In dialogo con la solitudine
by Eugenio Borgna
(*)(*)(*)(*)( )(2)
Essere in dialogo con la solitudine significa entrare in relazione con gli abissi della nostra interiorità. In un mondo collegato continuamente in ogni suo aspetto, la solitudine rappresenta l'occasione per scendere lungo i sentieri che portano dentro di sé, e ascoltare le ragioni della immaginazione e del cuore. Eugenio Borgna ci indica in questo libro la direzione, molto spesso confusa e difficile, per aprirsi al dialogo con la solitudine. L'esperienza della pandemia, che ancora permane, ha posto tutti di fronte al significato della solitudine e a quanto essa sia un valido strumento per conoscere il mondo esterno, nelle sue luci e nelle sue penombre. La solitudine è l'anima nascosta e segreta della vita, ma come non avere la sensazione che oggi, nel mondo della modernità esasperata e della comunicazione digitale, sia grande il rischio di naufragare nell'isolamento?

All Reviews

1
Pamela ProiettiPamela Proietti wrote a review
La solitudine dialogica è relazione
La solitudine dialogica è relazione. in questa semplice frase è racchiusa l'essenza del libro. Attenzione e cura per le parole che, nonostante siano i fatti a fare la vita, ne determinano l'andamento. L'approfondimento sulla timidezza che spinge alla solitudine ad ogni leggerezza o piccola (ma grande per una sensibilità spiccata) disattenzione dell'altro. L'immagine della morte che permette di vivere solo nel passato e nel presente e non nel futuro. La distinzione tra solitudine e isolamento. Bellissimo il capitolo sul silenzio: la solitudine si distingue dall'isolamento come il silenzio si distingue dal mutismo. E, non di meno, la riflessione sulla malattia e su come la solitudine possa essere indotta e/o subita. Non sono riuscita ad apprezzare la parte dove venivano portati a confronto, per una riflessione, poeti, scrittori e registi con le loro opere, né una certa deriva cattolica che pervade la seconda metà del libro. A parte alcuni misticismi e l'affollamento di aggettivi (ma questa è una caratteristica di Borgna - lo so) ho trovato la lettura interessante. La solitudine come ponte interiore che unisce i diversi approdi della nostra anima e, la solitudine, come silenzio e ascolto che sono spazio per stare con l'altro, per stare con gli altri.