Il leopardo
by Jo Nesbø
(*)(*)(*)(*)( )(2,168)
Le prime vittime sono due donne. Ritrovate con ventiquattro ferite identiche in bocca. Morte soffocate nel loro sangue, dopo una agonia atroce. Omicidi studiati, efferati, che seguono un rituale. La polizia criminale di Oslo sa di avere un solo uomo che può risolvere il caso. Harry Hole, alcolista, uomo rude e solitario, inviso a molti. Ma Hole si è rintanato a Hong Kong, tra le fumerie d'oppio, per lavare via i ricordi. Sa fin troppo bene che, per risolvere l'ultimo caso, ha messo in pericolo di vita l'unica donna che ha mai davvero amato. E solo quando lo informano che il padre è moribondo in ospedale, Harry Hole decide di tornare a Oslo. Tra le vittime non c'è in apparenza alcun legame, ma Hole subito ne trova uno. Tutte quante hanno trascorso una notte in un isolato rifugio di montagna. E qualcuno, qualcuno capace di un odio lucido e selvaggio, adesso sta braccando gli ospiti di quella notte, uno per uno...

All Reviews

346 + 41 in other languages
MaryMary wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Niente, c'è poco da dire: Nesbø non sbaglia un colpo quando si tratta di Harry Hole. Adoro Harry Hole, malinconico e sfregiato da una vita che non gli risparmia nulla. Ad ogni indagine, Harry perde un pezzo di sé, sia metaforicamente che letteralmente. Come sempre l'autore mette tantissima carne al fuoco, ma in questo caso la vicenda è più semplice di quello che sembra. Il caso sembra sul punto di essere risolto, ma sai che qualcosa non torna solo perché ti mancano troppe pagine alla fine. Ma il ritmo è alto e in men che non si dica ti ritrovi all'epilogo e la verità è lì, sotto il tuo naso, più semplice di quello che credi, ma con un sadismo che forse abbiamo visto solo con l'Uomo di Neve. Il finale non mi ha troppo soddisfatta, è un compromesso che non tutti sarebbero disposti ad accettare. Lo stile di Nesbø è coerente con i precedenti capitoli, ricchissimo ma assolutamente avvincente e che ti tiene incollato alle pagine. Che altro dire? Ho detto poco o nulla della trama, perché è bello dipanare insieme ad Harry il bandolo della matassa. Se si vuole leggere un buon thriller con tinte molto noir, Harry Hole è una garanzia!
Nicola ZinniNicola Zinni wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Peccato
Storia avvincente, come Nesbo è in grado di scrivere. Però, se c'è una cosa che mi fa imbestialire, questo è il ricorso ad hackeraggi inverosimili per dimostrare nuove informazioni e un protagonista seppur speciale, in grado di resistere ad una ipossia da valanga e dopo poche ore farsi calare da un precipizio. Ecco perché peccato.
SirjoSirjo wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Avvincente e ben congegnato. Ma troppo lungo e con salti nella scrittura che, a volte e poche per la verita, ti costringono a capire di cosa sta parlando. Ma poi scopri che hanno un senso nel racconto. Una trama originale e intrigante.
ValentinaValentina wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Dopo Carrisi, ho fatto un po' fatica ad apprezzare la scrittura di Nesbo, ma la storia si è comunque rivelata avvincente anche se secondo me il livello di complessità continuava a crescere, forse troppo.... Non mancano i colpi di scena!
FrancescaluceFrancescaluce wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Il libro si apre a Hong Kong dove Harry Hole si è rifugiato per sfuggire ai ricordi dolorosi legati al caso dell’uomo di neve. È la disfatta di un uomo: alcolizzato e tossicomane, indebitato e affamato di dolore. La giovane detective Kaja Solness è incaricata di trovarlo e di riportarlo a Oslo per aiutare l’Anticrimine a trovare un nuovo sanguinario serial killer che ha già ucciso diverse donne in modo crudele e misterioso. Non con poche difficoltà, la poliziotta riuscirà nella sua missione, convincendo Harry che tornerà in Norvegia soprattutto per salutare suo padre in fin di vita. Inizialmente reticente e poi Harry spinto dal suo talento innato si lascia trascinare in questo nuovo rompicapo. La cosa più interessante di questa avventura con Harry Hole sono i molteplici cambiamenti di ambientazione: durante l’indagine ci spostiamo in luoghi diversi e Nesbø riesce con disinvoltura a presentare al lettore differenti scenari con credibilità aumentando la suspence e il senso di irrisolto. Non è uno dei miei libri preferiti della serie con Harry Hole: in certi passaggi ho trovato la trama forzata con alcuni personaggi presentati superflui e poco significativi. Resta da dire che è un thriller ben strutturato, ma non fra i migliori di Nesbø.
Marco ++Marco ++ wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
"Io non leggerò mai queste boiate"... Fase Uno "pag 1...Ho voglia di un libro boiata megagalattica..." Fase Due: "pag.14...daidai tutto sommato non è poi così male..." Fase Tre: "-Pag. 27....Oddio, sono in trip completo!!!" Eccomi! Sono il nuovo drogato di Harry Hole.
steam engeniussteam engenius wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Spoiler Alert
www.scaffalivirtuali.altervista.org
Ormai quando mi appresto a leggere un libro di questo autore mi aspetto due cose: la prima è che Harry Hole nelle pagine iniziali vive da ex-detective e non ha intenzione di rientrare in polizia, la seconda è che dopo essere rientrato in polizia condurrà un'indagine appassionante fino alla fine. Un po' ripetitivo, monotono forse, ma fa parte del personaggio, è un pacchetto che per intero va preso o scartato, senza vie di mezzo. Ed è assolutamente da prendere. In questa storia, mentre lui si trova ad Hong Kong ad annebbiare la sua mente da ricordi scomodi, in Norvegia due donne sono morte soffocate dal loro stesso sangue con ferite identiche in bocca. La terza muore in modo molto diverso e apparentemente non c'è alcun legame ma Hole, convinto a tornare in Norvegia per assistere agli ultimi giorni di vita del padre morente, il nesso lo trova subito e l'indagine è emozionante. Una cosa particolare è la dislocazioni dei fatti: c'è un inizio in Asia, Hong Kong, una serie di omicidi in Europa, Norvegia, e elementi essenziali per le indagini in Africa, Congo. Si passa dal freddo inverno nevoso norvegese alla calda estate congolese in pochissimo tempo. Baite in montagna e villaggi sperdute. In tutto ciò c'è una lotta intestina tra la polizia e la Kripos. Hole è affiancato da una bella donna, l'ispettore Kaja Solness, così in gamba da doverci stare attenti. Una indagine molto appassionante, scritta con maestria da un autore che è ormai uno tra i massimi esponenti del genere. Consigliatissimo.
FatimaFatima wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Scritto bene, avvincente, pervaso da una malinconica voglia di lasciarsi andare, abbastanza romantico senza essere stucchevole, ma, soprattutto ricco di colpi di scena: a metà libro il caso è risolto, ma mancano ancora un sacco di pagine... e sono riempite da un vorticoso succedersi di eventi.
LucathewolfLucathewolf wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Molto bello!
Nonostante gli ultimi libri di Nesbo mi siano comunque piaciuti, devo dire che si notava...o almeno io ho notato... una certa rilassatezza narrativa...che non ha sminuito la mia passione per il commissario Hole e per l'autore, ma che in ogni caso io ho percepito. In questo romanzo, invece, ho riassaporato il piacere totale della lettura del romanzo... tanto che ho intervallato la sua lettura molte volte...un po' per cause di forza maggiore (tempo tiranno!) ed un po' perché volevo godermi l'attesa di vedere come andava avanti la storia...un po come si fa con le serie televisive...non so se ho reso l'idea! Combattuto tra la fame di leggerlo tutto di seguito e la voglia di assaporarlo boccone dopo boccone! ha prevalso la seconda...e non me ne sono pentito! Il buon vecchio Hole... con i suoi casini di essere umano difettato... ma la consapevolezza e forse anche l'immodestia di essere meglio di molta umanità che si crede migliore per il solo fatto di essere al vertice ... Bello! Piaciuto! Ciauuuuu
(*)(*)(*)(*)( )
I love Harry Hole. Non ce n’è proprio. È un personaggio che mi piace tantissimo. E le sue (dis)avventure sono sempre avvincenti. Bravo Nesbø!