Queenie
by Candice Carty-Williams
(*)(*)(*)(*)( )(39)
Travolgente, tenera e un pizzico amara, "Queenie" è la commedia inglese più cool del momento. Queenie è l'unica ragazza di colore in un giornale londinese zeppo di gente con la puzza sotto il naso. Così, quando il fidanzato bianco la scarica in malo modo, la sua autostima già precaria tracolla del tutto. Per capire che senso dare alla propria vita, dovrà infilarsi in una sfilza di guai e in una relazione più sballata dell'altra. Ma alla fine, tra gruppi WhatsApp di sole donne, liste di irrealizzabili buoni propositi e illuminanti sedute di psicanalisi, persino lei, incasinatissima, esuberante e irresistibile, riuscirà a farcela. Libro dell'anno e debutto dell'anno ai British Book Awards, finalista al Women's Prize For Fiction e al Costa First Novel Award. «Freschissimo, autentico, Queenie è davvero speciale». (Jojo Moyes)

Mingamarco's Review

MingamarcoMingamarco wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Come aver visto una serie tipo “How I Met Your Mother” in salsa afro cubana...infatti ho appena scoperto che sta per diventare una sit-com
Queenie è un mix fra Luciana Litizzetto e Bridget Jones, soltanto che è di colore, perde il suo presunto principe azzurro e si ammala di bulimia di sesso.
Prova a raccontare cose terribili (violenze, velato e non velato razzismo, mobbing, esaurimento) facendo ridere, alle volte ci riesce alle volte meno, anzi troppo spesso sembra di sentire le risate del pubblico finto in sottofondo.
Da qui al libro dell’anno, come scritto in quarta di copertina, ce ne vuole.
In scia a black lives matter mi aspetto il prossimo tweet dell’autrice assieme a Lewis Hamilton.
Insomma un cappuccetto rosso, anzi nero, della generazione y che come tutte le favole, dopo mille traversie si conclude con e vissero tutti (anzi tutte perchè la voce del romanzo è Queenie con il coro delle sue amiche) felici e contenti.
MingamarcoMingamarco wrote a review
(*)(*)(*)( )( )
Come aver visto una serie tipo “How I Met Your Mother” in salsa afro cubana...infatti ho appena scoperto che sta per diventare una sit-com
Queenie è un mix fra Luciana Litizzetto e Bridget Jones, soltanto che è di colore, perde il suo presunto principe azzurro e si ammala di bulimia di sesso.
Prova a raccontare cose terribili (violenze, velato e non velato razzismo, mobbing, esaurimento) facendo ridere, alle volte ci riesce alle volte meno, anzi troppo spesso sembra di sentire le risate del pubblico finto in sottofondo.
Da qui al libro dell’anno, come scritto in quarta di copertina, ce ne vuole.
In scia a black lives matter mi aspetto il prossimo tweet dell’autrice assieme a Lewis Hamilton.
Insomma un cappuccetto rosso, anzi nero, della generazione y che come tutte le favole, dopo mille traversie si conclude con e vissero tutti (anzi tutte perchè la voce del romanzo è Queenie con il coro delle sue amiche) felici e contenti.