Moscoviade
by Jurij Andruchovyc
(*)(*)(*)(*)( )(11)
La "moscoviade" è la cronaca dell'ultimo giorno della vita di un talento poetico dell'Ucraina occidentale, Otto von F., che si trova a Mosca negli ultimi anni di agonia della Perestrojka in un ostello per gli scrittori dell'Unione Sovietica. L'esperienza autobiografica, che evidentemente è la fonte di questo romanzo, viene filtrata e distillata nella narrazione in cui l'autore ci mostra un volto della capitale russa del tutto inedito. Mosca che è la vera protagonista del romanzo di Andruchovyc - è fotografata dall'occhio di un "allogeno", di un rappresentante di una delle tante "esotiche" nazionalità che componevano quello che l'autore chiama "l'Impero Sovietico". La fine di questo gigante dai piedi di argilla si approssima con tutta evidenza. Così quelli che erano stati concepiti come i simboli della sua forza (le monumentali stazioni della metropolitana, i grattacieli) diventano ridicole e grottesche vestigia di un passato persino inglorioso. Per il povero Otto von F., il crollo dell'impero, del quale egli appare del tutto consapevole, è un momento in cui le ombre del passato vagano minacciose in una città stordita.

Palombaro68's Review

Palombaro68Palombaro68 wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
A mio parere il migliore romanzo ucraino e, nello stesso tempo, una delle migliori testimonianze dello smarrimento dell'epoca della Perestrojka, quando gli idoli di una società crollarono nel giro di pochi anni.
Palombaro68Palombaro68 wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
A mio parere il migliore romanzo ucraino e, nello stesso tempo, una delle migliori testimonianze dello smarrimento dell'epoca della Perestrojka, quando gli idoli di una società crollarono nel giro di pochi anni.