Il segreto della curatrice
by Laura Usai
(*)(*)(*)( )( )(19)
Gwen convive da sempre con il peso del suo potere, che la porta a viaggiare e a cambiare nome in contin- uazione, senza possibilità di legarsi a luoghi o per- sone. Tutto cambia quando attira l’attenzione del dottor Peter Collins: affascinato dal suo dono, l’uomo le propone di fargli da assistente nella città in cui è stato chiamato a operare; e Gwen, messa alle strette da una serie di eventi, non può fare altro che accettare. Una decisione obbligata, che la vedrà costretta a fidarsi di un uomo che ancora non conosce, andando incontro, per la prima volta, ad un futuro che non ha progettato lei....

Alessandra's Review

AlessandraAlessandra wrote a review
(*)(*)( )( )( )
Buono lo spunto ma...
Non mi è piaciuto.
Mi ha disturbata fin da subito non riuscire a "collocarlo", il linguaggio è moderno, gli atteggiamenti dei personaggi sono moderni, ma la collocazione è nel passato. Peccato che lo si capisca solo dalla presenza delle carrozze al posto delle auto. Per il resto è un'ambientazione molto presente... anche il modo di fare e il linguaggio dei personaggi sono moderni, non certo adatti all'epoca in cui il romanzo è ambientato.
Mi ha disturbato la scelta di non mettere i nomi delle città, se non con l'iniziale puntata.
Mi ha disturbata lo stallo che si respira fino a 3/4 del romanzo, ci sono pochissimi indizi e fuorvianti, la storia non decolla, è un susseguirsi di "false partenze" che evolvono solo nelle ultime pagine.
Peccato, il potenziale ci sarebbe stato, l'idea era buona...
AlessandraAlessandra wrote a review
(*)(*)( )( )( )
Buono lo spunto ma...
Non mi è piaciuto.
Mi ha disturbata fin da subito non riuscire a "collocarlo", il linguaggio è moderno, gli atteggiamenti dei personaggi sono moderni, ma la collocazione è nel passato. Peccato che lo si capisca solo dalla presenza delle carrozze al posto delle auto. Per il resto è un'ambientazione molto presente... anche il modo di fare e il linguaggio dei personaggi sono moderni, non certo adatti all'epoca in cui il romanzo è ambientato.
Mi ha disturbato la scelta di non mettere i nomi delle città, se non con l'iniziale puntata.
Mi ha disturbata lo stallo che si respira fino a 3/4 del romanzo, ci sono pochissimi indizi e fuorvianti, la storia non decolla, è un susseguirsi di "false partenze" che evolvono solo nelle ultime pagine.
Peccato, il potenziale ci sarebbe stato, l'idea era buona...