La scuola in giallo
by Alan Bradley, Alicia Gimenez-Bartlett, Esmahan Aykol, Francesco Recami, Gian Mauro Costa, Laura Pariani, Maurizio De Giovanni, Nicola Fantini
(*)(*)(*)(*)( )(216)
L'autunno è scuola e quando le lezioni ricominciano basta sollevare un lembo del tessuto della normalità, per mezzo della finzione letteraria, per scoprire il mistero che nelle aule si nasconde. È quello che fanno gli autori di questi racconti gialli che amplificano appena appena in senso criminale quello che tutti i giorni vivono studenti e insegnanti. Esmahan Aykol mostra una sorta di delitto passivo del fondamentalismo che si diffonde in una scuola di quartiere povero a Istanbul. In una Palermo odorosa e putrescente Gian Mauro Costa inscena un racket di ladri di biciclette che racchiude come in un bocciolo un amore di adolescenti di un'epoca lontana. Alicia Giménez-Bartlett immagina il femminicidio anomalo di una quindicenne. Il pensionato Consonni della Casa di Ringhiera dello scrittore Recami dimostra che, quando si mettono di mezzo le famiglie, ne può uccidere più la psicosi della stessa pedofilia. Nella Napoli splendida e disperata di Maurizio de Giovanni un giovane è conteso tra la scuola e la camorra. La coppia Fantini e Pariani racconta di due insegnanti sessantenni alle prese con il tragico segreto di una setta cyberfantasy di bulli. Nel vetusto college inglese di Alan Bradley, la piccola Flavia de Luce indaga su un cadavere nel laboratorio di chimica fisica. A rappresentarla in giallo la scuola appare un teatro naturale del realismo narrativo: lotta di classe, il disagio sociale, le offese del bigottismo e dell'ipocrisia.

Mapaola's Review

MapaolaMapaola wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
A. Gimenez-Bartlett “Tempi difficili” - Petra e l’intreccio qui mi sono piaciuti più del solito, ma la Bartlett non è decisamente nelle mie corde, non va oltre la sufficienza
G.M. Costa “Un colpo in canna” – Il personaggio Baiamonte sempre piacevole, racconto più che sufficiente
A. Bradley “Lo strano caso del cadavere di rame” – L’umorismo (e il “giallismo” - mi si conceda il termine) di questo autore non lo capirò mai
Fantini – Pariani “Il rasoio di Asimov” – Devo segnarmi bene in mente di saltare a piè pari il prossimo racconto che trovo di questi due perché assolutamente incomprensibili, inconcludenti e... inutili
F. Recami “Il mostro del Casoretto” – I personaggi della Casa di ringhiera ormai sono di famiglia per me, anche quando un po’ sottotono come in questo racconto è piacevole scoprirne le evoluzioni
E. Aykol “Alla scuola femminile di Corano” – Mi ero ripromessa di non leggere più la Aykol e invece ci sono ricascata, ma solo perché mi intrigava l’argomento, confermo che non mi piace proprio
M. De Giovanni “Un telegramma da Settembre” – Dulcis in fundo! Grande De Giovanni che rialza decisamente la media scarna di questa raccolta! Il personaggio di Gelsomina Settembre e del suo entourage sono piacevolissimi…. A quando un’opera prima con lei protagonista?!?
MapaolaMapaola wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
A. Gimenez-Bartlett “Tempi difficili” - Petra e l’intreccio qui mi sono piaciuti più del solito, ma la Bartlett non è decisamente nelle mie corde, non va oltre la sufficienza
G.M. Costa “Un colpo in canna” – Il personaggio Baiamonte sempre piacevole, racconto più che sufficiente
A. Bradley “Lo strano caso del cadavere di rame” – L’umorismo (e il “giallismo” - mi si conceda il termine) di questo autore non lo capirò mai
Fantini – Pariani “Il rasoio di Asimov” – Devo segnarmi bene in mente di saltare a piè pari il prossimo racconto che trovo di questi due perché assolutamente incomprensibili, inconcludenti e... inutili
F. Recami “Il mostro del Casoretto” – I personaggi della Casa di ringhiera ormai sono di famiglia per me, anche quando un po’ sottotono come in questo racconto è piacevole scoprirne le evoluzioni
E. Aykol “Alla scuola femminile di Corano” – Mi ero ripromessa di non leggere più la Aykol e invece ci sono ricascata, ma solo perché mi intrigava l’argomento, confermo che non mi piace proprio
M. De Giovanni “Un telegramma da Settembre” – Dulcis in fundo! Grande De Giovanni che rialza decisamente la media scarna di questa raccolta! Il personaggio di Gelsomina Settembre e del suo entourage sono piacevolissimi…. A quando un’opera prima con lei protagonista?!?