Nove su dieci
by Mario Pianta
(*)(*)(*)(*)( )(13)
Ogni ricco ha il reddito di cento poveri. Non è l'Inghilterra di Dickens, è l'Italia di oggi. Redditi e ricchezza si sono concentrati nelle mani di una persona su dieci. Le altre nove - quasi tutti noi - stanno peggio di dieci anni fa, sono i 'perdenti', divisi in mille modi - tra uomini e donne, tra vecchi e giovani, tra Nord e Sud - ma uniti dal declino. Com'è potuto succedere? Togliere ai poveri per dare ai ricchi, rendere il lavoro più debole e il capitale più forte è da trent'anni l'orizzonte del liberismo. Da qui ha origine la crisi attuale, in Europa e in Italia. Ma un'alternativa c'è, ci meritiamo un altro futuro.

dashiell's Review

dashielldashiell wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
l'unico difetto di questo libro è che parla di cose reali, non di ideologia, non di teorie, non tira dritto per la sua strada incurante del mondo. Mario Pianta scrive un libro agghiacciante, uno sguardo severo e niente affatto scanzonato sull'italia di oggi. non quella dei rotocalchi, delle veline, delle televisioni, no, quella dei disoccupati, quella dei ricchi invisibili, quella delle diseguaglianze crescenti che nascondiamo dietro la vergogna di essere poveri. essenziale
dashielldashiell wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
l'unico difetto di questo libro è che parla di cose reali, non di ideologia, non di teorie, non tira dritto per la sua strada incurante del mondo. Mario Pianta scrive un libro agghiacciante, uno sguardo severo e niente affatto scanzonato sull'italia di oggi. non quella dei rotocalchi, delle veline, delle televisioni, no, quella dei disoccupati, quella dei ricchi invisibili, quella delle diseguaglianze crescenti che nascondiamo dietro la vergogna di essere poveri. essenziale