Nerofumo by Raffaele Crovi
Nerofumo by Raffaele Crovi

Nerofumo

by Raffaele Crovi
(*)(*)(*)(*)( )(9)
0Reviews0Quotations0Notes
Description
"Nerofumo", romanzo realistico e insieme paradossale, drammatico e grottesco, conclude il ciclo delle narrazioni in cui Raffaele Crovi ha esplorato la violenza indotta dalle tentazioni del potere. Nel romanzo "Il franco tiratore" il quadro era quello del potere partitico; ne "La corsa del topo" quello del potere industriale; ne "Il mondo nudo" quello del potere militare; ne "Il santo peccatore" quello del potere scientifico. "Nerofumo" indaga l'alienazione conseguente all'uso perverso del potere dell'informazione, di cui Ermes Consigli, il protagonista del romanzo, è prima artefice e poi vittima, in una parabola di illusoria autoesaltazione e di effettiva perdita di identità. Il racconto segue la fase finale, cioè il declino della carriera di un uomo che "conosce bene l'ambiguità delle parole, delle definizioni, delle sentenze": è un linguista che si occupa di cultura popolare. Ma "il mestiere che esercita, con determinazione e passione, è in realtà quello di manipolatore di informazioni, di stratega della delazione, di mezzano, di tessitore di intrighi": in particolare, di intrighi contro i politici. Consigli, nelle pagine del proprio diario, da cui la voce narrante trae spunto per raccontare la sua storia, ribattezza tutte le persone che gli stanno accanto con nomi che iniziano per A, maschere di un'allucinata visione demiurgica di sé: un monsignore che l'ha cresciuto al posto dei genitori, una moglie che ama in lui "il fascino dello sconosciuto", un giardiniere tuttofare e suo figlio che ha perso la parola, una segretaria complice e una contessa salottiera connivente costituiscono agli occhi di Ermes Consigli un universo di cartapesta più vero della realtà. Finché un giorno "con l'impressione che la sua esistenza si stesse raggrumando in un indistinto nerofumo, ha incominciato a immaginare di annullarne le tracce"; trasformando la depressione in autodistruzione.
Loading...