Rapsodia meccanica by Francesco Currà
Rapsodia meccanica by Francesco Currà

Rapsodia meccanica

Poesie in fabbrica
by Francesco Currà

Preface by Vincenzo Guerrazzi
(*)(*)(*)( )( )(2)
1Review0Quotations0Notes
Description
Francesco Currà è un giocane calabrese.
Da sette anni 'vive' all'Ansaldo di Genova dove lavora come fresatore.
Francesco Currà è un nuovo poeta di fabbrica, un nuovo musicista del rumore; brillante ricercatore di parole e suoni scelti tra i rumori assordanti delle macchine.
Currà vive la solitudine del mondo operaio.
In alcuni passi abbiamo l'impressione di vedere mostri sconosciuti che avanzano e invadono il cielo grigio della solitudine e della disperazione operaia.
Avvertiamo in queste parole il fetore atroce della fabbrica; i rumori crescono fino a diventare un frastuono bestiale di gracidii e latrati umani.
E' un'orrenda realtà o soltanto un incubo?
E' la fabbrica.
Currà lancia il suo ardente messaggio agli uomini che vivono fuori dalla fabbrica.
Come e quando questa carica di violenza poetica sia nata nell'anima di Currà non è difficile saperlo:
Currà è un operaio.
Loading...