L'angelo di Marchmont Hall
by Lucinda Riley
(*)(*)(*)(*)( )(224)
Sono passati trent’anni dall’ultima volta che Greta è stata a Marchmont Hall, la magnifica tenuta di famiglia sulle colline del Galles. E adesso, mentre varca i cancelli al fianco di David Marchmont, nipote del suo defunto marito, non può fare a meno di chiedersi se il luogo in cui ha vissuto per tanti anni sarà in grado di dischiudere qualche squarcio sul suo passato. Dopo un terribile incidente d’auto, infatti, Greta non ricorda più nulla e rifiuta di abbandonare il suo appartamento londinese troppo a lungo, tenendo a distanza tutti quelli che hanno fatto parte della sua vita. Tutti tranne David, l’unico amico di cui si fida e per il quale prova qualcosa che va al di là della semplice gratitudine. È stato proprio lui a raccontarle com’era la sua vita prima di quel giorno e a convincerla a trascorrere il Natale a Marchmont Hall. Ma durante una passeggiata nel bosco, ai piedi di un abete, Greta scorge una lapide e spazza via la neve che ricopre l’iscrizione. Certo non immagina che quel nome inciso sulla pietra la travolgerà con un’ondata di ricordi: le serate come ballerina di cabaret nella Londra del ’45, il sogno di sposare un ufficiale americano, l’amicizia con David, giovane comico di buona famiglia che la accoglierà a Marchmont Hall per strapparla alla miseria. E infine il matrimonio con lo zio di David e il rapporto con una figlia che fin da piccola dà segni di forte instabilità. Ma allora perché David le ha nascosto tanti dettagli sul suo passato? Da cosa vuole proteggerla? Un romanzo sconvolgente sul destino e sul­l’amore: l’amore non confessato, l’amore pu­ro, quello che nel silenzio vince su ogni cosa.

All Reviews

24 + 1 in other languages
ErmioneErmione wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Solito stile scorrevole e avvincente. Trama articolata con personaggi ben delineati , non tutti perfetti, classico lieto fine a coronamento. Se volete rilassarvi con una buona lettura, lo consiglio.
ManuelaManuela wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Intrigante, anche se mi rimarrà impresso soprattutto per il nome sciagurato con cui viene sempre chiamata una della protagoniste: si chiama Francesca, perchè ridurlo a Cesca? Ci credo che poi impazzisce!
Roby66Roby66 wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Sempre appassionanti le letture della Riley. In questa storia l' amore e la follia sono raccontati con uno stile avvincente. L'unica nota negativa sono i personaggi di Greta e Cheska che non mi hanno dato nessuna emozione. Non so ci sto ancora pensando. Comunque e' una bella lettura, mi piacciono i misteri.
Adriana2070Adriana2070 wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Fantastico
La scrittura della Riley non delude mai. Libro ben scritto e difficile da lasciare se non arrivi fino alla fine. Stra-consigliato.
SerenaRougesSerenaRouges wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Un romanzo davvero ben articolato. La trama mi è piaciuta molto, anche se la maternità sembra quasi un optional.
Francesca666Francesca666 wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Un romanzo molto interessante e molto realistico. Linguaggio scorrevole e accattivante. Personaggi ben caratterizzati. Bella lettura. Consigliata
Vale SamuVale Samu wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Anche in questo libro i segreti e i colpi di scena non Mangano. Non tutti i personaggi si fanno amare, ma la storia è avvincente e incuriosisce talmente tanto che il libro si divora in un lampo. Io amo questa scrittrice, quando ho il blocco del lettore è l'unica che mi salva
(*)(*)(*)(*)(*)
Bello
Ennesimo libro che leggo di questa autrice ed ennesima soddisfazione. Storia che avvince, trama che incuriosisce e prosa sempre scorrevole e puntuale.
SMILING ALYSMILING ALY wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Una piacevole scoperta
Una mia amica, Marta mi ha consigliato questa autrice e questo è il suo primo libro che leggo. Storia molto molto carina e modo di scrivere che mi ha letteralmente conquistata
AngelaAngela wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Una bella storia con molti personaggi tutti ben descritti. La protagonista principale Greta non mi è piaciuta per nulla. Comunque nel complesso è stata una bella lettura, mai noiosa.