La casa senza ricordi
by Donato Carrisi
(*)(*)(*)(*)( )(313)
Un bambino senza memoria viene ritrovato in un bosco della Valle dell’Inferno, quando tutti ormai avevano perso le speranze. Nico ha dodici anni e sembra stare bene: qualcuno l’ha nutrito, l’ha vestito, si è preso cura di lui. Ma è impossibile capire chi sia stato, perché Nico non parla. La sua coscienza è una casa buia e in apparenza inviolabile. L’unico in grado di risvegliarlo è l’addormentatore di bambini. Pietro Gerber, il miglior ipnotista di Firenze, viene chiamato a esplorare la mente di Nico, per scoprire quale sia la sua storia. E per quanto sembri impossibile, Gerber ce la fa. Riesce a individuare un innesco – un gesto, una combinazione di parole – che fa scattare qualcosa dentro Nico. Ma quando la voce del bambino inizia a raccontare una storia, Pietro Gerber comprende di aver spalancato le porte di una stanza dimenticata. L’ipnotista capisce di non aver molto tempo per salvare Nico, e presto si trova intrappolato in una selva di illusioni e inganni. Perché la voce sotto ipnosi è quella del bambino. Ma la storia che racconta non appartiene a lui.

All Reviews

51
sauro buongarzonesauro buongarzone wrote a review
(*)(*)( )( )( )
criptico
Scrittura coinvolgente. La trama è intrigante ma alla fine l'autore s'è perso e mi ha fatto perdere anche me. Che finale c'è stato: non c'ho capito niente, forse il linguaggio era volutamente criptico solo per gli iniziati dell'ipnosi clinica. Non mi è piaciuto.
PaolettaPaoletta wrote a review
(*)(*)( )( )( )
Solo io non ho capito il finale?
DhaliDhali wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
"Le storie non dovrebbero mai rimanere in sospeso"
Ho letto con molte aspettative il seguito de "La casa delle voci", ma sono rimasta abbastanza delusa. Vengono descritte tante tecniche ipnotiche su cui evidentemente Carrisi si è documentati a fondo (ci tiene a precisarlo anche nel finale del romanzo), ma a volte sfociano nell'incredibile e quasi nel ridicolo (la licantropia?!). Mi è sembrato tutto molto tirato per i capelli, si riprende giusto nel finale con una "spiega" su chi possa essere l'Affabulatore, ma poi il finale resta più che aperto.... Attendiamo la terza parte per sapere come andrà a finire.
Lasiandrea Lasiandrea wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
INTRIGANTE
Intrigante dall'inizio alla fine...continui a chiederti cosa accadrà al prossimo capitolo... Avvincente.
Laura CasagrandeLaura Casagrande wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Sono stata un po’ delusa leggendo Io sono l’abisso l’anno scorso, purtroppo non mi ha passionata per niente e non sono entrata in sintonia con i personaggi. Sono stata quindi molto felice di questa nuova uscita di Carrisi, la casa senza ricordi mi è piaciuto moltissimo. Consiglio di leggere il prequel “la casa delle voci” prima di iniziare questo, per avere chiari tutti i punti di questo thriller psicologico. Un bambino viene ritrovato nei boschi dopo essere scomparso per 8 mesi, senza memoria. Sta a Pietro Gerber cercare di entrare nella sua mente per ricostruire l’accaduto. Una lettura fluida, avvincente, che ti tiene incollato alle pagine. Nota dolente… il finale aperto. Il finale aperto noooo 😖😖😩😩 ora attendo con ansia un seguito
Kermit The FrogKermit The Frog wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
peccato il finale
buon ritmo, peccato il finale un po' "meh"
AmbraAmbra wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Con questo libro mi è successa la stessa cosa accaduta con “La casa delle voci”. All’inizio mi ha preso tantissimo e quasi non riuscivo a staccarmene, verso metà ha iniziato a farsi sempre più pesante. Mi sono dovuta forzare per finirlo. Peccato, perché le premesse sono sempre ottime.
paolapaola wrote a review
Carrisi"La casa dei ricordi" E , si, lo devo ammettere , i libri di Carrisi non mi schiodano dalla sedia,la lettura è frenetica,non riesco a fermarmi, voglio arrivare al finale.I suoi libri ti incantano, ti trascinano in una dimensione surreale, i suoi personaggi ti rapiscono.Dopo "La casa delle voci", ritorna Gerber, lo psicologo"addormentatore dei bambini", che attraverso l'ipnosi riesce a scoprire le più atroci verità!!!!Consigliatissimo
SerenaSerena wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Un libro che mi ha irritato e irretito per tutto il tempo di lettura. Irritato per la poca credibilità di quel che succede: per quanto le tecniche ipnotiche descritte siano reali, come l'autore stesso tiene a precisare a fine libro, gli esiti mi sono sembrati davvero poco attendibili, manovrati per condurre la narrazione secondo un filo non strettamente logico ma opportunistico. Però la curiosità di sapere cosa succede dopo mi ha spinto a leggere le pagine di corsa, seppure poco plausibile la storia è avvincente. Non tutto viene svelato, questa è solo una puntata (la seconda visto che questo libro è il seguito de La casa delle voci), toccherà aspettare la prossima casa per sapere come va a finire.
LorelyLorely wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
così così
Considero Carrisi lo "scrittore delle aspettative tradite". Mi spiego: è molto bravo ad iniziare una storia costruendo trame ricche di pathos e mistero tanto che tu dici "uh chissà come andrà a finire..." Ma poi è come se le vicende si sgonfiassero, lasciando nella sottoscritta sempre un velo di delusione. Anche questo libro non devia dai soliti binari. Resta il fatto che Carrisi scrive bene e si legge facilmente. Però...