Per niente al mondo
by Ken Follett
(*)(*)(*)(*)( )(165)
Il nuovo romanzo di Ken Follett costituirà una sorpresa per i suoi milioni di lettori. "Per niente al mondo" segna un cambio di rotta rispetto ai suoi romanzi storici. Ambientato ai giorni nostri narra di una crisi globale che minaccia di sfociare nella terza guerra mondiale, lasciando il lettore nell'incertezza fino all'ultima pagina. Più di un thriller, "Per niente al mondo" è un romanzo ricco di dettagli reali che si muove tra il cuore rovente del deserto del Sahara e le stanze inaccessibili del potere delle grandi capitali del mondo.

All Reviews

37
Ginevra De IacovoGinevra De Iacovo wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Strano
Finale troppo aperto, di solito Follet chiarisce la maggior parte dei punti. Piacevole da leggere e coinvolgente.
sauro buongarzonesauro buongarzone wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
ho ritrovato il Ken Follet che mi piaceva
ecco l'autore che mi aveva affascinato all'inizio. Quello degli intrighi internazionali. Speriamo che non sia premonitore storico.
FabriziosusiniFabriziosusini wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
ANGOSCIA
Non è certo il periodo migliore per leggere questo libro, visto il panorama internazionale. Spero che la trama di Follett non sia influenzata dai fatti reali che accadono vicino a noi, ma semplicemente frutto della sua fantasia. Comunque un pò di angoscia la mette.
FabriziosusiniFabriziosusini wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
ANGOSCIA
Non è certo il periodo migliore per leggere questo libro, visto il panorama internazionale. Spero che la trama di Follett non sia influenzata dai fatti reali che accadono vicino a noi, ma semplicemente frutto della sua fantasia. Comunque un pò di angoscia la mette.
Marina Abita Marina Abita wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
si legge bene, come sempre, ma forse troppo realistico...seppure i riferimenti ad una possibile guerra nucleare sembrano impossibili, lontani dalla realtà, forse non lo sono poi tanto
XsavierXsavier wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
il solito Ken....
Thriller geopolitico, che come spesso avviene non rimane così distante dalla realtà. Solito stile incalzante, Con trama avvincente, molto facile da leggere. Lettura appassionante e poco impegnativa, soltanto molto lunga
CileCile wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Certo che con l'aria che tira in questi giorni, un po' di ansia la mette!! Comunque son 700 pagine da cui è difficile staccarsi, con un finale che.........apre ad un altro romanzo, (boh?)
magiamagia wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Inquietante...
Il momento storico che stiamo vivendo non aiuta... Non si può non immedesimarsi in questa escalation di violenza... Spero che nella realtà gli uomini riescano a rendersi conto di quanto sia preziosa la vita! Decisamente un Ken Follet fuori dagli schemi!!!
Paolo ScatoliniPaolo Scatolini wrote a review
(*)(*)(*)(*)( )
Come scoppiano le guerre
In questo appassionante romanzo-fiume, corale e troppo complesso per essere riassunto Ken Follett racconta come potrebbe scoppiare una guerra nucleare tra Cina e USA nonostante nessuna delle due parti lo voglia e si faccia il possibile per impedirlo. Ken Follett si è documentato parecchio per scrivere questo romanzo e si vede, poi la sua ideologia traspare sempre: è un laburista centrista blairiano che detesta l'estrema destra come l'estrema sinistra, detesta il nazionalismo e anche il comunismo (che qui coincidono dato che i vecchi comunisti cinesi sono descritti come dei nazionalisti guerrafondai), quindi è ovvio che i suoi eroi siano agenti segreti americani e francesi, una giovane donna africana che sogna la libertà delle donne europee (giustamente, a mio avviso, Kiah è uno dei personaggi più belli del libro), e sopratutto una presidente USA repubblicana ma moderata ed empatica (il suo avversario politico interno è una palese caricatura di Trump) che quando deve ordinare una rappresaglia militare lo fa con la morte nel cuore, e un funzionario di alto livello del regime cinese che però è un intelligente riformista moderato e che alla fine viene estromesso dalla "vecchia guardia comunista" la quale riesce a mettere con le spalle al muro anche il ragionevole presidente cinese, e sono proprio i vecchi comunisti cinesi i veri cattivi della storia assieme ai nordcoreani e ai soliti terroristi islamici che se non ci fossero gli autori di thriller politici avrebbero dovuto inventarli. Essendo un romanzo oltre che di politica e guerra, si parla pure di amore, adulterio, questioni familiari tra un bombardamento e l'altro, e anche queste parti funzionano. A parte il fastidio personale per l'ideologia centrista dell'autore, il romanzo è scritto bene e si legge tutto d'un fiato, come tutti quelli di Ken Follett. E' molto azzeccata l'idea che emerge dal romanzo, di come la presidente USA e il presidente cinese, in apparenza potentissimi in realtà siano entrambi, in maniera diversa, prigionieri dei rispettivi sistemi politici, militari e ideologici che in qualche modo li sovradeterminano e a volte letteralmente "decidono" per loro. SPOILER: certo che Chang Kai, il buon riformista cinese per quanto sia intelligente e benintenzionato quando negozia con i ribelli nordcoreani senza averne l'autorità non fa una mossa furba Lo consiglio.
RobieRobie wrote a review
(*)(*)( )( )( )
Terribile, più andavo avanti nella lettura, più non mi capacitavo che il romanzo fosse a firma di Ken Follett, autore di capolavori come il ciclo Century o i Pilastri della Terra. Una noia mortale trascinata per 700 pagine, peraltro priva di epilogo. Mi auguro di cuore che non ci sia un sequel.