La stanza da bagno by Jean-Philippe Toussaint
  • More by Jean-Philippe Toussaint
  • See All
La stanza da bagno by Jean-Philippe Toussaint

La stanza da bagno

by Jean-Philippe Toussaint

Translated by Leonella Prato Caruso

(*)(*)(*)(*)( )(531)

55Reviews0Quotations0Notes

Description

Un giovane un po' abulico e con una predilezione per il côté swiftiano dell'esistenza, si installa nella stanza da bagno. Legge, medita, riceve amici e parenti... L'avvio è ben poco "letterario". Ma prorpio dalla vasca inizia il viaggio in un quotidiano talmente banale da diventare fantastico. I rapporti con una ragazza dal nome androgino. Un viaggio a Venezia dove Venezia, però, importa meno della stanza d'albergo (con bagno). Il gioco delle freccette e il calcio alla televisione. Una sinusite. Il rientro a Parigi. Un invito all'ambasciata d'Austria. Dietro la disinvoltura del racconto e i luoghi dell'idiozia quotidiana è il movimento che il protagonista compie verso quella pace - apparente - che deriva da una completa assenza di pensiero. I piani di lettura sono molteplici. Del movimento e dell'immobilità di Toussaint. Da un lato l'immobilità, la mineralizzazione del cervello - le piastrelle del bagno, gli smalti dei sanitari, la staticità di Mondrian -; dall'altra il movimento, la vita, l'Autre (andrà il protagonista al ricevimento all'ambasciata?). L'ironia sottile che pervade ogni pagina non deve depistare il lettore: è, forse, il romanzo di una generazione di perplessi.
Loading...