La musica è il mio radar
(*)(*)(*)(*)( )(4)
Tra fiction e realtà, diciannove autori famosi e meno famosi, giovani e meno giovani, scrivono di se stessi per rendere omaggio alla musica. Ne emerge un incredibile e variegato universo sonoro, a volte quasi impercettibile, pacifico e di sottofondo, altre volte dirompente e rumoroso, altre ancora divertente, spiazzante, ma sempre lì, a meno di un passo da noi, ben presente come un abbraccio, come un singolare compagno di viaggio dell'esistenza. Dai dischi in vinile al mitico Walkman degli anni Ottanta, dalla musica come riscatto sociale e mezzo di comunicazione all'attuale processo di globalizzazione sonora e di saturazione del mercato, da Battisti, De Gregori e Tenco a Kurt Cobain e Bob Dylan, ricordi di infanzia, di tempi e luoghi lontani si mescolano in narrazioni oniriche e romantiche tra zarzuela e rock'n'roll. Diciannove racconti che parlano di musica e di vita e di come la prima sia importante per la seconda, perché capace di legare imprescindibilmente a sé i momenti più indimenticabili dell'esistenza di ogni essere umano.

M Scalabrina 's Review

M Scalabrina M Scalabrina wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Un grande plauso ai progetti di questo tipo
la musica a fare da guida o radar è il caso di dirlo in questo progetto letterario curato da Massimiliano Nuzzolo. Tante penne, più o meno famose, tante vite diverse e generi diversi. Ciò che colpisce del libro nella maggioranza dei casi è la sincerità con cui gli autori ci parlano della musica e della loro vita. Assai lodevole che il progetto in qualche modo sensibilizzi alle cause umanitarie e tracci un legame con l'acqua. Un grande plauso ai progetti di questo tipo!
M Scalabrina M Scalabrina wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Un grande plauso ai progetti di questo tipo
la musica a fare da guida o radar è il caso di dirlo in questo progetto letterario curato da Massimiliano Nuzzolo. Tante penne, più o meno famose, tante vite diverse e generi diversi. Ciò che colpisce del libro nella maggioranza dei casi è la sincerità con cui gli autori ci parlano della musica e della loro vita. Assai lodevole che il progetto in qualche modo sensibilizzi alle cause umanitarie e tracci un legame con l'acqua. Un grande plauso ai progetti di questo tipo!