(*)(*)(*)(*)( )(252)
Ante Valdemar Roos ha quasi sessant'anni e conduce un'esistenza ordinaria. Sua moglie non lo capisce; le figlie di lei lo considerano un fallito; i colleghi di lavoro lo trattano con indifferenza, se non con disprezzo. Ma un giorno la fortuna gli sorride, e la schedina giocata con tanta pazienza anno dopo anno risulta vincente. Valdemar decide di tenere per sé questa notizia e comincia a costruirsi una vita parallela, che comprende un'idilliaca casa nel bosco. Anna Gambowska è una ragazza difficile, in fuga da un centro di recupero per tossicodipendenti. Vent'anni, una chitarra, uno zaino e un passato burrascoso che sta cercando di lasciarsi alle spalle quando si imbatte in un'idilliaca casa nel bosco... L'ispettore Gunnar Barbarotti è bloccato in un letto d'ospedale con una gamba rotta, quando Alice Ekman Roos gli chiede di indagare sulla scomparsa del marito. Il caso non sembra complicato, finché le ricerche condotte dai colleghi dell'ispettore non portano al ritrovamento di un cadavere: di chi si tratta? E cos'ha a che fare con Anna? O con Valdemar?

La Stamberga dei Lettori's Review

(*)(*)(*)( )( )
Il romanzo è diviso in due parti: nella prima viene raccontata la vita dei due personaggi principali: il sessantenne Valdemar e la ventenne Anna; nella seconda si verifica un delitto ed iniziano le indagini della polizia.
Nonostante il lettore possa essersi avvicinato al romanzo in quanto “giallo”, è la prima parte del libro la più interessante; in essa l’autore fa una dettagliata analisi psicologica dei due protagonisti entrambi insoddisfatti delle loro esistenze. Valdemar scappa dalla seconda moglie che gli impone in casa la presenza delle sue figlie e dei loro fidanzati, nonché i parenti di lei che lo disprezzano. Anna fugge dal ricovero per tossicodipendenti in cui è in terapia per curarsi ma in cui si sente fuori luogo.
Non si può non trovare simpatia per i due personaggi: Valdemar, considerato da tutti una persona noiosa, e Anna che, nonostante la giovane età, ha un passato burrascoso di droga e violenze e viene dipinta come una ragazza ribelle, nonostante sia invece molto dolce.
Due persone che devono ricostruire in qualche modo le loro vite, due solitudini che si incontrano e che trovano sostegno una nell’altra.

Continua su:
lastambergadeilettori.com/2014/05/luomo-con-due-vite-hakan-nesser.html