L'amante inglese di Sissi
by Daisy Goodwin
(*)(*)(*)(*)( )(18)
Nel 1875 Sissi, imperatrice d'Austria, è desiderata da ogni uomo e invidiata da ogni donna. Eppure Sissi, bella, sportiva, colta, ha tutto tranne la felicità. L'etichetta di corte e il suo algido marito, Francesco Giuseppe, la annoiano e frustrano il suo carattere delicato e passionale. Come unico sfogo Sissi si sottopone a un rigoroso allenamento atletico richiedendo al proprio fisico prestazioni agonistiche che non si erano mai viste in una donna del suo rango. Sissi eccelle in particolare come amazzone e quando, in cerca di distrazione, arriva in Inghilterra per partecipare a una battuta di caccia reale, l'incontro con il capitano Bay Middelton, l'unico in Europa capace di tenerle testa a cavallo, si trasformerà in un'attrazione fatale. Di dieci anni più giovane, Bay è fidanzato con la ricca ereditiera Charlotte, per nulla rassegnata a mettere da parte le emozioni che quel cavaliere pieno di fascino ha suscitato in lei fin dal primo istante. D'altra parte, l'uomo, ammaliato dallo splendore di Sissi, sa di avere tutto da perdere nell'amore per una donna che non sarà mai sua. Ma il gentiluomo e l'imperatrice sono entrambi spericolati e non temono le sfide più difficili.

g&london's Review

g&londong&london wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Ho acquistato il libro appena uscito in quanto avevo molto apprezzato il precedente cioè "L'ereditiera americana" tuttavia ho evitato di scrivere il mio parere subito per evitare di influenzare qualcuno. Il libro è bello, l'autrice è sempre accurata nelle sue descrizioni di usi e costumi del periodo e la trama realistica, avvincente e mai scontata. Peccato e dico davvero per gli errori grammaticali, la traduttrice, tale Alessandra di Luzio, evidentemente non sa fare un uso appropriato dei pronomi usando il "gli" maschile riferendosi a figure femminili, creando tra l'altro, non pochi fraintendimenti e altri errori che a mio parere sono imperdonabili considerato anche i 19,50€ spesi... Ricordo che volevo scrivere una mail di protesta all'editore poi ho evitato perché tanto temo, sarebbe stato tempo sprecato.
g&londong&london wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Ho acquistato il libro appena uscito in quanto avevo molto apprezzato il precedente cioè "L'ereditiera americana" tuttavia ho evitato di scrivere il mio parere subito per evitare di influenzare qualcuno. Il libro è bello, l'autrice è sempre accurata nelle sue descrizioni di usi e costumi del periodo e la trama realistica, avvincente e mai scontata. Peccato e dico davvero per gli errori grammaticali, la traduttrice, tale Alessandra di Luzio, evidentemente non sa fare un uso appropriato dei pronomi usando il "gli" maschile riferendosi a figure femminili, creando tra l'altro, non pochi fraintendimenti e altri errori che a mio parere sono imperdonabili considerato anche i 19,50€ spesi... Ricordo che volevo scrivere una mail di protesta all'editore poi ho evitato perché tanto temo, sarebbe stato tempo sprecato.