Giovanni Pascoli. Antologia by Giovanni Pascoli
Giovanni Pascoli. Antologia by Giovanni Pascoli

Giovanni Pascoli. Antologia

by Giovanni Pascoli

Edited by Alberto Casadei
(*)(*)(*)(*)( )(1)
0Reviews0Quotations0Notes
Description
Per rileggere Pascoli in tutte le sfaccettature di un poeta che fu del suo tempo, ma anche moderno e attuale, una nuova antologia invita a riscoprire i molti significati nascosti sotto l’apparente semplicità dei suoi versi, e le sfumature stilistiche e metriche che il poeta di San Mauro seppe offrire alla lirica italiana. Pascoli è uno dei poeti italiani più imitati del Novecento, magari in modi indiretti o trasgressivi, come quelli di Pasolini, dalle prime poesie alle ‘Ceneri di Gramsci‘. La critica sottolinea da tempo la carica innovativa del linguaggio pascoliano che, secondo Gianfranco Contini, sfrutta non solo le componenti normali e grammaticali, ma anche quelle foniche, le risonanze pre- o post-grammaticali, quasi indipendentemente dal significato delle parole. In questa prospettiva, Pascoli s’inserisce nel filone del simbolismo europeo, in cerca di armoniche nascoste nella Natura per disvelare aspetti ignoti della realtà. Quest’aspetto è frequente in tanti testi di Myricae e dei Canti di Castelvecchio, sino alle aperture cosmiche de ‘Il ciocco‘ e ‘Il bolide‘. Questa antologia dà anche conto delle componenti più intime e sofferte dell’indagine pascoliana dentro e oltre la Natura e il Linguaggio. Le immagini più tipiche dell’impressionismo pascoliano, soprattutto nelle Myricae, sarebbero assai meno significative al di fuori di una raccolta che sottolinea l’inevitabile presenza nel ciclo vitale della morte, talvolta benevola, ma anche ossessiva, come nei testi di lutto personale e sull'assassinio del padre come ‘X agosto‘ o ‘La cavalla storna‘. La forza di Pascoli si coglie anche nei temi. Dopo le prime raccolte, le più note a livello scolastico, il poeta seppe rinnovarsi, aprendo la sua lirica alla storia.
Loading...