wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Favole che fanno tornare bambini e Gianni Rodari li fa sognare.
LimpiettaLimpietta wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Adesso assieme a mio figlio riesco a colmare quelle lacune che riconosco di avere per quanto riguarda la letteratura per bambini / ragazzi. E Rodari è uno dei tanti autori di cui non avevo letto nulla finora. Sconvolgente - o drammatico, dipende dal pdv - come certi argomenti trattati siano ancora attuali vedi la mancanza di rispetto dell'uomo per l'ambiente o gli scarsi investimenti a favore di cultura e scuola (questi sono solo i primi che mi vengono in mente). Affascinanti i diversi piani di lettura a seconda dell'età di chi affronta i testi: divertente per un bambino che coglie l'elemento fantastico e giocoso, di profonda riflessione per l'adulto che percepisce l'ironia, la critica, il ribaltamento dell'ordine stabilito. E per fortuna che son solo favolette.
Francesco GiudiciFrancesco Giudici wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Un capolavoro... letto per l'ennesima volta!
Cesare GallottiCesare Gallotti wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Del 1962. Alcune sono un po' invecchiate (per esempio, quella in cui spera che si sciolgano i ghiacci oggi fa un po' paura), altre non sono favole. Ma sono quasi tutte bellissime. Leggerle con due bambini di 7 e 9 anni fa un certo effetto perché non sempre è chiaro cosa ne abbiano apprezzato. L'adulto (io) però ne è stato contento.
SonovelSonovel wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Sulla pagina di Instagram: Soniafaceart le trovate tutte raccontate. Pure su Facebook: facebook.com/truccabimbipiacenza
MariaMaria wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Giorni pesanti, giorni di restrizione forzata e desiderio forte di evadere, di volare con l'immaginazione! Allora, ho rispolverato Gianni Rodari, maestro di creatività, di fervida fantasia, scrittore raffinato, giocoliere della parola sapientemente coniugata con semplicità, ironia, efficacia per raggiungere il suo scopo: farsi intendere da "grandi e piccini".