Lo stereoscopio dei solitari by J. Rodolfo Wilcock
Lo stereoscopio dei solitari by J. Rodolfo Wilcock

Lo stereoscopio dei solitari

by J. Rodolfo Wilcock
(*)(*)(*)(*)(*)(139)
30Reviews10Quotations0Notes
Description
«Simile ai favolisti delle antiche civiltà perdute, che prescindevano da qualunque tipo di moralità, limitandosi ai graffiti, Wilcock ha l'aria di ribellarsi ai precetti seguiti da un La Fontaine (o da un Fedro). Osserva il "possibile" delle combinazioni telluriche, terrestri o sociali, e annota il discrimine fra il simile e l'omologo, puntando sull'inafferrabile controversia dell'irrealtà che lotta con se stessa, per non apparire irreale. Non c'è bisogno quindi di trovargli una collocazione letteraria, un posticino accanto a Landolfi o a Flaiano, a Manganelli o a Ceronetti. Il suo posto se lo è fatto.» (Giacinto Spagnoletti)
Loading...