Racconti
by Bernard Malamud
(*)(*)(*)(*)(*)(123)
"Scrivere racconti non è affatto un brutto modo di trascorrere la propria solitudine" disse Bernard Malamud poco prima di morire. E il meglio del suo lungo e solitario lavorio è rappresentato in questa scelta di ventidue racconti composti dal 1940 al 1985 e provenienti dalle sue celebri raccolte. Immigrati che raggiunta New York con ingenue speranze soffrono di un disadattamento più grave della stessa povertà; piccoli bottegai che vivono di illusioni puntualmente sconfitte; casalinghe che sognano vite romanzesche; artisti falliti che inseguono la felicità in un'America quanto mai indifferente. Tutti i protagonisti di queste short stories di Bernard Malamud sono sempre inventori di sogni quotidiani.

CLAUDIA's Quotes

CLAUDIACLAUDIA added a quotation
«Se sono un vigliacco perché mi ci è voluto tanto per scoprirlo? Dove finisce l'ansia e comincia la vigliaccheria?» Le sensazioni si confondono, non c'è dubbio, ma non tutti i vigliacchi sono uomini ansiosi, e non tutti gli uomini ansiosi sono vigliacchi. Numerosi esseri umani «sensibili» (aggettivo di Rose), tesi, anche spaventati hanno fatto in condizioni di paura ciò che doveva essere fatto, con la paura che richiama l'energia quando viene il momento di combattere o saltare giù dal tetto in un fiume. Viene un momento nella vita di un uomo in cui per giungere dove deve, se non vi sono porte o finestre, egli passa attraverso un muro.
268
CLAUDIACLAUDIA added a quotation
«Se sono un vigliacco perché mi ci è voluto tanto per scoprirlo? Dove finisce l'ansia e comincia la vigliaccheria?» Le sensazioni si confondono, non c'è dubbio, ma non tutti i vigliacchi sono uomini ansiosi, e non tutti gli uomini ansiosi sono vigliacchi. Numerosi esseri umani «sensibili» (aggettivo di Rose), tesi, anche spaventati hanno fatto in condizioni di paura ciò che doveva essere fatto, con la paura che richiama l'energia quando viene il momento di combattere o saltare giù dal tetto in un fiume. Viene un momento nella vita di un uomo in cui per giungere dove deve, se non vi sono porte o finestre, egli passa attraverso un muro.
268