All Quotations

44 + 1 in other languages
Claudia Lemon VaiClaudia Lemon Vai added a quotation
In fondo siamo tutti degli ottimisti: crediamo che ci sarà sempre un altra occasione per fare, o per dire, le cose che ci stanno a cuore.
Claudia Lemon VaiClaudia Lemon Vai added a quotation
In fondo siamo tutti degli ottimisti: crediamo che ci sarà sempre un altra occasione per fare, o per dire, le cose che ci stanno a cuore.
s_macmarys_macmary added a quotation
Il tempo è una cosa curiosa. La maggior parte di noi vive con lo sguardo sempre rivolto in avanti. Giorni, settimane, anni. A un certo punto, tuttavia, ci si rende conto di avere raggiunto l’età in cui c’è da guardare più indietro che avanti. E quando non si ha più molto tempo davanti a sé, bisogna trovare altre cose per cui vivere. I ricordi, magari. (...) Non era che Ove avesse smesso di vivere quando Sonja se n'era andata. Semplicemente, aveva smesso di guardare avanti.
s_macmarys_macmary added a quotation
Il tempo è una cosa curiosa. La maggior parte di noi vive con lo sguardo sempre rivolto in avanti. Giorni, settimane, anni. A un certo punto, tuttavia, ci si rende conto di avere raggiunto l’età in cui c’è da guardare più indietro che avanti. E quando non si ha più molto tempo davanti a sé, bisogna trovare altre cose per cui vivere. I ricordi, magari. (...) Non era che Ove avesse smesso di vivere quando Sonja se n'era andata. Semplicemente, aveva smesso di guardare avanti.
s_macmarys_macmary added a quotation
La morte è una cosa curiosa. Viviamo tutta la vita come se non esistesse, ma il più delle volte è una delle ragioni in assoluto più importanti per vivere. Alcuni di noi ne diventano consapevoli così in fretta che vivono più intensamente, più ostinatamente, e in maniera più furiosa. Altri necessitano della sua costante presenza per sentirsi vivi. Altri ancora finiscono per accomodarsi nella sua sala d’attesa molto tempo prima che lei abbia annunciato il suo arrivo. La temiamo, eppure la gran parte di noi teme soprattutto l’eventualità che colpisca qualcun altro, qualcuno a cui vogliamo bene. Perché la più grande paura legata alla morte è che ci passi accanto. Che si prenda chi amiamo. E che ci lasci soli.
s_macmarys_macmary added a quotation
La morte è una cosa curiosa. Viviamo tutta la vita come se non esistesse, ma il più delle volte è una delle ragioni in assoluto più importanti per vivere. Alcuni di noi ne diventano consapevoli così in fretta che vivono più intensamente, più ostinatamente, e in maniera più furiosa. Altri necessitano della sua costante presenza per sentirsi vivi. Altri ancora finiscono per accomodarsi nella sua sala d’attesa molto tempo prima che lei abbia annunciato il suo arrivo. La temiamo, eppure la gran parte di noi teme soprattutto l’eventualità che colpisca qualcun altro, qualcuno a cui vogliamo bene. Perché la più grande paura legata alla morte è che ci passi accanto. Che si prenda chi amiamo. E che ci lasci soli.
s_macmarys_macmary added a quotation
"Amare una persona è come traslocare in una casa nuova“ diceva sempre Sonja. “All’inizio ci si innamora senza riserve: ogni mattina ci si stupisce del fatto che tutto ci appartenga, come se si temesse che, all’improvviso, qualcuno possa irrompere dalla porta annunciando che si è verificato un grave errore e che non era previsto che si abitasse in un luogo così bello. Con il passare degli anni, però, le facciate si consumano, il legno si scheggia qua e là. Non si è più sopraffatti dallo stupore ogni mattina, e si comincia ad amare la casa non tanto per quel che è perfetto, quanto per quel che non lo è. S’impara a conoscerne ogni angolo e centimetro: come evitare che la chiave si blocchi nella serratura quando fuori gela, quali assi del parquet affondano leggermente quando le si calpesta, e come aprire le ante del guardaroba senza farle cigolare. Tutti quei piccoli segreti che rendono la casa nostra, e di nessun altro.“
s_macmarys_macmary added a quotation
"Amare una persona è come traslocare in una casa nuova“ diceva sempre Sonja. “All’inizio ci si innamora senza riserve: ogni mattina ci si stupisce del fatto che tutto ci appartenga, come se si temesse che, all’improvviso, qualcuno possa irrompere dalla porta annunciando che si è verificato un grave errore e che non era previsto che si abitasse in un luogo così bello. Con il passare degli anni, però, le facciate si consumano, il legno si scheggia qua e là. Non si è più sopraffatti dallo stupore ogni mattina, e si comincia ad amare la casa non tanto per quel che è perfetto, quanto per quel che non lo è. S’impara a conoscerne ogni angolo e centimetro: come evitare che la chiave si blocchi nella serratura quando fuori gela, quali assi del parquet affondano leggermente quando le si calpesta, e come aprire le ante del guardaroba senza farle cigolare. Tutti quei piccoli segreti che rendono la casa nostra, e di nessun altro.“
s_macmarys_macmary added a quotation
Gli uomini come Ove e Rune appartenevano ad una generazione nella quale si era ciò che si faceva, non ciò che si diceva
s_macmarys_macmary added a quotation
Gli uomini come Ove e Rune appartenevano ad una generazione nella quale si era ciò che si faceva, non ciò che si diceva
s_macmarys_macmary added a quotation
Vogliamo tutti vivere un avita dignitosa, ma la dignità è una cosa diversa per ciascuno di noi
s_macmarys_macmary added a quotation
Vogliamo tutti vivere un avita dignitosa, ma la dignità è una cosa diversa per ciascuno di noi
s_macmarys_macmary added a quotation
Ma il dolore è infido: se non viene condiviso, è capace di separare profondamente le persone.
s_macmarys_macmary added a quotation
Ma il dolore è infido: se non viene condiviso, è capace di separare profondamente le persone.
Giovanni Linke CasalucciGiovanni Linke Casalucci added a quotation
Il tempo è una cosa curiosa. La maggior parte di noi vive con lo sguardo sempre rivolto in avanti. Giorni, settimane, anni. A un certo punto, tuttavia, ci si rende conto di avere raggiunto l’età in cui c’è da guardare più indietro che avanti. E quando non si ha più molto tempo davanti a sé, bisogna trovare altre cose per cui vivere. I ricordi, magari.
Giovanni Linke CasalucciGiovanni Linke Casalucci added a quotation
Il tempo è una cosa curiosa. La maggior parte di noi vive con lo sguardo sempre rivolto in avanti. Giorni, settimane, anni. A un certo punto, tuttavia, ci si rende conto di avere raggiunto l’età in cui c’è da guardare più indietro che avanti. E quando non si ha più molto tempo davanti a sé, bisogna trovare altre cose per cui vivere. I ricordi, magari.
Giovanni Linke CasalucciGiovanni Linke Casalucci added a quotation
La morte è una cosa curiosa. Viviamo tutta la vita come se non esistesse, ma il più delle volte è una delle ragioni in assoluto più importanti per vivere. Alcuni di noi ne diventano consapevoli così in fretta che vivono più intensamente, più ostinatamente, e in maniera più furiosa. Altri necessitano della sua costante presenza per sentirsi vivi. Altri ancora finiscono per accomodarsi nella sua sala d’attesa molto tempo prima che lei abbia annunciato il suo arrivo. La temiamo, eppure la gran parte di noi teme soprattutto l’eventualità che colpisca qualcun altro, qualcuno a cui vogliamo bene. Perché la più grande paura legata alla morte è che ci passi accanto. Che si prenda chi amiamo. E che ci lasci soli.
Giovanni Linke CasalucciGiovanni Linke Casalucci added a quotation
La morte è una cosa curiosa. Viviamo tutta la vita come se non esistesse, ma il più delle volte è una delle ragioni in assoluto più importanti per vivere. Alcuni di noi ne diventano consapevoli così in fretta che vivono più intensamente, più ostinatamente, e in maniera più furiosa. Altri necessitano della sua costante presenza per sentirsi vivi. Altri ancora finiscono per accomodarsi nella sua sala d’attesa molto tempo prima che lei abbia annunciato il suo arrivo. La temiamo, eppure la gran parte di noi teme soprattutto l’eventualità che colpisca qualcun altro, qualcuno a cui vogliamo bene. Perché la più grande paura legata alla morte è che ci passi accanto. Che si prenda chi amiamo. E che ci lasci soli.
Giovanni Linke CasalucciGiovanni Linke Casalucci added a quotation
“Amare una persona è come traslocare in una casa nuova“ diceva sempre Sonja. “All’inizio ci si innamora senza riserve: ogni mattina ci si stupisce del fatto che tutto ci appartenga, come se si temesse che, all’improvviso, qualcuno possa irrompere dalla porta annunciando che si è verificato un grave errore e che non era previsto che si abitasse in un luogo così bello. Con il passare degli anni, però, le facciate si consumano, il legno si scheggia qua e là. Non si è più sopraffatti dallo stupore ogni mattina, e si comincia ad amare la casa non tanto per quel che è perfetto, quanto per quel che non lo è. S’impara a conoscerne ogni angolo e centimetro: come evitare che la chiave si blocchi nella serratura quando fuori gela, quali assi del parquet affondano leggermente quando le si calpesta, e come aprire le ante del guardaroba senza farle cigolare. Tutti quei piccoli segreti che rendono la casa nostra, e di nessun altro.“
Giovanni Linke CasalucciGiovanni Linke Casalucci added a quotation
“Amare una persona è come traslocare in una casa nuova“ diceva sempre Sonja. “All’inizio ci si innamora senza riserve: ogni mattina ci si stupisce del fatto che tutto ci appartenga, come se si temesse che, all’improvviso, qualcuno possa irrompere dalla porta annunciando che si è verificato un grave errore e che non era previsto che si abitasse in un luogo così bello. Con il passare degli anni, però, le facciate si consumano, il legno si scheggia qua e là. Non si è più sopraffatti dallo stupore ogni mattina, e si comincia ad amare la casa non tanto per quel che è perfetto, quanto per quel che non lo è. S’impara a conoscerne ogni angolo e centimetro: come evitare che la chiave si blocchi nella serratura quando fuori gela, quali assi del parquet affondano leggermente quando le si calpesta, e come aprire le ante del guardaroba senza farle cigolare. Tutti quei piccoli segreti che rendono la casa nostra, e di nessun altro.“