La sesta moglie
by Philippa Gregory
(*)(*)(*)(*)( )(35)
A trent'anni, Caterina Parr è una donna ancora giovane, eppure già vedova due volte, di due mariti sposati per ragioni molto pratiche e ben poco romantiche. Ora, finalmente, ha un amore segreto che la appaga profondamente, e non chiede di più. Ma quando un uomo abbastanza vecchio da essere suo padre, un uomo che ha già seppellito quattro mogli, le intima di sposarlo, lei non ha scelta. Perché Caterina non nutre alcun dubbio sul fatto che quell'uomo sia straordinariamente pericoloso: il suo nome è Enrico VIII, è il suo re e le ultime due regine non sono durate più di una manciata di mesi. Per fortuna, e grazie all'intelligenza e alla sensibilità di Caterina, Enrico adora la sua nuova sposa, tanto che la loro unione è benedetta da una sconfinata fiducia reciproca. Indipendente, avida di conoscenza e vivacissima, la nuova regina domina da subito la scena. Prima di tutto riunisce la famiglia reale sotto lo stesso tetto, riportando a casa i principi Elisabetta, Maria ed Edoardo e gettando le basi per il futuro. Poi fonda un circolo riformista proprio nel cuore della corte. Diventa addirittura reggente mentre Enrico è lontano, conquistando definitivamente il capriccioso marito. Però qualcuno comincia a pensare che tutto quel potere sia troppo per una donna del suo tempo. Qualcuno che insinua il dubbio sulla sua fede. Qualcuno che arriva ad accusarla di eresia. La pena è terribile, Caterina rischia di morire sul rogo. A meno che...

Anna Paola's Review

Anna PaolaAnna Paola wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
bellissima ricostruzione dell'ultimo matrimonio di Enrico VIII con Caterina Parr che narra in prima persona le vicende di cui è protagonista insieme agli altri attori, primo tra tutti il capriccioso e temibile sovrano. Meno nota delle altre mogli, è invece un personaggio di grande spessore intellettuale che ama circondarsi di uomini e donne di cultura,attivi nel dibattito religioso che caratterizza l'Inghilterra dell'epoca.Ama scrivere e coltivare la sua capacità di elaborare un pensiero autonomo,al punto da incorrere nel sospetto di eresia da parte del re stesso,aizzato da una censura costante sull'operato di Caterina.Scritto in maniera elegante ,riesce a coinvolgere il lettore in vicende lontane dalla nostra epoca ma non per questo meno importanti per capire realtà cruciali della storia europea.
Anna PaolaAnna Paola wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
bellissima ricostruzione dell'ultimo matrimonio di Enrico VIII con Caterina Parr che narra in prima persona le vicende di cui è protagonista insieme agli altri attori, primo tra tutti il capriccioso e temibile sovrano. Meno nota delle altre mogli, è invece un personaggio di grande spessore intellettuale che ama circondarsi di uomini e donne di cultura,attivi nel dibattito religioso che caratterizza l'Inghilterra dell'epoca.Ama scrivere e coltivare la sua capacità di elaborare un pensiero autonomo,al punto da incorrere nel sospetto di eresia da parte del re stesso,aizzato da una censura costante sull'operato di Caterina.Scritto in maniera elegante ,riesce a coinvolgere il lettore in vicende lontane dalla nostra epoca ma non per questo meno importanti per capire realtà cruciali della storia europea.

Comments

Caterina Parr, l'ultima moglie di Enrico VIII, è figura molto interessante, istruita e intelligente, vissuta in un contesto storico, quello del regno di Enrico VIII, molto centrato sul ruolo contrapposto della chiesa cattolica e di quella anglicana. Ricostruzione storica abbastanza fedele con qualche inserimento romanzesco. Una leggera suspence e una scrittura piacevole rende la lettura gradevole.
Caterina Parr, l'ultima moglie di Enrico VIII, è figura molto interessante, istruita e intelligente, vissuta in un contesto storico, quello del regno di Enrico VIII, molto centrato sul ruolo contrapposto della chiesa cattolica e di quella anglicana. Ricostruzione storica abbastanza fedele con qualche inserimento romanzesco. Una leggera suspence e una scrittura piacevole rende la lettura gradevole.
Direi che non aveva scelta, la sesta moglie, sposare uno psicopatico, poi...per salvarsi la vita e guardarsi ogni giorno dal branco che la voleva al patibolo, una barbarie questa corte, ma nell'insieme ben scritto anche se un po' pesante nella descrizione dei suoi pensieri piu' bui
Direi che non aveva scelta, la sesta moglie, sposare uno psicopatico, poi...per salvarsi la vita e guardarsi ogni giorno dal branco che la voleva al patibolo, una barbarie questa corte, ma nell'insieme ben scritto anche se un po' pesante nella descrizione dei suoi pensieri piu' bui