Il Virus che non esisteva by Gianluca Pistore
Il Virus che non esisteva by Gianluca Pistore

Il Virus che non esisteva

Un viaggio nella Scienza che ci tirerà fuori da questa situazione
by Gianluca Pistore

Composer Andrea Silenzi, Collaborator Andrea Cossarizza, Francesco Maria Galassi, Salvo Di Grazia, Giacomo Gorini, Nino Cartabellotta, Roberta Villa, Walter Ricciardi, Preface by Silvio Brusaferro
(*)(*)(*)(*)(*)(1)
0Reviews0Quotations0Notes
Description
Un viaggio nella Scienza che ci tirerà fuori da questa situazione.

Ci avevano raccontato un virus clinicamente morto e un’emergenza finita. Poi ci hanno detto che erano tutti asintomatici. Poi ci siamo trovati con le terapie intensive piene. Ma cosa dice la Scienza? Quella vera, che studia nei laboratori e non va nei saloni televisivi. Come saranno i vaccini? Come funzionano i test? Perché abbiamo avuto una seconda ondata? Si poteva prevedere? E gestire meglio? In questo libro Gianluca Pistore, divulgatore scientifico, già autore di un bestseller che affronta in maniera chiara e con rigore scientifico la pandemia da Covid-19, ci guida in un appassionante viaggio costellato di incontri con le più importanti autorità del mondo accademico e della divulgazione scientifica in Italia. Gianluca ama raccontare le cose in maniera estremamente semplice, caricando di sorriso e di passione anche i temi più tristi e difficili, e mantenendo sempre un forte rigore scientifico. La prefazione del libro è a cura del Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, il Prof. Silvio Brusaferro, e all’interno del testo si trovano i contributi esclusivi di alcuni dei più importanti accademici italiani impegnati nella lotta al virus: Walter Ricciardi, Andrea Cossarizza, Gabriele Costantino, Francesco M. Galassi, Roberto De Vogli e Davide Tosi e di scienziati, giornalisti, medici e divulgatori scientifici di primo piano in Italia: Roberta Villa, Graziella Morace, Andrea Silenzi, Giacomo Gorini, Nino Cartabellotta, Salvo Di Grazia, Gerardo D’Amico e Stefano Bertacchi.
Il Virus che non Esisteva è un testo provocatorio, che vuole riflettere su ciò che abbiamo scoperto del virus, e su ciò che ancora dobbiamo scoprire. Soprattutto vuole riflettere su come viene comunicata la scienza, sull’impatto che ha nella vita delle persone e su come ognuno di noi può essere più consapevole del momento che stiamo vivendo. Questo non è un libro tecnico, è un libro di passione, di amore per la scienza, che tenta di srotolare la matassa della complessità, e di fare chiarezza in tanta confusione: «La lezione più grande è che non dobbiamo mai smettere di imparare. Di adorare la complessità, non di temerla. Dobbiamo darci tempo. Ricordate quando a marzo e aprile ci sembrava che non ne saremmo più usciti? Poi in estate siamo tornati ad uscire. Nella seconda ondata ci siamo trovati di nuovo a non vedere una via d’uscita, poi però la Scienza ha iniziato a darci qualche risposta. È così, dalle sfide dell’umanità, alle piccole sfide che viviamo nella nostra vita di tutti i giorni. La lezione più grande è mantenere il desiderio: un’attesa, notturna, guardando le stelle, colmi di speranza nel futuro» scrive Gianluca.
«L’Autore in questo suo nuovo libro presenta al lettore una cronistoria di questi mesi così intensi, offrendo conoscenze scientifiche aggiornate e stimoli di riflessione, anche grazie ad interviste a esperti e professionisti direttamente impegnati nella gestione di questa emergenza, utilizzando un linguaggio semplice ed uno stile coinvolgente ed efficace» ha scritto il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, il Prof. Silvio Brusaferro.
«Gianluca ci parla dell'epidemia con la passione del cultore della materia, del professionista maturo, della persona ferita da una perdita grave, ma soprattutto con l'entusiasmo dell'uomo che guarda avanti, ad un futuro in cui questa prova sarà superata grazie all'impegno ed ai sacrifici di tutti». Prof. Walter Ricciardi
Loading...