L'Isola di Arturo
by Elsa Morante
(*)(*)(*)(*)(*)(6,311)

All Notes

9
Antonio SenaAntonio Sena added a note
image
Antonio SenaAntonio Sena added a note
image
A Piccoli VaniA Piccoli Vani added a note
image
A Piccoli VaniA Piccoli Vani added a note
image
Lula ●ω●Lula ●ω● added a note
SPOILER L'isola di Arturo un romanzo che mi ha preso fin da subito e mi ha incollata letteralmente alle sue pagine. L'isola non è che un posto magico per il piccolo Arturo, un luogo incantato lontano dall'attualità che lo protegge dalle miserie della vita. Arturo nasce senza conoscere la sua mamma e questa mancanza egli l'avvertirà sempre. Ma grazie alla sua fantasia e spensieratezza di bambino saprà diventare comunque un bravo ragazzo, onesto e forte. L'Isola continuerà a cullarlo lontano dal resto del mondo per la durata della sua infanzia e adolescenza. Arturo È un ragazzino dolce che infondo sogna solo di essere amato, di ricevere affetto, baci e carezze da un padre completamente assente; Arturo vede il padre bello come un Dio ma in realtà e lo scoprirà con il tempo, egli non è che un mezzo pagliaccio "una parodia" come lo canzonano gli altri. Un uomo che soffre del complesso di Edipo o della sindrome di Peter Pan. Un uomo che in realtà non è virile, un omosessuale che pur avendo sicuramente le proprie angustie interiori preferisce amare gli altri piuttosto che amare il proprio figlio. Preferisce soddisfare i propri appetiti sessuali piuttosto che pensare a crescere un figlio che lo ama a dispetto di tutto. Anche se egli vuole bene suo figlio "alla maniera sempre sua" è un essere abbietto e meschino. E questo Nunziatella (la sua seconda sposa) lo sapeva bene, per questo in cuor suo, elle rimane affascinata dalla dolcezza e l'allegrezza del figliastro. Per Arturo, Nunziatella è la prima donna che lui ha modo di conoscere e vivere da vicino, un po' per la sua mancanza di affetto materno, un po' per la dolcezza e ignoranza della Nunziatella che lui finisce per innamorarsene. Ma il loro amore non potrà mai essere consumato, né sfiorato perché Nunziatella,nella sua ignoranza è donna fedele e onesta. Quando l'incantesimo finisce e le cose, come le persone e sopratutto la figura di suo padre si rivela per quello che è, Arturo si allontanerà per sempre da Procida. Il finale, quando egli abbandona l'isola mi fa straziare il cuore. Avrei voluto sapere come sarebbe finita la sua vita e forse questo finale così ti lascia libero di immaginarlo come lo si voglia. Anche se mi ha lasciata addosso molta melanconia lo reputo uno dei libri più belli che abbia mai letto!
Lula ●ω●Lula ●ω● added a note
SPOILER L'isola di Arturo un romanzo che mi ha preso fin da subito e mi ha incollata letteralmente alle sue pagine. L'isola non è che un posto magico per il piccolo Arturo, un luogo incantato lontano dall'attualità che lo protegge dalle miserie della vita. Arturo nasce senza conoscere la sua mamma e questa mancanza egli l'avvertirà sempre. Ma grazie alla sua fantasia e spensieratezza di bambino saprà diventare comunque un bravo ragazzo, onesto e forte. L'Isola continuerà a cullarlo lontano dal resto del mondo per la durata della sua infanzia e adolescenza. Arturo È un ragazzino dolce che infondo sogna solo di essere amato, di ricevere affetto, baci e carezze da un padre completamente assente; Arturo vede il padre bello come un Dio ma in realtà e lo scoprirà con il tempo, egli non è che un mezzo pagliaccio "una parodia" come lo canzonano gli altri. Un uomo che soffre del complesso di Edipo o della sindrome di Peter Pan. Un uomo che in realtà non è virile, un omosessuale che pur avendo sicuramente le proprie angustie interiori preferisce amare gli altri piuttosto che amare il proprio figlio. Preferisce soddisfare i propri appetiti sessuali piuttosto che pensare a crescere un figlio che lo ama a dispetto di tutto. Anche se egli vuole bene suo figlio "alla maniera sempre sua" è un essere abbietto e meschino. E questo Nunziatella (la sua seconda sposa) lo sapeva bene, per questo in cuor suo, elle rimane affascinata dalla dolcezza e l'allegrezza del figliastro. Per Arturo, Nunziatella è la prima donna che lui ha modo di conoscere e vivere da vicino, un po' per la sua mancanza di affetto materno, un po' per la dolcezza e ignoranza della Nunziatella che lui finisce per innamorarsene. Ma il loro amore non potrà mai essere consumato, né sfiorato perché Nunziatella,nella sua ignoranza è donna fedele e onesta. Quando l'incantesimo finisce e le cose, come le persone e sopratutto la figura di suo padre si rivela per quello che è, Arturo si allontanerà per sempre da Procida. Il finale, quando egli abbandona l'isola mi fa straziare il cuore. Avrei voluto sapere come sarebbe finita la sua vita e forse questo finale così ti lascia libero di immaginarlo come lo si voglia. Anche se mi ha lasciata addosso molta melanconia lo reputo uno dei libri più belli che abbia mai letto!
853.914 MOR 5725 Letteratura Italiana
853.914 MOR 5725 Letteratura Italiana
Collocazione: NR 769
Collocazione: NR 769
shanumishanumi added a note
Incipit
shanumishanumi added a note
Incipit
shanumishanumi added a note
Altra frase dopo la dedica
shanumishanumi added a note
Altra frase dopo la dedica
shanumishanumi added a note
Frase aggiuntiva dopo la dedica
shanumishanumi added a note
Frase aggiuntiva dopo la dedica
shanumishanumi added a note
Dedica
shanumishanumi added a note
Dedica