Orgoglio e preveggenza
by Carrie Bebris
(*)(*)(*)(*)( )(559)
"È cosa nota e universalmente riconosciuta che uno scapolo in possesso di un solido patrimonio debba essere in cerca di moglie." Ed è una verità cui non si sottrae Mr. Frederick Parrish, ricco e affascinante gentiluomo americano, che sta per convolare a nozze con Caroline Bingley. Un'atmosfera di festa avvolge i fidanzati e il matrimonio pare suggellare la promessa di una vita serena e felice. Ma presto la gioia s'incrina e la coppia è turbata da una serie di strani episodi: fenomeni di sonnambulismo, cavalli imbizzarriti senza una ragione, uno spaventoso incendio e misteriosi incidenti. Qualcuno sta perseguitando i Parrish, ma la pericolosità della situazione pare sfuggire a tutti. A tutti tranne a Elizabeth e Darcy, amici della giovane donna e anch'essi sposi novelli, che mettono da parte i progetti per la luna di miele per aiutare Caroline.

Josephina's Quotes

JosephinaJosephina added a quotation
Darcy era Darcy: profondamente, rigidamente legato all logica, saldamente radicato alla realtà materiale. E lei non lo avrebbe cambiato per nulla al mondo. Era stato costretto a diventare adulto precocemente, perchè aveva perduto la madre quando era fanciullo e il padre quando aveva appena raggiunto la maggiore età. In gioventù aveva avuto ben poco tempo per abbandonarsi alle fantasticherie, costretto a prepararsi ad assumere le responsabilità di una vasta proprietà e di tutti coloro la cui sopravvivenza dipendeva da essa. Anche se rispettava l'intelligenza di Elzabeth, era più istruito, pichè aveva studiato con alcuni istitutori privati, prima di laurearsi a Cambridge. In quanto maschio, si muoveva in un mondo al quale lei non aveva accesso, ovvero quello degli affari e delle cause legali, della politica e della legge. Tutto ciò faceva di lui l'uomo che era, l'uomo che lei aveva scelto di sposare. Ed ella confidava che lui fosse in grado di giudicare saggiamente e di fornire le risposte corrette, nelle occasioni in cui lei stessa non ne era capace.
Almeno, nella maggior parte dei casi.
Però, che Iddio lo benedisse, doveva sempre essere tanto sicuro di se stesso? La verità quale lui la concepiva doveva invariabilmente coincidere con la verità assoluta?
122
JosephinaJosephina added a quotation
Darcy era Darcy: profondamente, rigidamente legato all logica, saldamente radicato alla realtà materiale. E lei non lo avrebbe cambiato per nulla al mondo. Era stato costretto a diventare adulto precocemente, perchè aveva perduto la madre quando era fanciullo e il padre quando aveva appena raggiunto la maggiore età. In gioventù aveva avuto ben poco tempo per abbandonarsi alle fantasticherie, costretto a prepararsi ad assumere le responsabilità di una vasta proprietà e di tutti coloro la cui sopravvivenza dipendeva da essa. Anche se rispettava l'intelligenza di Elzabeth, era più istruito, pichè aveva studiato con alcuni istitutori privati, prima di laurearsi a Cambridge. In quanto maschio, si muoveva in un mondo al quale lei non aveva accesso, ovvero quello degli affari e delle cause legali, della politica e della legge. Tutto ciò faceva di lui l'uomo che era, l'uomo che lei aveva scelto di sposare. Ed ella confidava che lui fosse in grado di giudicare saggiamente e di fornire le risposte corrette, nelle occasioni in cui lei stessa non ne era capace.
Almeno, nella maggior parte dei casi.
Però, che Iddio lo benedisse, doveva sempre essere tanto sicuro di se stesso? La verità quale lui la concepiva doveva invariabilmente coincidere con la verità assoluta?
122