Harry Potter e il prigioniero di Azkaban
by J. K. Rowling
(*)(*)(*)(*)(*)(31,471)
«Benvenuti sul Nottetempo, mezzo di trasporto di emergenza per maghi e streghe in difficoltà. Allungate la bacchetta, salile a bordo e vi portiamo dove volete». Una terribile minaccia incombe sulla scuola di magia e stregoneria di Hogwarts. Sirius Black, il famigerato assassino, è evaso dalla prigione di Azkaban. È a caccia e la sua preda è proprio a Hogwarts, dove Harry e i suoi amici stanno per cominciare il loro terzo anno. Nonostante la sorveglianza dei Dissennatori la scuola non è più un luogo sicuro, perché al suo interno si nasconde un traditore... Il terzo capitolo di uno dei più grandi fenomeni letterari internazionali. Edizione speciale con contenuti inediti: la mappa di Hogwarts, il glossario, curiosità sui fondatori di Hogwarts. Età di lettura: da 10 anni.

_chiarapanda_'s Quotes

_chiarapanda__chiarapanda_ added a quotation
"Non che sia importante, ma è la prima volta che la mia trasformazione non viene accolta da un applauso" [...]
"Ci scusi, professoressa, abbiamo appena avuto la prima ora di Divinazione, e stavamo leggendo le foglie di tè..."
"Ah, certo" esclamò la professoressa McGonagall accigliata. "Non c'è bisogno di aggiungere altro, signorina Granger. Ditemi, chi di voi morirà quest'anno?" [...]
"io" disse Harry alla fine. [...]
[...] "A me sembri in perfetta salute, Potter, quindi mi scuserai se non ti dispenso dai compiti oggi. Ti assicuro che se dovessi morire non sei tenuto a consegnarli".
110
_chiarapanda__chiarapanda_ added a quotation
"Non che sia importante, ma è la prima volta che la mia trasformazione non viene accolta da un applauso" [...]
"Ci scusi, professoressa, abbiamo appena avuto la prima ora di Divinazione, e stavamo leggendo le foglie di tè..."
"Ah, certo" esclamò la professoressa McGonagall accigliata. "Non c'è bisogno di aggiungere altro, signorina Granger. Ditemi, chi di voi morirà quest'anno?" [...]
"io" disse Harry alla fine. [...]
[...] "A me sembri in perfetta salute, Potter, quindi mi scuserai se non ti dispenso dai compiti oggi. Ti assicuro che se dovessi morire non sei tenuto a consegnarli".
110