I Ladri di favole
by Rosa T. Bruno
(*)(*)(*)(*)(*)(8)
Cosa succederebbe se all’improvviso qualcuno decidesse di rubare tutte le fiabe del mondo? Il silenzio del nulla calerebbe su ogni cosa e l’arcobaleno perderebbe i suoi colori. Questo è ciò che sperimentano gli abitanti di Solealto quando la banda degli Storti comincia a rubare la fantasia. Tra l’indifferenza generale, l’unica a ribellarsi è Angiolina, la bimba più testarda della città. A cavalcioni di una gigantesca forchetta si alza in volo e compie un lungo viaggio attraverso i cinque continenti. Passa dal giorno alla notte, dal freddo dei ghiacciai al caldo africano. Scopre culture differenti e assapora l’allegria dell’amicizia. Ma soprattutto impara che il reciproco donare può salvare dal nulla e colorare la vita. I ladri di favole è un racconto che riflette da un lato l’immaginario della società europea e dall’altro rivela agganci con le diverse culture e dimensioni sociali del mondo. I personaggi delle antiche fiabe, come fantastici vascelli, guidano la protagonista in luoghi pieni di storia aiutandola ad organizzare nuovi e diversi orizzonti. Angiolina, dunque, assapora l’allegria dell’amicizia, liberando forze di incantamento e di possibilità.

Griot's Quotes

GriotGriot added a quotation
Cosa succederebbe se all’improvviso qualcuno decidesse di rubare tutte le fiabe del mondo? Il silenzio del nulla calerebbe su ogni cosa e l’arcobaleno perderebbe i suoi colori. Questo è ciò che sperimentano gli abitanti di Solealto quando la banda degli Storti comincia a rubare la fantasia. Tra l’indifferenza generale, l’unica a ribellarsi è Angiolina, la bimba più testarda della città. A cavalcioni di una gigantesca forchetta si alza in volo e compie un lungo viaggio attraverso i cinque continenti. Passa dal giorno alla notte, dal freddo dei ghiacciai al caldo africano. Scopre culture differenti e assapora l’allegria dell’amicizia.
GriotGriot added a quotation
Cosa succederebbe se all’improvviso qualcuno decidesse di rubare tutte le fiabe del mondo? Il silenzio del nulla calerebbe su ogni cosa e l’arcobaleno perderebbe i suoi colori. Questo è ciò che sperimentano gli abitanti di Solealto quando la banda degli Storti comincia a rubare la fantasia. Tra l’indifferenza generale, l’unica a ribellarsi è Angiolina, la bimba più testarda della città. A cavalcioni di una gigantesca forchetta si alza in volo e compie un lungo viaggio attraverso i cinque continenti. Passa dal giorno alla notte, dal freddo dei ghiacciai al caldo africano. Scopre culture differenti e assapora l’allegria dell’amicizia.