Non sono una bambola!
by Gigliola Alvisi
(*)(*)(*)(*)( )(25)
Lucrezia ha tredici anni e vive nella Famiglia Perfetta. Ha genitori bellissimi e affettuosi, una tata premurosa e amorevole, una vita ordinata e regolare. Ma le cose cambiano in fretta quando la madre viene ricoverata in ospedale per una gravidanza a rischio, il padre deve recarsi a Bruxelles per lavoro e la tata si trova in Francia per riabbracciare la propria famiglia. Cosi la ragazza parte per la Puglia, dove si prende cura di lei una zia di cui neanche conosceva l'esistenza, una zia che vive con il marito e quattro figli maschi, il maggiore dei quali, Alfonso, la tratta con una freddezza e un'ostilità ingiustificate, legate a un passato che il padre sembra averle nascosto. Nel nuovo ambiente, dove tutto è imprevedibile e le sue abitudini vengono stravolte, Lucrezia deve trovare un equilibrio, far luce sul segreto che ha separato la sua famiglia da quella della zia e soprattutto difendere la sua identità da chi di lei vede solo la straordinaria bellezza, e la considera un trofeo da conquistare con qualsiasi mezzo, anche quelli più ignobili. Età di lettura: da 12 anni.

eli's Review

elieli wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Bellissimo. All'inizio mi era sembrato un libro di quelli da ragazzine, adolescenti in cerca dei loro amori e della consapevolezza di non essere le uniche a pretendere le proprie libertà, i propri tempi, spazi, a voler avere sempre tutto, ad avere il desiderio di apparire; ma poi si è rivelato molto profondo. L'autrice, secondo me, è stata molto acuta ada ttirare le ragazze ala suo libro. La copertina infatti mi è subito parsa inetressante e anche i primi capitoli sono molto accattivanti. La narrazione è in prima persona, tutto è infatti visto da Lucrezia, la tredicenne protagonista del libro. Lei, non essendo potuta rimannere nè con la madre perchè incinta, nè con il padre, a Bruxselle per lavoro, viene mandata da una zia di cui non aveva quasi mai sentito ratlare. é in Puglia che incontra per la prima volta cugini e zii. Verrà poi a scoprire che il cugino è morto e anche l'inaspettato perchè. Durante la sua permanenza dagli zii, Lucrezia,incontra un ragazzo che scopre non avere buone intenzioni da cui cerca di stare il più lontano possibile, ma...
Mi è piaciuto molto leggere Non sono una bambola e lo consiglio a tutte le ragazze.:)
elieli wrote a review
(*)(*)(*)(*)(*)
Bellissimo. All'inizio mi era sembrato un libro di quelli da ragazzine, adolescenti in cerca dei loro amori e della consapevolezza di non essere le uniche a pretendere le proprie libertà, i propri tempi, spazi, a voler avere sempre tutto, ad avere il desiderio di apparire; ma poi si è rivelato molto profondo. L'autrice, secondo me, è stata molto acuta ada ttirare le ragazze ala suo libro. La copertina infatti mi è subito parsa inetressante e anche i primi capitoli sono molto accattivanti. La narrazione è in prima persona, tutto è infatti visto da Lucrezia, la tredicenne protagonista del libro. Lei, non essendo potuta rimannere nè con la madre perchè incinta, nè con il padre, a Bruxselle per lavoro, viene mandata da una zia di cui non aveva quasi mai sentito ratlare. é in Puglia che incontra per la prima volta cugini e zii. Verrà poi a scoprire che il cugino è morto e anche l'inaspettato perchè. Durante la sua permanenza dagli zii, Lucrezia,incontra un ragazzo che scopre non avere buone intenzioni da cui cerca di stare il più lontano possibile, ma...
Mi è piaciuto molto leggere Non sono una bambola e lo consiglio a tutte le ragazze.:)