La terra moltiplicata
by Greg Egan
(*)(*)(*)(*)( )(77)
La notte del 15 novembre 2034 ha cambiato il futuro dell'umanità. Le stelle sono sparite dal cielo, cancellate dalla Bolla, una sfera misteriosa con cui qualche ignota entità ha deciso di porre la Terra in quarantena, isolando il sistema solare e tutto ciò che contiene dal resto dell'universo. Le sonde inviate in esplorazione subiscono un destino ignoto e l'unica cosa che resta da fare è convivere con questo strano destino, cercando di non soccombere all'isteria collettiva o a deliranti sette religiose, come i Figli dell'Abisso. Nick Stavrianos aveva otto anni quando la Bolla apparve nel cielo, ma adesso è cittadino di un mondo dove cibernetica, reti informatiche e bioingegneria possono modificare a piacimento la mente umana e trasformare ogni aspetto della vita quotidiana. Ormai la febbre della Bolla si è sopita, ma sta accadendo qualcos'altro di inspiegabile. Laura Andrews, una paziente ricoverata all'Hilgemann Insttute per una grave malattia cerebrale, è già "sparita" inspiegabilmente un paio di volte, eludendo tutte le misure di sicurezza. Quando il fatto si ripete, Nick deve entrare in azione: scovare il suo nascondiglio e scoprire una volta per tutte il suo segreto. Ma non è un caso come tutti gli altri, perché l'inizio delle sue indagini coincide con la fine dell'universo come noi lo conosciamo... Una visione potente e suggestiva che sa interpretare nel modo migliore la fantascienza negli anni '90.

Ubiqua (trasferita su GoodReads, nome Sara Mazzoni)'s Quotes

Le stelle sono scomparse! Cos'altro poteva essere se non l'Apocalisse? (In effetti, nell'Apocalisse si parla di stelle che cadono sulla terra... ma queste cose non vanno mai prese troppo alla lettera). Persino i fanatici idolatri e i millenaristi da strapazzo potevano dire la loro; gli anni 2000 e 2001 erano certo stati una solenne delusione, visto che non si era verificato nessun evento cosmico; ma considerando le imprecisioni del calendario essi affermavano che il 2034 sarebbe dovuto essere il duemillesimo anniversario non della nascita di Cristo, ma della sua morte e resurrezione. (Ma allora la Pasqua sarebbe caduta il 15 novembre. Si tentò di elaborare una spiegazione cervellotica, tirando in ballo anche un non meglio precisato "Slittamento della Pasqua Ebraica", ma io non ero così masochista da prestargli fede). Era il Giorno del Giudizio riscritto da qualche bigotta Camera di Commercio.
Le stelle sono scomparse! Cos'altro poteva essere se non l'Apocalisse? (In effetti, nell'Apocalisse si parla di stelle che cadono sulla terra... ma queste cose non vanno mai prese troppo alla lettera). Persino i fanatici idolatri e i millenaristi da strapazzo potevano dire la loro; gli anni 2000 e 2001 erano certo stati una solenne delusione, visto che non si era verificato nessun evento cosmico; ma considerando le imprecisioni del calendario essi affermavano che il 2034 sarebbe dovuto essere il duemillesimo anniversario non della nascita di Cristo, ma della sua morte e resurrezione. (Ma allora la Pasqua sarebbe caduta il 15 novembre. Si tentò di elaborare una spiegazione cervellotica, tirando in ballo anche un non meglio precisato "Slittamento della Pasqua Ebraica", ma io non ero così masochista da prestargli fede). Era il Giorno del Giudizio riscritto da qualche bigotta Camera di Commercio.
0