Il metodo del coccodrillo
by Maurizio de Giovanni
(*)(*)(*)(*)( )(1,668)
Napoli, così, non l'avevamo vista mai. Una città borghese, inospitale e caotica, cupa e distratta, dove ognuno sembra preso dai propri affari e pronto a defilarsi. È esattamente questo che permette a un killer freddo e metodico di agire indisturbato, di mischiarsi alla folla come fosse invisibile. "Il Coccodrillo" lo chiamano i giornali: perché, come il coccodrillo quando divora i propri figli, piange. E del resto, come il coccodrillo, è una perfetta macchina di morte: si apposta, osserva, aspetta. E quando la preda è a tiro, colpisce. Tre giovani, di età e provenienza sociale diverse, vengono trovati morti in tre differenti quartieri, freddati dal colpo di un'unica pistola. L'ispettore Giuseppe Lojacono è l'unico che non si ferma alle apparenze, sorretto dal suo fiuto e dalla sua stessa storia triste. È appena stato trasferito a Napoli dalla Sicilia. Un collaboratore di giustizia lo ha accusato di passare informazioni alla mafia e lui, stimato segugio della squadra mobile di Agrigento, ha perso tutto, a cominciare dall'affetto della moglie e della figlia. È il giovane sostituto procuratore incaricato delle indagini, la bella e scontrosa Laura Piras, a decidere di dargli un'occasione, colpita dal suo spirito di osservazione. E così Lojacono, a dispetto di gerarchie e punizioni, l'aiuterà a trovare il collegamento, apparentemente inesistente, tra i delitti. A scorgere il filo rosso che conduce a un dolore bruciante, a una colpa non redimibile, a un amore assoluto e struggente.

Emmeross67's Review

Emmeross67Emmeross67 wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Letto tutto d’un fiato! Opera incredibile, in perfetto equilibrio tra suspence, narrazione e partecipazione alle vicende dei protagonisti. Avevo conosciuto De Giovanni prima attraverso il commissario Ricciardi, più intimista e vicino alle mie corde, e solo dopo con i Bastardi, leggendo Buio, apprezzando un po’ meno questa seconda serie... Recuperando l’incipit del Coccodrillo, ora però sento che le gerarchie potrebbero mutare. Vero che qui i Bastardi ancora non sono comparsi e che questo volume rappresenta una sorta di prologo, che introduce i personaggi principali o almeno qualcuno di loro, su tutti Lojacono e la Piras, ma anche Letizia... Ma ora la partita tra le due serie appare molto più aperta, incerta, senza un vincitore già designato in partenza. In ogni caso, Lojacono è un po’ figlio di Ricciardi, e anche se non ci sono le premonizioni o i morti a parlare, ci sono i sogni e i tormenti di un padre che vive l’indagine sulla propria pelle...
Cinque meritate stelle!
Emmeross67Emmeross67 wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Letto tutto d’un fiato! Opera incredibile, in perfetto equilibrio tra suspence, narrazione e partecipazione alle vicende dei protagonisti. Avevo conosciuto De Giovanni prima attraverso il commissario Ricciardi, più intimista e vicino alle mie corde, e solo dopo con i Bastardi, leggendo Buio, apprezzando un po’ meno questa seconda serie... Recuperando l’incipit del Coccodrillo, ora però sento che le gerarchie potrebbero mutare. Vero che qui i Bastardi ancora non sono comparsi e che questo volume rappresenta una sorta di prologo, che introduce i personaggi principali o almeno qualcuno di loro, su tutti Lojacono e la Piras, ma anche Letizia... Ma ora la partita tra le due serie appare molto più aperta, incerta, senza un vincitore già designato in partenza. In ogni caso, Lojacono è un po’ figlio di Ricciardi, e anche se non ci sono le premonizioni o i morti a parlare, ci sono i sogni e i tormenti di un padre che vive l’indagine sulla propria pelle...
Cinque meritate stelle!

Comments

Di De Giovanni ho letto solo un episodio relativo a Ricciardi, ma confesso che mi piacerebbe leggere anche altro... Lo trovo davvero bravo.
Di De Giovanni ho letto solo un episodio relativo a Ricciardi, ma confesso che mi piacerebbe leggere anche altro... Lo trovo davvero bravo.
Se devi passare ai Bastardi, parti da questo allora. Lui scrive molto bene, ma sa soprattutto raccontare storie e creare personaggi. Buona lettura
Se devi passare ai Bastardi, parti da questo allora. Lui scrive molto bene, ma sa soprattutto raccontare storie e creare personaggi. Buona lettura