Neonomicon
by Alan Moore
(*)(*)(*)(*)( )(325)
Contiene: Neonomicon, The Courtyard. ESAURITA A TEMPO RECORD, ARRIVA LA RICHIESTISSIMA RISTAMPA DI NEONOMICON, CON UNA NUOVA COPERTINA! Un magistrale omaggio al genio di H.P. Lovecraft illustrato da Jacen Burrows. Quindici delitti con lo stesso modus operandi per un’indagine in bilico su un abisso di raccapricciante follia. Di Alan Moore, autore di Watchmen, V for Vendetta e From Hell, e Jacen Burrows!

All Reviews

38 + 7 in other languages
Xander LavelleXander Lavelle wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Non ho mai amato Lovecraft e l'Alan Moore anni 2000 non mi entusiasma, quindi mi son avvicinato a questo fumetto parecchio perplesso. Non è un capolavoro. C'è un sacco di sesso e parecchia fuffa. A conti fatti non mi è dispiaciuto, il finale non è malvagio. Non ci ho trovato l'Alan Moore che mi aveva affascinato negli anni novanta, ma credo che ormai sia ufficialmente andato chissà dove, sostituito dal mago fuffologico a tempo pieno. Peccato.
RaflesiaRaflesia wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
I miti di Chutulu di Lovercraft rivivono in questa bellissima graphic novel disegnata dal sempre eccellente Alan Moore, una storia originale disegnata divinamente e ricca di colpi di scena. Un fumetto straniante ma superbo. Lo consiglio a tutti gli amanti dello scrittore di Providence.
(*)(*)(*)(*)( )
The first part is nothing short of incredible, a perfect modernisation of H.P. Lovecraft's universe. Then Moore decides to show too much, whereas Lovecraft had always left everything blurred. Sure, the protagonist even explains why in her analysis of Lovecraft's work and of what (she thinks) it means. But the finale picks up and is once again jaw-dropping.
EttoreEttore wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
dall'horror al porno
Bei disegni e bella la prima parte della storia e il voto sarebbe 4 stelle; la seconda parte è decisamente peggiore, si va sul porno (soft?) poco horror e mistero, voto 2 stelle. Moore ha fatto di meglio....
MyeoMyeo wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Alan Moore è un genio! Non bisogna aggiungere altro. Questa sua rivisitazione di Lovecraft è una delle più belle, crude, avvincenti, folli, grottesche e allucinanti che abbia mai letto!
AbsinthementAbsinthement wrote a review
(*)(*)( )( )( )
Spoiler Alert
Bah.
Non ho molto da dire su questo coso. Non mi ha colpito per la bellezza della trama, che anzi credo sia piuttosto stupida. Trovo insopportabile l'idea che degli agenti federali vadano di nascosto a casa di probabili assassini senza avvisare i colleghi della loro consapevole rischiosa scelta. Trovo che sia ancora più stupido che decidano di spogliarsi completamente per partecipare a una probabile orgia abbandonando anche le armi. Oltretutto penso che non c'entri un cazzo con Lovecraft. Tecnicamente la struttura della sceneggiatura è impeccabile. I disegni non mi hanno fatto impazzire. Non me la sento di dire che fa totalmente schifo, ma credo che non sia all'altezza di altre opere di Moore.
JacoJaco wrote a review
(*)( )( )( )( )
Pessimo modo di rendere onore a Lovecraft
Se doveva essere un tributo a H.P.L. è stato fatto nel peggiore dei modi...se invece doveva essere una storia a sé con qualche riferimento....è comunque un obbrobrio. é disegnato molto bene ma la trama è totalmente assurda...priva di qualsiasi pathos weird, l'orrore cosmico non si riscontra da nessuna parte...non ha niente a che fare con i mondi dei sogni di Lovecraft né con qualsiasi racconto dell'orrore. Sembra più uno humor-horror porno se così si può dire ma viene presentato come un capolavoro!!...assurdo!!.. La cosa più fastidiosa è leggere tutta questa accozzaglia di nomi presi dai racconti ed affibbiati a qualsiasi cosa...mancava solo una bevanda energetica f'thang!!! Aquisto totalmente sbagliato legato alla lettura delle recensioni e dalla conoscenza e stima degli scrittori in causa!!
La Stamberga dei LettoriLa Stamberga dei Lettori wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Sesso, splatter e Cthulhu, ovvero: come molti di noi avrebbero (segretamente) voluto che fossero i racconti di H.P. Lovecraft. Sì, perché laddove il genio del terrore di Providence giocava tutto sul non-detto, Alan Moore non lascia proprio nulla all'immaginazione. Siamo nella Brooklyn dei giorni nostri, dove l'agente Aldo Sax, specializzato nella teoria delle anomalie, indaga sotto copertura su tredici omicidi a sfondo rituale compiuti da tre assassini diversi: un commesso di libreria con dodici mani nel congelatore, un quindicenne che dopo aver sterminato i membri della sua famiglia ne ha conservato i pollici, un barbone che se ne andava in giro con tre teste umane in un sacchetto. Sax segue la pista di alcune anomalie riscontrate nel profilo dei colpevoli fino a risalire a un ambiguo locale, lo Zotique, dov'è convinto avvenga lo spaccio di una nuova sostanza allucinogena. È qui che scopre l'aklo... ed è da qui che, qualche anno dopo, gli agenti federali Lamper e Brears riprenderanno l'indagine fino a giungere a Salem, in un sexy shop molto particolare. Continua su: lastambergadeilettori.com/2014/07/neonomicon-alan-moore-jacen-burrows.html
(*)(*)(*)(*)( )
Non è morto ciò che può vivere in eterno, e in strani eoni anche la morte può morire.
Sesso, splatter e Cthulhu, ovvero: come molti di noi avrebbero (segretamente) voluto che fossero i racconti di H.P. Lovecraft. Sì, perché laddove il genio del terrore di Providence giocava tutto sul non-detto, Alan Moore non lascia proprio nulla all'immaginazione. Siamo nella Brooklyn dei giorni nostri, dove l'agente Aldo Sax, specializzato nella teoria delle anomalie, indaga sotto copertura su tredici omicidi a sfondo rituale compiuti da tre assassini diversi: un commesso di libreria con dodici mani nel congelatore, un quindicenne che dopo aver sterminato i membri della sua famiglia ne ha conservato i pollici, un barbone che se ne andava in giro con tre teste umane in un sacchetto. Sax segue la pista di alcune anomalie riscontrate nel profilo dei colpevoli fino a risalire a un ambiguo locale, lo Zotique, dov'è convinto avvenga lo spaccio di una nuova sostanza allucinogena. È qui che scopre l'aklo... ed è da qui che, qualche anno dopo, gli agenti federali Lamper e Brears riprenderanno l'indagine fino a giungere a Salem, in un sexy shop molto particolare. Alan Moore, appassionato di esoterismo, riesce a mantenere ottimamente l'atmosfera perturbante dei cicli di Cthulhu rivestendola di nuovi sensi: «Lovecraft era schizzinoso riguardo al sesso; si limitava a parlare di “certi rituali innominabili”. Oppure usava eufemismi: “rituali blasfemi”. È piuttosto ovvio, dal momento che molte delle sue storie descrivevano i prodotti di questi “rituali blasfemi”, che probabilmente da qualche parte vi era coinvolto anche il sesso. Ma questo non compare mai nelle storie di Lovecraft, se non come indizio appena accennato. Perciò ho pensato: eliminiamo tutta quella spiacevole roba razzista e mettiamoci il sesso. Inventiamoci un po' di genuini “rituali innominabili” e diamo loro un nome.» [Fonte: TheSkinny, traduzione mia] Il risultato, pienamente raggiunto, è una splendida graphic novel che trasla l'immaginario malato - ma pur sempre ottocentesco - di H.P. Lovecraft tra le follie dei giorni nostri. Sicuramente non consigliato agli stomaci delicati o alle menti pudiche, Neonomicon può vantare i testi del sempre ottimo Alan Moore (creatore, per chi non lo sapesse, di V per Vendetta e Watchmen) e i buoni disegni di Jacen Burrows, che rende un po' meglio – a mio parere – nelle illustrazioni statiche piuttosto che nelle scene d'azione. La bella edizione ne rende un ottimo regalo (da fare o da farsi) per gli appassionati dell'orrore. Recensione pubblicata anche sul blog lastambergadeilettori.com/2014/07/neonomicon-alan-moore-jacen-burrows.html
AstrophilAstrophil wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Una graphic novel horror di Alan Moore (quello di V for Vendetta e Watchmen, per intenderci, non il primo pivello che passa per la strada...). Come tutti i film dell'orrore, ruota attorno a un presunto serial killer e parte in sordina, per arrivare al suo culmine nelle pagine centrali, con alcune tavole così piene di sesso e violenza da risultare disturbanti, e certamente non adatte a chi è debole di stomaco. Molto bello l'omaggio a Lovecraft fatto dall'autore e tutti i vari riferimenti alle sue opere; finale nella norma.