Il mistero del villaggio
by John Ferguson
(*)(*)(*)(*)( )(19)
James Cardew, un ricco gentiluomo che vive in un villaggio nella campagna inglese, da qualche tempo si comporta in maniera insolita: sembra preda di una segreta paura, e i suoi modi gioviali si sono fatti bruschi e scontrosi. Stranezze di un uomo alle soglie della vecchiaia? La sua apprensiva figlia non è di questo avviso e si reca a Londra per sottoporre il problema nientemeno che al famoso criminologo Francis McNab. L'allarme della ragazza si rivela ben presto giustificato, perché quello stesso giorno Cardew viene trovato morto sul prato davanti alla propria abitazione. La causa del decesso sembra essere un attacco cardiaco, ma nel villaggio circolano strane voci che inducono il coroner a svolgere un'inchiesta. Questa, tuttavia, non approda a nulla: i pochi indizi - un portasigarette d'argento abbandonato per strada, un bastone piantato nell'erba vicino a casa della vittima - non consentono di individuare una pista e manca anche un movente plausibile per appuntare i sospetti su qualcuno. Se davvero si tratta di omicidio, il suo autore è incredibilmente scaltro. Ma non così scaltro da sfuggire a Francis McNab...

Albertominazzi's Review

AlbertominazziAlbertominazzi wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Stavolta parto con il voto: 9/10, cioè (tradotto su aNobii) un 5 stelle risicate più che un 4 stelle ampio. A non spingermi a dare cinque stelle piene è la caratterizzazione non completa di tutti i personaggi, che spinge il lettore a concentrarsi più sul “come” che sul “chi” e il fatto (di cui l'autore è incolpevole) che alcune argomentazioni per spiegare la soluzione perdono di peso con la traduzione.
Al di là di questo, è un piacevolissimo giallo classico, con soluzione plausibile introdotta con un discreto colpo di scena, passaggi ad alta tensione e due omicidi dalle modalità “impossibili” spiegati poi razionalmente. A tal proposito, non capisco perché Polillo, che riesce a rendere appetibili con le sue presentazioni libri poi in realtà poco più che discreti, stavolta l'ha riassunto molto debolmente. Se avesse detto che Cardew muore in un campo sotto gli occhi di un testimone, apparentemente da solo e solo apparentemente di morte naturale, mentre il secondo omicidio avviene nonostante il morto sapesse il modo in cui era avvenuto il primo, l'appeal sarebbe stato decisamente maggiore.
AlbertominazziAlbertominazzi wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Stavolta parto con il voto: 9/10, cioè (tradotto su aNobii) un 5 stelle risicate più che un 4 stelle ampio. A non spingermi a dare cinque stelle piene è la caratterizzazione non completa di tutti i personaggi, che spinge il lettore a concentrarsi più sul “come” che sul “chi” e il fatto (di cui l'autore è incolpevole) che alcune argomentazioni per spiegare la soluzione perdono di peso con la traduzione.
Al di là di questo, è un piacevolissimo giallo classico, con soluzione plausibile introdotta con un discreto colpo di scena, passaggi ad alta tensione e due omicidi dalle modalità “impossibili” spiegati poi razionalmente. A tal proposito, non capisco perché Polillo, che riesce a rendere appetibili con le sue presentazioni libri poi in realtà poco più che discreti, stavolta l'ha riassunto molto debolmente. Se avesse detto che Cardew muore in un campo sotto gli occhi di un testimone, apparentemente da solo e solo apparentemente di morte naturale, mentre il secondo omicidio avviene nonostante il morto sapesse il modo in cui era avvenuto il primo, l'appeal sarebbe stato decisamente maggiore.