Maddalena e le apocalissi
by Luigi Bernardi
(*)(*)(*)(*)(*)(13)
"Solo il mare", "Il gioco di M.", "Fuoco sui miei passi": Tre storie di amore e di fine del mondo, tre immaginari singolari e morbosi, tre voci per raccontare l'apocalisse prossima ventura.

Barbara Gozzi's Review

Barbara GozziBarbara Gozzi wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Amare e distruggere non possono che essere le cose più complesse, sfaccettate, faticose e inversamente proporzionali possibili. M però ha trovato alcune chiavi, entra ed esce dai labirinti costruiti da Bernardi (ma anche il contrario: labirinti che si è fatta spennellare ad hoc dal suo autore, per essere ciò che vuole, la protagonista imprevedibile, accogliente e spietata di questa raccolta). Non a caso, il narratore-protagonista racconta ma finisce risucchiato proprio da ciò che racconta, lui c’è ma è un gioco di specchi con M(Maddalena). Il terzo racconto ha già avuto una ‘prima vita’ indipendente con lo stesso editore (‘Fuoco sui miei passi’, 2010). Un assemblamento ben riuscito, tre storie piene di fili ad annodarle, confonderle, ingarbugliarle. E tanti saluti a lei, chiunque sia, tira fuori diverse abilità del narratore Bernardi.

Mi chiedo come abbia fatto, non smetterò di chiedermelo. M.era una donna dalle risorse ineguagliabili: sapeva convincere, era difficile che qualcuno si sottraesse alle sue richieste. Cerco di immaginare i suo passi, dall’idea alla realizzazione: mi commuovo e allo stesso tempo mi esalto.
(pag.69)
Barbara GozziBarbara Gozzi wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Amare e distruggere non possono che essere le cose più complesse, sfaccettate, faticose e inversamente proporzionali possibili. M però ha trovato alcune chiavi, entra ed esce dai labirinti costruiti da Bernardi (ma anche il contrario: labirinti che si è fatta spennellare ad hoc dal suo autore, per essere ciò che vuole, la protagonista imprevedibile, accogliente e spietata di questa raccolta). Non a caso, il narratore-protagonista racconta ma finisce risucchiato proprio da ciò che racconta, lui c’è ma è un gioco di specchi con M(Maddalena). Il terzo racconto ha già avuto una ‘prima vita’ indipendente con lo stesso editore (‘Fuoco sui miei passi’, 2010). Un assemblamento ben riuscito, tre storie piene di fili ad annodarle, confonderle, ingarbugliarle. E tanti saluti a lei, chiunque sia, tira fuori diverse abilità del narratore Bernardi.

Mi chiedo come abbia fatto, non smetterò di chiedermelo. M.era una donna dalle risorse ineguagliabili: sapeva convincere, era difficile che qualcuno si sottraesse alle sue richieste. Cerco di immaginare i suo passi, dall’idea alla realizzazione: mi commuovo e allo stesso tempo mi esalto.
(pag.69)